ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Dataforce
Il settore continua a zoppicare

Dataforce
Il settore continua a zoppicare
Chiudi

Mese di maggio ancora in calo per il noleggio a lungo termine di autovetture, a -22,64% nei confronti dello stesso mese del 2019 (il 2020 era praticamente fermo…), ovvero con ben 7.500 veicoli mancanti, che portano così a 11.000 il disavanzo sui primi cinque mesi di due anni fa (a -8,25%). Il dato è naturalmente migliore del mercato in generale (-19,21%), ma sommato al disastro del noleggio a breve (-50,92% e con un cumulato nei primi cinque mesi dell’anno a -58,24%) e al calo delle auto-immatricolazioni (a -2,82% sempre sul 2019) mette in allarme l'intero comparto. Va molto meglio, invece, l'andamento dei veicoli commerciali leggeri, che chiude maggio a +6,48% nel lungo termine (sebbene il cumulato resti a -5,71%), ma che torna a crollare nel breve, con un -34,83%, azzerando quasi completamente l’attivo conquistato nel primo quadrimestre. Ora il dato cumulativo di quest’anno mostra un saldo di +0,58% (27 van in più).

Stime di chiusura. La previsione di Dataforce per l’anno in corso rimane non positiva, anche se la flessione ipotizzata per il noleggio a lungo termine è nettamente meno accentuata rispetto a quella degli altri canali. Il settore dovrebbe chiudere a 260.000 immatricolazioni di autovetture, con una crescita rispetto al 2020 del 22,6%, ma, nel confronto con l’annata pre-Covid 2019, risulta in calo dell’8%. Malissimo invece il breve termine, con 75.000 nuove auto, in negativo sia nei confronti del dato finale 2020 (-14,4%) sia verso quello del 2019 (-58%). Per i veicoli commerciali leggeri, la società di business intelligence tedesca indica un totale di nuove immatricolazioni per il lungo a quota 35.000, in flessione sia rispetto al 2020 (-7,8%) sia al 2019 (-16,8%), e di 9.500 immatricolazioni per il breve, cioè -2,5% sul 2020 e -18,9% sul 2019.

Testa a testa Arval-Leasys. Tra gli operatori generalisti, Arval mette a segno un +14,03% da gennaio a maggio, che non basta però a occupare la prima posizione in classifica: nonostante una performance complessivamente inferiore a quella del 2019, a -17,25%, il gradino più alto continua a essere occupato da Leasys. Sul gradino più basso del podio si posiziona ormai stabilmente Volkswagen Financial Services, la captive del colosso automobilistico tedesco, che continua a crescere, anche se solo dell’1,29%, mettendo a segno 14.634 immatricolazioni da gennaio a maggio. Al quarto posto LeasePlan con 12.483 nuove targhe (-22,11%) e quinta ALD Automotive, che conta 10.618 immatricolazioni, con una perdita del 36,34%. Seguono, con un'ottima perfomance, Alphabet, a +45,75% (con 7.053 immatricolazioni), ma grazie soprattutto alla formula del rent-to-rent  per un importante operatore del noleggio a breve termine, Free2Move Lease (4.798 immatricolazioni, +117,7%), UnipolRental (4.372, +23,19%), Mercedes-Benz Charteway (3.526, +67,35%), SIFÀ (2.869, +42,17%), ES Mobility (1.500, -58,32%), Toyota Fleet Mobility (1.032, non era presente sul mercato nel 2019), Athlon (628, -85,27%), Program Autonoleggio (527, +52,31%), Rent2Go (161, -74,92%), PAN (87, -30,95%) e GFC (76, +18,75%). Per i van, il podio è composto ancora da Leasys e Arval, con il terzo posto occupato da LeasePlan.

Nel breve soffrono i big. A maggio la flessione degli operatori di maggiori dimensioni è quella che determina il pessimo risultato del comparto: -58,02%, mentre quelli di categoria media risalgono del 21,81%. Anche le immatricolazioni uso noleggio di Case e concessionari sono in crescita (+53,32%) anche se il cumulato annuale rimane in deficit. Tra gli operatori Avis Budget Italia continua a essere l’operatore che immatricola di più quest’anno (9.897 unità), staccando Europcar (che a 8.651 vetture). La consistenza delle immatricolazioni a uso noleggio dei concessionari e delle case costruttrici è tale che, complessivamente, rappresentano il terzo player del mercato con 7.504 automobili targate, seguiti da Hertz (5.584), Locauto (5.083), SIXT (3.160), Autovia (1.986), Rent a Car Italy (1.588), Noleggiare (1.317) e Demontis (505). Tra le società top, i best performer per i veicoli commerciali leggeri sono Locauto, Avis Budget Italia e Hertz.

COMMENTI