Mercato

Mercato italiano
Vendite dimezzate a maggio: -49,6%

Mercato italiano
Vendite dimezzate a maggio: -49,6%
Chiudi

La pandemia dI coronavirus continua a produrre conseguenze negative sulla domanda di auto nuove in Italia. A maggio, secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, sono state immatricolate 99.711 vetture, per una contrazione del 49,6% rispetto a un anno fa. Il tasso di decremento percentuale è comunque migliore di quello di aprile (quando il mercato, per le misure di blocco totale delle attività, ha subito un crollo del 97,6%), ma indica sempre una situazione di profonda crisi nonostante la riapertura a inizio mese delle concessionarie: molto probabilmente, la gran parte delle immatricolazioni di maggio non sono altro che il perfezionamento di pratiche d'acquisto e consegna bloccate dal lockdown e quindi non sono, se non in parte, il frutto di nuovi ordinativi.

Il consuntivo annuo. L'andamento della domanda di maggio, unito ai risultati di aprile e marzo, determina una forte riduzione del mercato anche nel consuntivo dei primi cinque mesi dell'anno. Le immatricolazioni sono pari a 451.366 unità, con una contrazione del 50,45% rispetto al pari periodo del 2019.

FCA. In un contesto di mercato deficitario, il gruppo FCA perde il 57,13%, con 22.343 immatricolazioni. Il dettaglio vede 13.975  registrazioni per il marchio Fiat (-60,04%), 4.608 per la Jeep (-45,56%), 1.172 per l'Alfa Romeo (-50,15%), 2.438 per la Lancia (-59,97%) e 88 per la Maserati (-55,1%).

PSA. La francese PSA arretra del 48,87%, con 15.346 immatricolazioni. Di queste, 4.770 sono le Citroën (-44,74%), 331 le DS (-18,87%), 3.988 le Opel (-62,75%) e 6.257 le Peugeot (-39,06%).

Volkswagen. Le registrazioni del gruppo Volkswagen, pari a 16.277, si contraggono del 48,44%, con il marchio omonimo in discesa del 52,94% (8.910), l'Audi del 43,03% (3.841), la Seat del 44,23% (1.600) e la Skoda del 34,3% (1.910). La Lamborghini perde il 66,67%, ma con solo 16 vetture commercializzate.

Renault e Ford. Il gruppo Renault, con 10.751 immatricolazioni, flette del 51,12%, frutto di una contrazione del 52,21% per la marca omonima e del 49,54% per la Dacia. In flessione anche la Ford, con 6.868 registrazioni e un -42,52%.

Daimler e BMW. Il gruppo BMW registra 4.977 vetture e subisce un calo del 34,9%: il marchio dell'Elica perde il 31,43% e la Mini il 44,14%. La Daimler immatricola 3.924 veicoli e scende del 53,6%, con la Mercedes-Benz in ribasso del 41,09% e la Smart dell'84,99%.

Le asiatiche. Tra i costruttori orientali, il gruppo Toyota, con 4.646 immatricolazioni, cala del 52,49% con il marchio omonimo (-52,16%) e la Lexus (-56,4%). La Nissan perde il 59% (1.644 immatricolazioni), la Suzuki il 17,87% (2.867), la Mazda il 28,56% (713), la Honda il 54,34% (389), la Mitsubishi il 74,41% (237) e la Subaru il 24,12% (173). La coreana Hyundai scende del 49,7% (2.358), la consociata Kia del 39,54% (2.445). 

Le altre. Nel segmento premium la Volvo immatricola 1.538 veicoli e subisce un calo di appena il 12,91%, mentre il gruppo Jaguar Land Rover, con 1.201 registrazioni, scende del 32,07%. La Tesla perde il 50,31%, con 80 registrazioni, e la Porsche flette del 40,71% (549 vetture immatricolate) mentre sono pari a 3 le immatricolazioni dell'Aston Martin (-25%) e 62 quelle della Ferrari (+47,62%).

Panda sempre in cima. La Panda è sempre in testa alla classifica dei modelli più popolari, grazie a 6.477 immatricolazioni. Al secondo posto si piazza la Volkswagen T-Roc (2.501) e al terzo la Lancia Ypsilon (2.437). Seguono, nell'ordine, la Jeep Compass (2.336), la Fiat 500X (2.333), la Dacia Duster (2.271), la Citroën C3 (2.269), la Renault Captur (2.215), la renault Clio (2.118) e la Jeep Renegade (2.112).

Crescono le elettriche. Sul fronte delle alimentazioni, sono le vetture elettrificate ed elettriche a registrare le migliori performance. Le auto a batteria assistono, infatti, a una crescita del 54,9%, mentre le ibride salgono del 18%, con le sole plug-in in miglioramento del 145%. In flessione le altre motorizzazioni: -52,1% per le auto a benzina, -56,4% per le diesel, -50,8% per le Gpl, -48,6% per quelle a metano.   

Crollano tutti i canali. Sul fronte dei canali di vendita, i privati flettono del 35,2%, il noleggio del 69,2% (-95,8% per la componente di breve termine, -49,7% per il lungo termine) e le società del 57,5%, con le autoimmatricolazioni in discesa del 64,8%.

L'usato. In consistente calo risulta anche il mercato dell'usato seppur con tassi migliori rispetto al nuovo. A maggio i trasferimenti di proprietà, al lordo delle minivolture, sono pari a 206.697, il 44,61% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. Dall'inizio dell'anno la flessione è del 43,46%, con 1.048.605 trasferimenti.

Il commento dell'Unrae. Secondo l'associazione delle Case estere, il dato di maggio riguarda "per la maggior parte consegne di ordini sottoscritti prima dell’inizio dell’emergenza" e "conferma la gravità della crisi senza precedenti che sta attraversando il settore auto. Nonostante la riapertura a inizio maggio dopo due mesi di chiusura completa, il sistema della distribuzione auto resta attanagliato da una grave crisi di liquidità, appesantito da centinaia di migliaia di veicoli fermi nei piazzali e con le risorse messe a disposizione dal decreto Liquidità ancora impigliate nella burocrazia e bloccate all’interno del sistema bancario", sottolinea il presidente Michele Crisci facendo presente come non sia sufficiente la sola riapertura dei saloni per far ripartire la domanda: la prova è data dal calo degli ordinativi di circa il 60%. "Nell’assoluta, incomprensibile sordità e indifferenza della classe politica è sempre più grande il rischio di chiusura nei prossimi mesi di centinaia di imprese della filiera della distribuzione auto, che si accompagnerebbe drammaticamente alla scomparsa di decine di migliaia di posti di lavoro", avverte Crisci, ribadendo la richiesta di "immediati e concreti provvedimenti" a sostegno del settore auto "per la sua valenza strategica nazionale e il suo grande contributo all’economia. Chiediamo ancora al governo l’adozione di un intervento 'verticale', con misure specifiche per il settore automotive, che includa un programma strutturale teso a facilitare il ricambio del vetusto parco circolante, pericoloso sia per l’ambiente sia per la sicurezza dei cittadini. Chiediamo un regime fiscale pari a quello degli altri Paesi europei a partire dalla detrazione dell’Iva sulle auto aziendali al 100%. Chiediamo, inoltre, che il sistema bancario trovi forme e modi di accelerare l’erogazione alle imprese della filiera distributiva automotive delle sempre più vitali risorse rese disponibili dal decreto Liquidità".

COMMENTI

  • Io mi domando solo questo, si legge dappertutto che le case costruttrici perdano ogni mese mercato e milioni, come possano pensare di farti comprare un'auto nuova se una citycar costa ormai quasi 20.000€ e dopo lo sconto di 4/5.000€ ti appioppano tassi di interessi per la rateazione con taeg quasi al 10%. Veramente pensano di riportare su il mercato rapinando quel poco che è rimasto nelle tasche dell'Italiano che per comprare qualcosa può solo sudarsi lo stipendio chi ancora c'è l'ha! Avete guardato le varie pubblicità delle case? tutte uguali super sconto dal listino e poi interessi e altro che alla fine ti fanno pagare un'auto con prezzo superiore al prezzo di listino, e queste sono "offerte"? alla faccia della concorrenza! Cosa vogliono ottenere queste case automobilistiche con questi metodi? vogliono mettere in condizione di non poter comprare, in modo poi da invocare l'aiuto dello Stato?
  • Vedrete che tra 10 mesi vedremo crescite a doppia e tripla cifra
  • A parte questo periodo molto particolare io mi chiedo : ma le case costruttrici come possono pensare di incrementare le vendite anno dopo anno? Cioè alla fine chi ha un’auto dovrebbe comprarne 2 e così via? Sicuramente ci sarà qualche nuovo acquirente ma trovo normale che il mercato possa avere alcuni anni di non crescita
     Leggi risposte
  • Come ho già segnalato in altre occasioni, purtroppo per l'Italia il settore automotive non ha la stessa importanza, industrialmente parlando, che ha invece in altri paesi: circa l'85% delle auto nuove immatricolate proviene da altri paesi, anche se una parte di queste, magari, contiene alcune componenti prodotte in Italia. Ne consegue che gli eventuali incentivi sul nuovo avvantaggiano essenzialmente i produttori stranieri, o gli stabilimenti polacchi, turchi, serbi di FCA. Sarebbe quindi uno spreco delle poche risorse che abbiamo reintrodurre incentivi sull'acquisto di auto nuove. Piuttosto, aiuterei la rete di vendita con incentivi per smaltire quanto ha già in casa: usato fresco e kmo con l'abolizione dell'IPT e del bollo auto per alcuni anni a fronte della rottamazione di un vecchio euro -1-2-3 e la sua contestuale sostituzione con quanto giacente nella rete di vendita
  • Il futuro prossimo è ancora incerto,molti non lavorano ancora e altri pagano i mesi di CIG.Poi si aspetta un segnale dallo stato,pensate se cambiassimo l'auto ora e tra 2 mesi si inventassero degli incentivi alla rottamazione seri(tipo quelli del1997).Le case ci vogliono propinare acquisti a rate con la prima a gennaio 2021,ma invece ci facciano un 15/20% di sconto.Mi sa che mi terrò ancora per un po' la mia vecchia auto di 23 anni.Un saluto a tutti.
  • Magica FCA: riesce quasi invariabilmente a far peggio di tutti. La "cura" Marchionne continua a colpire...
     Leggi risposte
  • Il metano crolla meno del diesel, è un segnale non indifferente di "modernità" non elettrificata. Le plug-in dal costo superiore alla media hanno ottima resa, oramai perfette con gli incentivi locali. Le full electric hanno percentuali di mercato significative, è inutile tesserne le lodi! ;)
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg Il giro di pista della Chevrolet Corvette C8 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-giro-di-pista-della-corvette-c8 News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca