Nuovi Modelli

Audi
Sulla piattaforma Ppe nascerà una berlina elettrica

Audi
Sulla piattaforma Ppe nascerà una berlina elettrica
Chiudi

Con la piattaforma modulare Ppe (Premium Platform Electric) l'Audi fa un ulteriore passo avanti verso la mobilità elettrica. La Casa tedesca ha diffuso una serie di informazioni su questa architettura che è stata sviluppata in collaborazione con la Porsche come erede in versione elettrificata della attuale Mlb Evo, anticipando così l'arrivo di una serie di futuri modelli a emissioni zero dei due marchi di lusso a partire dal 2021.

TechDay insight e-mobility

Quattro piattaforme elettrificate. Prima di entrare nel dettaglio è necessario fare un quadro completo della strategia della Casa dei Quattro anelli. Sul mercato troviamo la e-tron e l'ormai imminente e-tron Sportback, sviluppate sulla base della piattaforma Mlb Evo comune ai modelli endotermici, mentre entro breve tempo vedremo anche la berlina sportiva e-tron GT, costruita sulla J1 comune alla Porsche Taycan e la Q4 e-tron, sviluppata con la Meb già introdotta dalla Volkswagen ID.3. A tutto questo si aggiunge la piattaforma modulare Ppe, sviluppata espressamente per i veicoli premium di segmento superiore.

Modulare premium. Seguendo la stessa filosofia che ha dato vita all'ormai universale piattaforma Mqb e alla cugina elettrica Meb, la Ppe consente di modificare passo, carreggiate e altezza da terra, oltre alla capacità e dimensione delle batterie da 800 Volt con ricarica a 350 kW per adeguarsi a molteplici tipologie di modelli e carrozzerie. Si tratta di veicoli con uno o due motori elettrici (di base solo al posteriore), sospensioni pneumatiche e prese di ricarica su entrambi i lati: vedremo Suv, crossover e modelli crossback e Avant sviluppati su questo schema meccanico. Sappiamo per il momento che uno di questi sarà la Porsche Macan, che abbandonerà così le varianti endotermiche attuali, insieme alla già citata Audi Q4 e-tron.

Audi BEV-Platform

Una Concept svelata tra le righe. Nel corso di una conferenza stampa il team di design diretto da Marc Lichte ha mostrato anche alcuni dettagli di una Concept ancora inedita di una berlina di lusso, visibile anche in alcune delle foto allegate ai comunicati. Al di là della grafica inedita dei gruppi ottici Led anteriori poco si sa del modello, che potrebbe quindi essere svelato in uno dei prossimi saloni internazionali. La base è ovviamente quella della piattaforma Ppe e la sensazione è che la vettura sia stata disegnata con il preciso intento di mostrare un prodotto pronto a combattere con la Tesla ad armi pari. Possibili sinergie con altri costruttori. Secondo le anticipazioni raccolte da Bloomberg in Germania, il gruppo Volkswagen starebbe valutando anche la possibilità di offrire la piattaforma Ppe ad altri costruttori per abbattere ulteriormente i costi di sviluppo. Dopo l'apertura con la Ford per la MEB non è quindi escluso che anche la Ppe possa essere oggetto di trattativa con altri marchi premium, anche se non sono stati citati brand specifici.

Audi e-tron Production at the CO2-neutral plant of Audi Brussels

Le fabbriche. La Casa dei Quattro anelli ha svelato in parte anche la strategia industriale che vedrà il ricollocamento della produzione di alcuni modelli. La versione di produzione della Q4 e-tron, essendo basata sulla piattaforma Meb, verrà assemblata a Zwickau, dove nasceranno anche la Volkswagen ID.3 e la variante di serie della Seat El-Born. I componenti necessari per questi nuovi modelli saranno forniti dalle fabbriche di Kassel, Salzgitter e Brunswick, rispettivamente responsabili della realizzazione dell'elettronica di potenza, delle parti dei motori elettrici e delle batterie. Entro la fine del 2020 la e-tron GT entrerà in produzione nello stabilimento di Böllinger Höfe, vicino a Neckarsulm, affiancando la R8: la due porte continuerà a essere costruita a mano, ma le due vetture condivideranno le linee d'assemblaggio. I modelli plug-in, invece, nasceranno in diverse fabbriche: la Q5 TFSIe sarà assemblata a San José Chiapa (Messico) e la A7 TFSIe a Neckarsulm (Germania), mentre le A6L e-tron e Q2L e-tron saranno costruite in Cina. Per quanto riguarda le future elettriche su base Ppe, l'Audi utilizzerà fabbriche già esistenti: la piattaforma può essere infatti assemblata sulle linee di montaggio standard del gruppo.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Audi - Sulla piattaforma Ppe nascerà una berlina elettrica

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it