Nuovi Modelli

Renault Austral
Spaziosa, sofisticata, solo ibrida: ecco la C-Suv alla francese - VIDEO

Renault Austral
Spaziosa, sofisticata, solo ibrida: ecco la C-Suv alla francese - VIDEO
Chiudi

Con la Austral, la Renault rinnova totalmente la sua offerta nel segmento C delle Suv, vero cuore pulsante del mercato europeo. L'erede della Kadjar è diversa sotto tutti i punti di vista dal modello che sostituisce ed è frutto della stessa filosofia che ha portato alla nascita di modelli di rottura come la Arkana e la Mégane E-Tech. La nuova sport utility porta al debutto tecnologie e soluzioni inedite per il marchio e sarà ordinabile dalla metà dell'anno, con le prime consegne previste in autunno e prezzi, ancora stimati, che dovrebbero partire da circa 30 mila euro.

Renault Austral - La Suv volta pagina

Più grande e spaziosa. La Austral è la prima Renault a utilizzare la piattaforma modulare Cmf-Cd, che ha permesso di migliorare spazio, sicurezza ed efficienza e apre la strada a una gamma di propulsori elettrificati. Rispetto alla Kadjar, la C-Suv è cresciuta in tutte le dimensioni e introduce un design più aggressivo e geometrico: è lunga 4,51 metri, ha un passo di 2,67 metri (20 mm in più) e i cerchi fino a 20". Il bagagliaio ha una capacità variabile da 430 a 555 litri in base alla motorizzazione, inoltre il divano posteriore scorre di 16 centimetri ed è regolabile su tre inclinazioni per offrire maggiore confort ai passeggeri. L'altezza minima è di 170 mm e lo spirito off-road è sottolineato dagli skidplate applicati nella parte inferiore dei paraurti. I sottili gruppi ottici a Led a sviluppo orizzontale (con Matrix Led frontali opzionali ed effetto 3D posteriore), così come il mix tra cromature e superfici nero lucido, sono invece elementi che strizzano l'occhio al mondo delle premium. Non manca, poi, il logo Renault di nuova generazione introdotto di recente. Persino le tinte esterne presentano novità, visto che alle tinte standard e bicolore si uniscono, per la prima volta, anche le varianti opache.

La plancia OpenR. Gli interni si sviluppano intorno all'OpenR, ovvero la struttura digitale "a L" già introdotta con la Megane E-Tech. Gli schermi presentano superfici Gorilla-Glass con bordi di alluminio e misurano 12,3" per la strumentazione orizzontale (con quattro modalità personalizzabili) e 9" o 12" per l'infotainment a orientamento verticale. A questi si aggiunge l'head-up display con diagonale di 9,3". Il volante, di forma quasi rettangolare, offre una visuale ottimale sui display, mentre il cambio automatico è gestito dal comando digitale E-Shifter, che libera spazio nella console centrale. Qui, troviamo un bracciolo regolabile e la piattaforma di ricarica wireless, ma per i modelli base è ancora previsto il cambio manuale con una serie di comandi fisici sui lati. Oltre a una spiccata ricerca sulle finiture e sui materiali, con Alcantara e legno a sottolineare la qualità degli allestimenti più ricchi, la Austral vanta anche un'attenzione particolare all'illuminazione, che sfrutta i Led e un software basato sul ritmo circadiano per offrire ai passeggeri la migliore esperienza di viaggio possibile.

Solo benzina e solo ibride. I clienti potranno scegliere la Austral in cinque versioni benzina ibride, senza l'opzione diesel e senza quella elettrica pura. Alla base della gamma troviamo le mild hybrid con sistema a 12 Volt da 140 e 160 CV, e quella con tecnologia a 48 Volt da 160 e 130 CV, affiancate dalle Full Hybrid E-Tech da 160 e 200 CV. L'Austral mild hybrid a 48 Volt, pensata come sostituta del diesel, adotta il tre cilindri 1.2 turbo da 130 CV con cambio manuale e dichiara una media di 5,3 l/100 km e 123 g/km: è già predisposto per le severe regole Euro 7 che saranno applicate in futuro. Le mild hybrid 12 Volt utilizzano invece il motore quattro cilindri 1.3 turbo, sviluppato in collaborazione con Daimler e abbinato al cambio manuale o all'automatico X Tronic con livelli di potenza di 140 e 160 CV: il consumo medio, in questo caso, è di 6,2 l/100 km con 136 g/km di CO2. La variante E-Tech full hybrid utilizza il tre cilindri di 1.2 litri abbinato a un motore elettrico da 68 CV e alla batteria da 1,7 kWh. Il cambio automatico vanta cinque marce dedicate alla propulsione endotermica e due per quella elettrica. La Casa dichiara una media Wltp di 4,3 l/100 km e 105 g/km di CO2. 

Al debutto (nel segmento) le quattro ruote sterzanti. Il telaio offre due varianti distinte: le sospensioni posteriori sono infatti a barra di torsione per i modelli standard e multilink per le versioni con asse posteriore sterzante 4Control Advanced, una tecnologia sperimentata in casa Renault ma ora capace di un angolo di 5 gradi contro i 3,5 delle generazioni precedenti, per la prima volta introdotta nel segmento C dal costruttore transalpino. Rispetto alla Kadjar, la piattaforma risulta sensibilmente più rigida e la Renault ha puntato anche al contenimento della massa totale, tanto da rimanerla entro quota 1.400 kg per la variante d'ingresso con motore mild hybrid. Non sono previste versioni a quattro ruote motrici, ma alcune Austral sono dotate del pacchetto Extended Grip che aggiunge alle modalità del Multi-Sense i settaggi Snow e All Roads.

2022-renault-austral-07

Adas di livello 2 al completo. La possibilità di poter adottare una piattaforma di nuova generazione e, di conseguenza, un intero sistema operativo di nuovo disegno, ha permesso alla Renault di portare sulla Austral tutti i più recenti sistemi di guida assistita di Livello 2. Sono in totale 32 i dispositivi di serie e opzionali che possono essere adottati sulla Suv francese; tra questi troviamo l'Adaptive Cruise Control con Stop & Go e Lane Centering, il Traffic Sign Recognition con Speed Alert, l'Eco-Driving Assistant ed il 360° Around View con 3D Camera per l'Automatic Park Assist.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Renault Austral - Spaziosa, sofisticata, solo ibrida: ecco la C-Suv alla francese - VIDEO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it