Eventi

Fiat
Una bella storia, Punto - FOTO GALLERY

Fiat
Una bella storia, Punto - FOTO GALLERY
Chiudi

"Fiat Punto. La risposta". Con questo claim, l’utilitaria di Torino si presentò agli italiani nell'autunno 1993, quasi 25 anni fa, con il compito non facile di raccogliere l’eredità della Uno, che sarebbe poi uscita di produzione nel 1995, dopo oltre 6 milioni di unità prodotte. E ora è arrivato anche per lei il momento di lasciare la scena, come ufficializzato alla presentazione del nuovo piano industriale del gruppo FCA.

La Fiat s’è desta. Italiana: così la voleva Giovanni Agnelli. Di fronte all’ipotesi – allettante – di produrre la nuova utilitaria all’estero (in Spagna, oggi ottava potenza motoristica al mondo, come raccontiamo su Quattroruote di giugno), l’Avvocato non seppe cedere: “Siamo italiani, produciamola qui”. E così fu, peraltro inaugurando il nuovo stabilimento di Melfi, che affiancò Termini Imerese e Mirafiori nella produzione della vettura. Produzioni destinate ai mercati esteri, anche su licenza, sarebbero arrivate da Paesi stranieri, con varianti di carrozzeria a noi sconosciute, ma la Punto è sempre rimasta essenzialmente fedele alla nostra penisola: "La Fiat s’è desta", recitava il titolo della nostra prima copertina dedicata alla vettura, immortalata su uno sfondo tricolore.

Best seller, anche in Europa. Del resto, la vettura di segmento B torinese è stata ampiamente ripagata dagli automobilisti italiani. Per anni è stata la loro auto preferita, rimanendo a lungo in cima alla classifica di vendite nel nostro Paese – per alcuni brevi periodi anche in Europa – prima di lasciare il gradino più alto del podio alla Panda. E ad agosto, quando l’ultima Punto uscirà dagli stabilimenti di Melfi, saranno oltre 9 milioni gli esemplari prodotti nei suoi 25 anni di storia, che ripercorriamo nella nostra rassegna. Le farà compagnia l’Alfa Romeo MiTo, con la quale condivide lo stesso pianale, anch’essa fuori produzione entro l’estate.

COMMENTI

  • Sono cresciuto con la uno prima, la punto e la grande punto, nel 1997 ho fatto l esame di guida su una Uno, in quegli anni volevo la punto come regalo dai miei genitori, e finalmente arrivo’ la punto seconda generazione azzurra metallizzata 1.2 16v 5 porte nel 2001, favolosa! L ho tenuta 10 anni e ne ero fiero! Stavo per comprare la grande punto poi ho dirottato sulla lancia Musa, ma la punto e’ sempre stata un riferimento! Marchionne ci ripensi! Come diceva Agnelli “e’ una questione di orgoglio nazionale”.
  • Guido (anche) una Grande Punto, ed in famiglie ne abbiamo avute una decina... a memoria ricordo una Td60 sx e una td70 elx della prima generazione, (ma guidai praticamente tutti i motori anche a benzina), una 1.216v sporting della seconda generazione, una 1.9 multijet hgt restyling, una grande punto 1.9 multijet ed una 1.4 GPL. Tutte avute per anni con grandi soddisfazioni per centinaia di migliaia di km.
  • Ricordo benissimo quel giorno, Venerdì 17 Dicembre 1993, presso la concessionaria Socar ho ordinato la punto 75 HSD. Venerdì 11 Febbraio 1994 l'ho ritirata, colore rosso bright con tetto apribile. l'ho tenuta fino al gennaio 2013 quando ho deciso di rottamarla. Con lei ho viaggiato in mezza Europa totale Km percorsi oltre 300.000, non mi ha mai lasciato a piedi, oltre i materiali di usura (dischi, pasticche freno, ammortizzatori, gomme cinghie e candele) ho sostituito un bulbo dell'acqua, e le bobine di accensione delle candele. La frizione era di fabbrica. Il FIRE 75 era fantastico (per i tempi di allora) affidabile, e parco nei consumi se non superavi i 130 km/h, fino a 200.000 km non consumava una goccia di olio benché il motore spesso e volentieri lo spremevo anche per lungo tempo (Germania 4 ore di fila a 160 km/h con un pieno e mezzo).
  • Trovo più intelligente la Uno rispetto alla Punto concettualmente, ma erano periodi diversi. Fiat non esiste più, ma questo non significa l'abbandono delle piccole cittadine (ovviamente elettriche).
  • In una intervista ha sentito Marchionne lamentarsi di Luigi Di Maio, neo ministro M5S, che è arrivato al Quirinale a bordo di una Clio Renault. Sarebbe stato meglio se fosse arrivato con una Fiat prodotta in Polonia, Turchia o forse Serbia ?
     Leggi le risposte
  • Marchionne ha salvato La Chrysler. non la Fiat. lancia chiusa. alfa ridotta al lumicino..i proclami non contano.. fiat ridimensionata...e non fara punto e altre utilitarie. fiat prossimaalla chiusura?
     Leggi le risposte