Nuovi Modelli

Maserati GranTurismo
La Trofeo e la Modena avranno il V6 Nettuno

Maserati GranTurismo
La Trofeo e la Modena avranno il V6 Nettuno
Chiudi

Addio V8, benvenuto Nettuno. Nella sua nuova generazione la Maserati GranTurismo abbandonerà l'iconico 4.7 aspirato in favore di un 3.0 V6 biturbo, senza dimenticare la versione elettrica Folgore. A confermare, ancora una volta, l'arrivo del sei cilindri sulla coupé è stata proprio la Casa del Tridente, che ha anticipato i primi dettagli della due porte in attesa della presentazione ufficiale, per la quale bisognerà aspettare ancora qualche settimana. L'auto, però, si può già vedere senza alcuna camuffatura: gli unici adesivi sono quelli del Tridente presenti sul cofano motore e sulle fiancate, proprio come sul prototipo della sorella Ev che il costruttore ha portato in California durante la Monterey Car Week.

Trofeo o Modena. La nuova GranTurismo a benzina verrà proposta nelle due versioni Trofeo e Modena, ma non è da escludere che nei mesi successivi al lancio la gamma possa arricchirsi di altri allestimenti. Al debutto, la Modena (protagonista delle immagini di presentazione) sarà l'accesso al mondo delle GT del Tridente, mentre la Trofeo sarà il modello più affilato, pensato per i clienti che vogliono le prestazioni più elevate e un maggiore piacere di guida. Le due vetture avranno con tutta probabilità una differente taratura dell'assetto e un impianto frenante diverso. Per parlare di potenze, però, è ancora presto. Quello che sappiamo, tuttavia, è che la versione più performante della gama sarà l'elettrica Folgore, mentre per le Modena e Trofeo ci si devono aspettare potenze attorno ai 500-600 CV. La Suv Grecale Trofeo arriva a 530 CV, mentre sulla MC20 il V6 Nettuno tocca quota 630: è lecito dunque pensare che la GranTurismo Trofeo possa trovare spazio tra queste due versioni con un'evoluzione da circa 600 CV del sei cilindri. Tutti da scaricare sulle sole ruote posteriori.

Due "occhi" dietro. Le immagini rilasciate dalla Maserati ci consentono di osservare alcuni dei dettagli che caratterizzeranno la nuova GranTurismo. I richiami al modello originale sono più che chiari: oltre alle proporzioni, con un lungo cofano e una coda massiccia, la seconda generazione della coupé riproporrà le linee muscolose che hanno fatto la fortuna della sua antenata. Pure i gruppi ottici saranno un tributo al passato, soprattutto dietro. Davanti, invece, ci sarà maggiore spazio per il nuovo corso stilistico Maserati, con fari ispirati alla MC20, un paraurti dalle linee morbide e un cofano con integrati quelli che sembrano essere due piccoli estrattori aerodinamici. Per parlare di interni, Adas e tecnologie è ancora presto, ma già si possono notare alcune chicche, come le due videocamere posteriori. Vista la particolare conformazione del lunotto, la Maserati potrebbe infatti introdurre uno specchietto retrovisore interno di tipo ibrido, ossia con lo specchio tradizionale che, al tocco di una leva, si trasforma in un display che mostra al guidatore le immagini catturate dalla telecamera integrata nella pinna sopra il tetto (la retrocamera per le manovre troverà spazio vicino alla maniglia per l'apertura del baule, sotto la scritta Maserati).

75 anni di GT. La particolare livrea che verrà utilizzata durante i test stradali in vista del debutto, nei quali saranno coinvolti alcuni dipendenti dell'azienda, è un tributo ai 75 anni delle GT di Modena. Le origini del mito gran turismo risalgono infatti al 1947, anno in cui la Casa del Tridente portò al debutto la A6 1500, una lussuosa due porte dalle prestazioni particolarmente elevate per quel periodo.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Maserati GranTurismo - La Trofeo e la Modena avranno il V6 Nettuno

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it