Mercato

Volkswagen Polo
Aperti gli ordini per il restyling

Volkswagen Polo
Aperti gli ordini per il restyling
Chiudi

La Volkswagen ha aperto gli ordini per il restyling della Polo: la compatta, le cui consegne inizieranno a ottobre, è disponibile in Italia con prezzi a partire da 18.350 euro.

Le motorizzazioni. La gamma motori della segmento B tedesca è composta da tre unità a benzina, tutte 1.0 a tre cilindri, da 80, 95 e 110 CV. La prima motorizzazione, aspirata, è abbinata esclusivamente al cambio manuale a cinque rapporti e, secondo la Casa, permette alla cinque porte di raggiungere una velocità massima di 171 km/h e coprire lo 0-100 km/h in 15,5 secondi. I consumi, misurati nel ciclo Wltp, sono pari a 5,4 litri/100 km, mentre le emissioni di CO2 ammontano a 122 g/km. I propulsori da 95 e 110 CV sono invece dotati di turbocompressore: il primo può essere accoppiato alla trasmissione manuale a cinque marce o al doppia frizione Dsg a sette rapporti (offerto a 1.500 euro in più) e promette di toccare i 187 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 10,8 secondi, con consumi dichiarati di 5,2 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 118 g/km. La versione più potente è offerta solo in abbinamento al cambio automatico e può raggiungere i 195 km/h di velocità massima e toccare i 100 km/h da fermo in 10,4 secondi. Il consumo combinato nel ciclo Wltp è di 5,6 litri/100 km con 127 g/km di CO2 emessa.

Quattro versioni. Per quanto riguarda gli allestimenti, il listino si articola su quattro versioni: Polo, Life, Style e R-Line. La variante entry-level, disponibile solo per la motorizzazione da 80 CV, offre di serie i fari anteriori a Led, la strumentazione digitale con schermo da 8”, la Radio Composition con schermo touch da 6,5” e App-Connect, il volante multifunzione e il climatizzatore manuale, oltre a un pacchetto di Adas che include il sistema di rilevamento della stanchezza del guidatore, il mantenimento di corsia Lane Assist e il Front Assist con frenata automatica d’emergenza e riconoscimento di pedoni e ciclisti. La Life, ordinabile solo con il motore da 95 CV, aggiunge i cerchi di lega da 15”, l’infotainment con schermo da 8”, l’App-Connect wireless, il volante multifunzione rivestito di pelle, il bracciolo centrale anteriore e il cruise control.

Gli allestimenti Style e R-Line. Al vertice della gamma, si trovano gli allestimenti Style e R-Line che, di fatto, si trovano sullo stesso livello: uno si rivolge a chi cerca un maggiore confort, mentre l’altro è pensato per chi desidera una connotazione più sportiva. Il primo, in aggiunta alle dotazioni già presenti sulla Life, offre i cerchi di lega da 16”, i fari Led Matrix IQ.Light, la strumentazione digitale con display da 10,25”, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con frenata di emergenza in manovra, il cruise control adattivo e l’IQ.Drive Pack con Travel Assist. Il secondo, invece, ricalca la dotazione della Style, ma in più offre il pacchetto estetico R-Line per esterni e per interni, oltre ai vetri posteriori oscurati. Queste due versioni sono disponibili solo in abbinamento alle due motorizzazioni più potenti.

COMMENTI

  • Strano, l'ho già vista in giro per strada (targata e non di un concessionario).
  • Lontana anni luce dalla purezza e semplicità nella linea della versione precedente, quella del 2010, che con il restyling del 2015 aveva raggiunto a mio parere una piena maturità, questo restyling dell'ultima versione della Polo ne migliora alcuni aspetti, almeno sulla carta, senza per questo riuscire a stravolgerne l'aspetto. Rimedia ad un posteriore troppo squadrato e un'anteriore privo di grinta nelle versioni normali (cosa che non difettava invece nella versione R-LINE) senza ripulire la fiancata da quella selva di nervature che ne caratterizzano l'andamento. Peccato che ormai l'offeta dei motori si limiti ad un frullino 3 cilindri, declinato in tre differenti potenze, e che anche la versione "performante" arrivi solo a 110cv, per di più obbligando chi l'acquista, ad adottare il cambio automatico. Un 4 cilindri 1.4 -1.6 cc. forse poteva essere inserito nel vano motore, anche non in versione prettamente sportiva. Arriverà è vero anche la versione GTI con un motore da più di 200cv ma sarà un'auto di nicchia, costosa da acquistare e da mantenere. Avrei visto bene un paio di versioni con 130-160cv, sia benzina che diesel, meno estreme ma divertenti. Mancano ormai da tempo auto pensate per i giovani, magari scarne nella dotazione ma non nella cavalleria. Nonostante tutto, del lotto delle seg. B del gruppo, la ritengo ancora la migliore tra linea e value for money.