Nuovi Modelli

Audi RS 3
La nuova generazione avrà il torque splitter

Audi RS 3
La nuova generazione avrà il torque splitter
Chiudi

La nuova generazione dell’Audi RS 3 sarà il primo modello del reparto sportivo di Ingolstadt ad adottare l’RS Torque Splitter: sarà questo nuovo sistema di ripartizione continua della coppia tra le ruote posteriori a costituire la novità saliente della terza serie della sportiva compatta.

Com’è fatto il sistema. L’RS Torque Splitter utilizza due frizioni multidisco a controllo elettronico, una per ciascun semiasse posteriore. Durante la guida sportiva, il sistema incrementa la coppia in uscita verso la posteriore esterna, riducendo significativamente i fenomeni di sottosterzo e incrementando al contempo stabilità e agilità. L’RS Torque Splitter rende possibile anche una vera e propria funzione di drifting, inviando tutta la potenza del motore a una sola delle ruote posteriori.

Come funziona. A variare momento per momento la distribuzione della coppia sono due unità di controllo, una per ciascuna frizione multidisco, che usa i sensori di velocità delle ruote che fanno capo all’Esp per intervenire, regolando la ripartizione sulla base di parametri come modalità di guida selezionata, accelerazioni frontale e laterale, angolo di sterzo, marcia inserita, posizione dell’acceleratore e angolo d’imbardata.

2021-Audi-RS-3-005

Stessa potenza, prestazioni più elevate. La nuova RS 3, da un punto di vista motoristico, confermerà il livello di potenza attuale del 2.5 cinque cilindri turbobenzina (400 CV), guadagnando un filo di coppia (da 480 a 500 Nm) e rendendo i valori di punta disponibili su un arco più ampio di utilizzazione: la potenza massima è disponibile da 5.600 a 7.000 giri, la coppia massima dai 2.250 ai 5.600. Di conseguenza, lo 0-100 km/h è stato ridotto di tre decimi (3,8 secondi) e la velocità massima con l’RS Dynamic package (che prevede anche i freni carboceramici) tocca i 290 km/h (restano comunque disponibili le opzioni standard del limitatore a 250 o optional a 280 km/h). Confermato anche il cambio sette marce a doppia frizione.

Sette modalità di guida (tre sono RS). Tra le altre novità della RS 3 di terza generazione, figura anche una nuova unità modulare per il controllo della dinamica veicolo, che assicura un’interazione più rapida tra le varie componenti elettromeccaniche della catena cinematica: l’mVdc sincronizza le due unità di controllo delle frizioni multidisco del Torque Splitter, gli ammortizzatori adattivi e il selettore delle modalità di guida, che ora offre sette diverse opzioni: Efficiency, Comfort, Auto, Dynamic, RS Individual, RS Performance ed RS Torque Rear.

2021-Audi-RS-3-008

La RS Torque Rear e la RS Performance. Nelle prime due modalità la coppia viene distribuita su tutte e quattro le ruote con prevalenza all’asse anteriore. In Auto la ripartizione è bilanciata, mentre dal Dynamic in su è prioritario l’invio alle ruote posteriori. L’ultimo stadio di questa curva è nella modalità RS Torque Rear, con cui il 100% della coppia può essere inviata alla ruota posteriore esterna rispetto alla traiettoria, per agevolare i traversi. La modalità RS Torque Rear condivide inoltre i setting più aggressivi per motore e trasmissione con la RS Performance, sviluppata invece per garantire un assetto il più possibile neutrale e per dare il meglio di sé in abbinamento agli pneumatici semislick (optional) Pirelli P Zero Trofeo R.

Sospensioni e sterzo. La nuova RS 3 monterà di serie sospensioni sportive con ammortizzatori specifici che garantiscono una particolare reattività sia in compressione, sia in estensione. A richiesta ci sono inoltre le sospensioni RS sport suspension plus con ammortizzatori adattivi che lavorano secondo tre curve di assorbimento. In entrambi i casi, lo schema prevede il classico McPherson all’anteriore e un multilink a quattro bracci con molle e ammortizzatori separati al posteriore. L’assetto, inoltre, risulta ribassato di 10 millimetri rispetto all’Audi S3 e di 25 rispetto alle A3 standard. Non manca, infine lo sterzo con assistenza progressiva, a sua volta ottimizzato per lavorare al meglio in combinazione con il nuovo RS Torque Splitter.

COMMENTI