Fiat 500X Cabrio: prezzo, uscita e informazioni - Quattroruote.it
Nuovi Modelli

Fiat 500X
La cabrio si farà e costerà meno della T-Roc

Fiat 500X
La cabrio si farà e costerà meno della T-Roc
Chiudi

Una 500X da guidare con il vento nei capelli: non ha ancora tutti i crismi dell’ufficialità, ma è ormai certo. Le voci che si rincorrono da un paio di settimane sul web, sono fondate. Dallo stabilimento FCA di Melfi uscirà, sembra già in primavera, una versione cabriolet della popolare crossover compatta. Dunque, anche il marchio Fiat ha deciso di avventurarsi nella competizione, molto di nicchia, delle Suv a cielo aperto. Un filone iniziato nel 2011 dalla singolare Nissan Murano CrossCabriolet (uscita di produzione nel 2013) e ripresa nel 2016 (fino al 2017) dalla Range Rover Evoque Cabriolet.

Competitiva. A muovere l’iniziativa della Fiat è stato l’arrivo sul mercato della Volkswagen T-Roc Cabrio, lo scorso anno. La versione scoperta della “ruote alte” tedesca sarebbe la rivale naturale della 500X Cabrio per dimensioni, spirito e categoria. Ma, tenuto conto che la versione d’ingresso della T-Roc Cabrio parte da circa 30 mila euro, che è 2.000 euro al di sopra della versione più cara della 500X chiusa, è probabile che la convertibile italiana avrà un vantaggio competitivo sul piano dei listini.

Originale. Rispetto alle Suv scoperte viste finora, T-Roc inclusa, la Fiat non avrà l’intero padiglione tagliato. Manterrà, invece, la struttura delle portiere ed esibirà un tetto di stoffa retrattile che scorre lungo i montanti del tetto fino alla base del lunotto di vetro, il quale dovrebbe essere ripiegabile. Insomma, un layout che ricorda da vicino quello della 500C. Alla base della decisione, motivi estetici ed economici. Tra i primi, la coerenza con, per l’appunto, la versione scoperta della 500, l’originalità rispetto alle concorrenti, nonché la neutralizzazione dell’effetto “vasca da bagno”, piuttosto comune in una cabrio a fiancate alte.

Parsimoniosa. Va da sé, poi, che gli investimenti richiesti per la modifica della carrozzeria in tal modo sono contenuti. La parte più rilevante interessa il posteriore, dove viene eliminato il portellone, sostituito dal lunottino nella porzione superiore e da uno sportello bagagliaio nella parte inferiore, che si aprirebbe a “ribaltina”. In tal modo si minimizzano anche gli attrezzamenti sulla linea di montaggio, che sarà ovviamente condivisa con quella della 500X chiusa, sempre nell’impianto di Melfi, in provincia di Potenza.

Imminente. La 500X Cabrio, che riproporrà i motori benzina, tre e quattro cilindri, della serie FireFly e i diesel Multijet della 500X chiusa, beneficerà anch’essa dell’introduzione in gamma di una versione mild hybrid attesa nel corso dell’anno. La crossover con il tetto retraibile dovrebbe essere svelata già all’inizio della primavera e arrivare sul mercato per l’estate.  

COMMENTI

  • Ho letto altrove che da Melfi hanno smentito: NON ci sarà nessuna 500X cabrio, solo una versione con un tetto apribile piuttosto ampio. Io credo di più a questa storia, non si è mai vista una FCA che investe (col contagocce) in qualcosa che non sia Jeep
     Leggi risposte
  • vendita iveco (forse ot) riguardo i rumors sulla vendita di iveco ad un produttore cinese, sarei molto cauto; gli agnelli hanno ampiamente dimostrato di uscire dai settori nei quali non vedevano sviluppi mel medio periodo o dove non ritenevano di essere sufficientemente alibi in quello che oggi si definisce come "creazione di valore" vedi la cessione di tutti gli asset non strategicamente legati all'auto tipo engineering, costruzioni, editoria, assicurazioni, aerospaziale, ferroviaria ecc. (unica eccezione è stata MM ma hanno incassato talmente tanto che la vendita si è giustificata per il prezzo) qui parliamo di un competitor di livello mondiale nel suo settore, internazionale a livello di produzione, ricerca e mercati di sbocco, che sta per fronteggiare due sfide enormi che rivoluzioneranno completamente il trasporto pesante guida autonoma e propulsione ad idrogeno; io ho dei seri dubbi che escano da un settore dove in futuro i profitti saranno enormi causa la completa sostituzione delle flotte; tra l'altro iveco ben si integrerà/integrerebbe con il megapolo di veicoli commericali leggeri che nasce con stellantis
  • risposta per paolo_m la 500L è a fine vita e si vende praticamente solo più in italia, il settore dei piccoli monovolume non esiste più e nessun grande produttore ne fa/importa per il mercato europeo; lo stabilimento serbo dove viene prodotta dovrebbe essere utilizzato per produrre pare la 500 4p che sarà la vera erede della punto (nulla a che vedere con i render che si vedono su internet) e forse verrà sviluppata sulla base del progetto della panda elettrica; per quanto riguarda la 500x cabrio è una operazione più di mktg che di sostanza: fanno qualcosa di diverso dalle solite versioni/allestimenti speciali, che costano poco e servono solo ad attirare un po' di attenzione sul prodotto "normale". Credo che ne venderanno diverse sia in Italia che in Francia e forse anche negli USA se la esporteranno anche li, perchè seguiranno il puro stile modaiolo che ha caratterizzato la 500 e la 500X; per quanto riguarda i designer, il loro tempo in europa e in nord america è definitivamente finito se non per modelli supericonici e per i marchi di lusso; oggi ogni casa ha i propri centri stile super attrezzati per la progettazione in 3d e per quella in virtuale, il lavoro che viene appaltato all'esterno riguarda per lo più l'ingegnerizzazione; non giudico, ma il mercato è questo.
  • @Vin (rispondi non funziona): grazie per l'informazione su Iveco Defense. Sei pronto ad andare in 500X Cabrio lungo i nuovi Champs Elisee ? (ho appena visto i rendering di come verranno preparati per l'olimpiade)
     Leggi risposte
  • leggo con sorpresa del tangibile rammarico per la prossima uscita di scena della 500l: sono favorevolmente stupito pensando a quanti criticavano ieri la sua piattaforma, magari le stesse persone che oggi denunciano il disimpegno nel segmento in oggetto. speriamo che arrivi una nuova versione facendo notare, però, che, forse, esteriormente sarà un po' diversa: una novità (non una innovazione: precisazione doverosa per bond, incapace di distinguere tra le due opzioni) in un mondo dell'auto dove neppure dacia ha il coraggio di cambiare il duster. quanto poi alla "parsimoniosa" versione cabrio, mi spiace che gli investimenti messi in atto non siano adeguati alle aspettative della redazione: vedremo quanto ciò influenzerà i giudizi. di sicuro l'effetto due porte per una vasca è scongiurato
     Leggi risposte
  • Ma dico io: i suv cabrio non vendono!!! Sono delle vasche da bagno con le ruote, semplicemente inguardabili. Piuttosto si accordino con Mazda per fare una evoluzione della 124 spider (che è cara ma qualcuna ne vendono, sicuramente più di un suv cabrio).
  • la dimostrazione oggettiva di come fiat vale meno di Volkswagen...
     Leggi risposte
  • ...al peggio non c'è mai fine!!!
  • Speriamo la facciano ... e Diesel!
  • Risposta per X- BOND (non viene fuori l'opzione rispondi...) Andiamo per punti. Punto 1: Se la 500L uscirà di scena tra pochi mesi come dici, non ho questa notizia, credo che inutile pure investire quel poco che hanno fatto. Personalmente la ritengo da sempre un'auto onesta, tutto sommato ancora simpatica, in grado di rivaleggiare con modelli ben più giovani in un mercato decisamente ridimensionato come quello attuale. Mi è capitato una volta di utilizzarla e devo dire chemi sorprese sotto molti aspetti. Quello che altri costruttori vendono in questo segmento, non mi pare che sia così diverso e altrettanto spazioso, senza dare l'impressione di essere su un mezzo "da lavoro" con l'abito buono. Dato che poi il listino Fiat è già ridotto all'osso, non vedo perché rinunciare ANCHE a questo segmento. Una motorizzazione come il 1.0cc tre cilindri che hanno in casa avrebbero, a parer mio, potuto installarla. Consumi inferiori, forse, costi di gestione fissi, sicuramente. Come a mio parere avrebbero dovuto mantenere il diesel 1.6cc, che con 130cv avrebbe "mosso" più che dignitosamente anche versioni "avventurose o Sport" di questa piccola monovolume. Punto 2 Ti ringrazio di avermi almeno riconosciuto la ragione sul fatto che, installare un tetto "tipo" 500c su una SUV, chiamarla poi cabrio, lasciando le 4 porte e fare tale operazione su un'auto che ha già 7 anni, sia un'operazione che lascia perlomeno perplessi... Se poi a farlo è una casa che ha ridotto ad una sola vettura un marchio come Lancia, due un marchio come Alfa Romeo ed ha con marchio Fiat, una gamma risicata, con parecchie vetture ben oltre i sei anni di anzianità,e che ogni volta che va in pensione un modello, non lo sostituisce, consentimi, mi pare molto ma molto strano che poi si avventuri a produrre un modello di nicchia del genere. Punto 3 Per grandi firme del design avevo pensato che visto il successo della prima e della terza Punto con Giugiaro e l'Italdesign, altri nomi di quel calibro potrebbero essere chiamati a realizzare una linea che fosse innovativa ma anche nel solco della tradizione italiana, fatta di linee semplici ed eleganti, ma anche in grado di coniugare praticità e spazio a bordo. E per abbassare ancora i costi, affiancarla ad una versione con i chiari richiami Lancia, magari un pelo meno spaziosa a livello di bagagliaio, ma più orientata a regalare un divano degno di una segmento C. Dimensionalmente potrebbe tranquillamente superare di qualche centimetro la lunghezza dell'ultima Punto ed avere un vero bagagliaio da prima della classe (dai 275 litri della vecchia Punto ad almeno 350 litri come la Polo/Ibiza attuali) e un accesso ai sedili, sia anteriori che posteriori, migliore rispetto alle ultime 208 perché avendola provata in concessionaria, l'ho trovata decisamente peggiore sia come accesso ai sedili, specie quelli posteriori, che come spazio interno alla Punto del 2004... (la Corsa ho letto che è molto simile alla 208) Quindi mi auguro che se un giorno decidessero di mettere in produzione un'auto che sostituisca la Punto, in Fiat guardino al lavoro svolto da sempre in quel segmento, e sappiano come ottenere la giusta quadratura del cerchio. Per Peugeot e Opel, le utilitarie sono sempre state importanti, ma mai come per Fiat. E pensare un domani ad una Punto Low-Cost derivata da 208/Corsa a me spiace, e spero che spiaccia anche ad altri.
     Leggi risposte
  • Wow! In FCA ci si prepara a bissare il successone che a suo tempo fece Pluriel in Citroen... Comunque sia è improprio chiamarla cabriolet, piuttosto meglio definirla una softop, tutto lì...
     Leggi risposte
  • Ben venga ogni novità, anche se piccola ....
  • Cmq prima di fare le varie valutazioni che ho letto qui sotto, trattandosi di FCA (ancora per il tempo che manca alla fusione), aspetterei di vedere se la fanno davvero, coi modelli annunciati e poi cancellati da questa azienda si potrebbe fare un elenco grande come quelli telefonici. ...... Poi non saprei, se le indiscrezioni sono vere, a livello industriale costa pochissimo, sostanzialmente elimineranno il lamierato lasciando però la traversa trasversale, quindi non serviranno i costosi adeguamenti strutturali della scocca tipici delle cabrio "vere", di fatto sarà un tetto apribile solo un pò più grande del normale. Prospettive di mercato??? Certamente è una nicchia, ma in uno stagno perennemente fermo, anche un piccolo sassolino fa rumore.....
     Leggi risposte
  • Ma perché? Ma pure la T-Roc.. Le uniche fuoristrada che possono andare senza tetto sono le Jeep CJ e Wrangler il resto non ha alcun senso
     Leggi risposte
  • Effettivamente le priorità sia di Fiat come marchio che Stellants come gruppo mi sembrano ben altre. Questa uscita in una nicchia che fa numeri risibili mi pare per nulla razionale.
     Leggi risposte
  • E' forse l'unico suv che puo' avere senso in versione scoperta. Wrangler a parte ovviamente, ma Wrangler costituisce una categoria a se'
     Leggi risposte
  • Fatemi capire, in FCA per "risparmiare" decidono di non montare i nuovi motori 1.0 sulla 500L come invece viene fatto sulla 500X, decidono di togliere anche la versione diesel 1.6, l'unica che permette di muoversi agevolmente anche a pieno carico, limitandone così ancor più le vendite, ma pensano di investire su una versione semi-cabrio della 500X (che è sul mercato ormai da 7 anni... roba che in una casa automobilistica "normale" sarebbe questo l'ultimo anno di produzione...) che farà numeri ridicoli? Mi auguro che in FCA ci ripensino, e decidano di investire denaro in una nuova "Punto" magari affidando il design a qualche grande firma, in modo che sia bella, con un grande bagagliaio e un abitacolo arioso, curando la qualità. E che eguagli, se non migliori, le ottime doti dinamiche della Grande Punto del 2004 e non sia invece una versione Low-Cost della 208 e della Corsa. E che da essa possa nascere una compatta Lancia, con equipaggiamenti al top e la linea elegante e senza tempo che si merita un marchio del genere.
     Leggi risposte
  • E' un modo per ampliare la gamma di questa valida crossover, a cui non manca senz'altro l'originalità e l'armonia delle linee.
  • Sono davvero sorpreso che in FCA abbiano deciso per una versione cabrio della 500X, auto senz'altro di nicchia ma almeno è una "vera" novità non il solito specchietto per le allodole delle nuove versioni che di nuovo non hanno niente. All'alba della nascita di Stellantis magari è questo un buon auspicio per una maggiore dinamicità di prodotto e chissà potrebbe anche accadere che dopo più di 10 anni torni a comprare un'auto del gruppo.
  • Ottima uscita "frivola" per distogliere l'attenzione dalla vendita da parte di Exor di CNH-Iveco ai cinesi.
     Leggi risposte
  • Sono in accordo con Davide. Non capisco il senso in questo momento. Ovviamente l'investimento sara molto pui basso in respetto altri ma secondo me portebbe molto pui sicuro di investirlo in una macchina come un Alfa o come un sogno una Lancia!!
  • Ma perché non investono per dare una erede alla Punto invece di sprecare soldi in un modello che sicuramente non avrà successo
     Leggi risposte
  • è una 5 porte, quindi è difficile che diventi una vasca da bagno stile land e vw. più probabile che sia una cabrio tipo la 500 c. un po' di fantasia in un mondo, quello dell'auto, depresso dall'ondata ecologista, non farà certamente male
  • Non ne condivido il senso nel produrla, giacchè citando Vasco a mio avviso un suv-cabrio un senso non ce l'ha, ma, se proprio dev'essere, meglio questa 500 allora che si ricollega idealmente a un'idea di "spiaggina" anni 60 delle belle estati di una volta, di una sorta di dolce vita più cinematografica che reale, piuttosto che i due carri armati-cabrio rispettivamente di Land Rover e Volkswagen, quelli davvero terribili...
  • Più volte ho utilizzato questo modello come auto sostitutiva o a noleggio. Io la reputo molto valida, spero solo che verrà aggiornata in profondità e non come si fa di solito in Fiat al risparmio. Con una motorizzazione ibrida poi potrebbe diventare assai più longeva (in vista delle future limitazioni legislative) ed in media le cabrio si tengono in vita più a lungo prima dell'inevitabile rottamazione.