Tutor Le 13 cose da sapere sui rilevatori di velocità

×
 

Il Tutor è la denominazione commerciale del Sicve, Sistema informativo per il controllo della velocità. Si tratta di un’apparecchiatura sviluppata all’inizio degli anni 2000 dall’allora società Autostrade con l’obiettivo di misurare la velocità media tra due “portali” controllati da telecamere.

Attualmente sono 333. Il Sicve fu omologato il 24 dicembre 2004 e i primi portali furono attivati nel 2005. Attualmente sono 333 i portali attivabili di volta in volta dalla polizia stradale e 242 i tratti di autostrada, in genere di lunghezza compresa tra 10 e 25 km, che possono essere tenuti sotto controllo, per una lunghezza complessiva di circa 3.100 km.

Presunte falle del sistema. Fin dal loro debutto, molte leggende sulle caratteristiche e sulle falle del sistema hanno iniziato a circolare tra gli automobilisti. Molte di queste girano ancora oggi. In questa gallery vi proponiamo le 13 dicerie più popolari, spiegando come stanno realmente le cose.

Mario Rossi

Roberto Bianconi

...cancellate anche i commenti???

COMMENTI

  • Ma dov'è la gallery? Io vedo solo la prima pagina..
  • Nel frattempo sulla A1 sono stati aggiunti altre nuove tratte contollate da tutor....
  • la 14cesima e' l'aumento degli incidenti in concomitanza con la partenza del tutor (cartaceo societa' autostrade)
     Leggi risposte
  • non ho letto tutti i gli innumerevoli commenti! ma vorrei far notare che se la tecnologia ha fatto progressi enormi, e le auto moderne hanno standard di sicurezza elevati lo stesso non si può dire per il conducente, anzi! il signore che vanta una milionata di km senza incidenti in 47 anni, sicuramente non ha più i riflessi e la freschezza fisica di 30 anni fa, avrà acquisito una esperienza enorme ma forse ha dimenticato la regoletta dello spazio di reazione! e a 180 km/h i metri percorsi in un secondo sono 50 sia con un Audi da 180 CV che con una Ferrari da 500 CV. Aggiungo che rispettare il C.d.s. e i limiti, non è una vergogna e men che meno un reato!
     Leggi risposte
  • Mi sembra un ottimo articolo, che chiarisce molti punti e sfata alcune "leggende metropolitane". Solo un appunto al commento alla foto 12, che si contraddice: "Per non farsi multare dal Tutor basta fermarsi in un’area di servizio in modo da abbassare la velocità media del viaggio. FALSO." ma poi più sotto dice "Nel rarissimo caso in cui tra i due portali vi sia un’area di servizio, la sosta consente certamente di abbassare la velocità media e, quindi, di “sfuggire” alle maglie del Tutor." Non so quanto siano rare le aree di servizio nelle tratte coperte da Tutor, sta di fatto che su entrambe le autostrade che collegano il Piemonte orientale e la Lombardia a Genova tali aree ci sono (e ben 2 sull'A26), in entrambe le direzioni. Sono fra l'altro tratte "ghiotte" per gli amanti della guida, spec. la Serravalle - Genova (che poi è la vecchia "Camionale" degli anni '30, con perfino una curva a raggio variabile che si restringe in uscita!). Se poi estendiamo il concetto alle aree di parcheggio, che sono molte di più, il tutor è facilmente aggirabile. Infatti una volta io, mentre rispettavo i limiti, fui superato da una Porsche nel tratto "millecurve" fra Busalla e Bolzaneto (in cui devo dire che oggi gli automobilisti sono quasi tutti rispettosi del limite) che andava a velocità sostenuta, e, a dire il vero, viste le condizioni della strada, della luce, di scarso traffico, e del guidatore (si vedeva che è uno bravo), poteva tecnicamente farlo. Ovviamente ho pensato "ma questo ha dei santi in paradiso per andare così senza preoccuparsi di essere beccato dal Tutor?". Poi ho capito il trucco: quasi alla fine del tratto tutto curve, in una piccola area di parcheggio, ho ritrovato la Porsche ferma come un cagnolino che si è messo a cuccia. Evidentemente il suo guidatore conosce a memoria l'autostrada, aree di parcheggio comprese, è munito di un buon cronometro...ed ha - beato lui - molto tempo da perdere, perché alla fine è arrivato dopo di me.
  • Trovo davvero incredibili i commenti del tutto fuori dalla realtà del sig. costantini. Sono davvero stupefatto, soprattutto dalla sua pacifica confessione di violare sistematicamente le regole del codice della strada. Non posso fare altro che augurarmi che quanto prima venga mutlato come merita...
     Leggi risposte
  • Lei ha perfettamente ragione. Io che in 44 anni di patente hp guidato 47 tipi di auto da 18 a 507 cv sia in strada che in pista, confermo la sua posizione. In un post qui sotto stigmatizzavo il fatto che se la patente dovessero darla solo a chi sa davvero guidare i patentati sarebbero il 50% ma oi a chi venderebbe Marchionne le sue squallide Panda e 500? Un partecipante alla discussione non concordava con la mia idiosincrasia per queste auto, ma è chiaro che se le auto fossero tutte come le audi o le bnw avremmo molti meno incidenti a parità di qualità di patentati. In germania l'auto più piccola è la golf 1600 (un altro pianeta rispetto alla panda) e infatti gli incidenti sono la metà che in italia anche senza limiti della velocità. C.V.D.
     Leggi risposte
  • una Panda a 130 km/h è ingestibile ... una BMW AUDI o SUBARU hanno un perfetto controllo anche ai 180 km/h ... Poi,se la Panda è guidata da un rincoglionito / a ,diventa una mina vagante anche ai 60 km/h
     Leggi risposte
  • Una cosa vorrei aggiungere, attenzione se si traina un rimorchio (e.g. per il trasporto attrezzature sportive), it Tutor legge la targa del rimorchio e applica il limite di 80Kh in autostrada. Esperienza personale sulla Milano-Varese.
  • Consentitemi di dire che, nei commenti, intravedo un mescolamento di considerazioni sacrosante ed argomentazioni parecchio lunari. Per me 130 km/h in autostrada è un limite più che adeguato: me lo terrei ben stretto invece di questionare su un incremento, dato che nella maggioranza dei Paesi europei vigono limiti più bassi - i tanto decantati tratti "senza limiti" delle Autobahn tedesche sono ormai veramente pochi. I 150 km/h sarebbero forse ipotizzabili, in via sperimentale, su tratte molto particolari come la A35 BreBeMi, che è un rettilineo in mezzo al nulla con ottimo asfalto e bella visibilità; l'eventualità se non erro è prevista dal Codice della Strada, ma se nessun ente si è mai preso la briga di attuarla un motivo c'è eccome: legittimerebbe di fatto velocità fino a 168 km/h senza multe consistenti, e tale andatura è pericolosa se tenuta da conducenti non esperti. Per quanto riguarda i "serpentoni", in molte condizioni di traffico sono l'unica alternativa sicura, e aggiungerei che TUTTI devono rispettare la distanza di sicurezza in tali condizioni... inclusi quelli con auto "modificate" in ottica estetica e/o prestazionale, che tendenzialmente, per quanto vedo nel quotidiano, sono i primi ad attaccarsi al sedere dell'auto che li precede - forse sentendosi "esperti". Esperti a creare situazioni di pericolo. Fine della chiosa, e senza polemica alcuna. Ciò detto, è evidente che una buona padronanza del veicolo in situazioni d'emergenza aiuta ad evitare incidenti, ma si scopre l'acqua calda. Io stesso, che di incidenti non ne ho mai avuti, sono stato "salvato" da un buon riflesso in almeno due occasioni, in particolare quando un pirla mi aveva preso una grossa rotonda in contromano a velocità sostenuta.
     Leggi risposte
  • interessante questa guida.
  • ...come non quotare Enrico Costantini...la stragrande maggioranza della gente "va in auto" e solo una piccola percentuale invece "guida un'auto"...guidare un'auto significa avere il mezzo in perfetto ordine ed efficenza, in qualsiasi condizione...chi frequenta track-day o pista sa che gli ammortizzatori di serie vanno bene solo per uscire dalla concessionaria, idem spesso per le pastiglie dei freni ed a volte per le gomme...ave cura dell'auto e tenerla in perfetto ordine significa aver cura di se stessi e di quelli che trasporti. Tutor e velox sono solo elementi di distrazione per chi deve andare da A a B in sicurezza. in autostrada facile addormentarsi se viaggi rilassato fumando e telefonando...vai nel culo a quello davanti...se guidi concentrato e senza altre distrazioni eviti la maggior parte delle situazioni di pericolo che ti potrebbero capitare...mio modesto parere.
     Leggi risposte
  • Sono piuttosto stupito da quanto interessino i tutor, negli articoli sui velox messi (anche) a tradimento in tutta Italia di solito ci sono 5 commenti. Come al solito sono fuori.
     Leggi risposte
  • Salve, io abito in Campania e uso la Salerno- Reggio Calabria, dove c'è i lVergilius. Il funzionamento è lo stesso, grazie.
  • La 14^ cosa da sapere è che a me crea grossi problemi di colpi di sonno, soprattutto di sera sulla A14. Ci sono dei tratti in cui guidare in quel modo è veramente pericoloso e sono sicuro di non essere l'unico a pensarla così. Per sostenere le loro tesi non divulgheranno mai i dati su quanti incidenti sono stati causati da colpi di sonno (e sicuramente ci sono). Sicuramente consentire i 150 non sarebbe un azzardo, almeno in certi tratti. Molti di noi sono viaggiatori di professione per i quali no è indifferente fare 20 chilometri all'ora in più su scala settimanale, mensile o annuale...
     Leggi risposte
  • I limiti di velocità sono (volutamente) anacronistici: una fiat 1100 nel 1960 frenava da 100 a zero in 62 metri oggi qualunque utilitaria può farlo in 40 metri. E le auto sportive anche in 36/38 metri. E non solo, la tenuta di strada e la maneggevolezza sono enormemente superiori, e sono dotate di cinture e air bag che la 1100 non si sognava. Inoltre è noto da una ricerca che la velocità è causa solo nel 14% degli incidenti, il resto è per via di guida da parte di unbriachi o drogati, colpi di sonno, disattenzione, telefonini, poca padronanza del mezzo che si conduce, gomme, sospensioni e freni in disordine e via dicendo. E non ultimi gli incidenti causati cercando con gli occhi gli autovelox e i tutor per paura anzichè concentrarsi sulla guida. I limiti più logici, se limiti volessimo mettere, sarebbero 70 in città, 100 fuori città, 110 sulle tangenziali a doppia corsia e 160 sulle autostrade, escluse quelle di montagna dove manterrei i 140. Ma così facendo lo stato perderebbe migliardi di multe e il pil non crescerebbe per i mancati incidenti. (come in Germania dove sono molti meno nonostante la velocità libera). Gli conviene lo status quo.
     Leggi risposte
  • Ciao a tutti, io avrei un dubbio che non sono riuscito a chiarire leggendo l'articolo: Alcuni sostengono che se si raggiunge il varco d'ingresso del Tutor ad una velocità inferiore al limite di velocità, si può successivamente accelerare superando il limite senza incorrere in una sanzione. Pare infatti che il tutor si attiva solo se la vettura supera il limite di velocità in fase di ingresso nel varco e non nell'intervallo di spazio tra i due varchi. E' corretto? Grazie mille per il chiarimento!
     Leggi risposte
  • Certi limiti di velocità non dovrebbero + esistere. Oggi le auto sono sicure, hanno tutti gli accorgimenti possibili ed inimmaginabili per renderci il viaggio comodo confortevole e sicuro. Sulla Cisa per esempio, alcune curve vanno affrontate con molta attenzione, ma il limite di 80 orari mi sembra alquanto riduttivo.
     Leggi risposte
  • Il paese più avanzato d' Europa, (Germania), non ha i limiti di velocità in autostrada e non mi risulta che abbiano grossi problemi in fatto di incidenti stradale. Noi invece abbiamo questi maledetti dispositivi che ti obbligano a velocità da far venire colpi di sonno e non ti fanno neanche godere il mezzo che guidi.
     Leggi risposte
  • C'è una cosa importante che non è chiara, visto che si trovano pareri discordanti: la presenza del sistema TUTOR deve essere segnalata, come nella foto 1 dell'articolo, o basta il semplice avviso di rilevazione velocità? Si stanno creando leggende metropolitane sui rilevatori di velocità presenti sulla Via Aurelia S.S.1 in uscita da Roma. Una volta c'era il segnale TUTOR, ora è scomparso. C'è chi dice che è obbligatorio, chi afferma che non lo è più. Spero di avere qualche informazione certa. Grazie
     Leggi risposte
  • Relativamente al punto 14 "Non esistono due tratti consecutivi coperti dal Tutor" ho un dubbio che nessuno mi ha mai chiarito completamente. Prendendo come esempio la A8, in direzione Milano ci sono quattro portali tutor indicativamente posti a Gallarate / Busto Arsizio / Castellanza / Origgio (tra l'altro inframmezzati da numerose entrate/uscite). Quindi in base a quanto scritto nell'articolo il tutor dovrebbe controllare la velocità media solo tra i portali Gallarate-Busto e Castellanza-Origgio e non in quello Busto-Castellanza. Qualcuno può confermare?
     Leggi risposte
  • il tutor in autostrada non è un problema... il problema sono tutti quei maledetti autovelox che distraggono un sacco dalla guida oltre a creare situazioni pericolose tra chi conosce tutti le postazioni e chi no. ho viaggiato recentemente sulla tangenziale sud di parma dove è quasi tutta un 70 m/h(assurdo essendo a due corsie con pure quella di emergenza) dove la gente che non conosce i posti dei nuovi autovelox è costretta a stare in prima corsia mentre quelli del posto spesso sfrecciano a velocità ben superiori ai 70! ho citato un caso che conosco ma credo sia comune a quasi tutte le tangenziali delle città
  • il tutor in autostrada non è un problema... il problema sono tutti quei maledetti autovelox che distraggono un sacco dalla guida oltre a creare situazioni pericolose tra chi conosce tutti le postazioni e chi no. ho viaggiato recentemente sulla tangenziale sud di parma dove è quasi tutta un 70 m/h(assurdo essendo a due corsie con pure quella di emergenza) dove la gente che non conosce i posti dei nuovi autovelox è costretta a stare in prima corsia mentre quelli del posto spesso sfrecciano a velocità ben superiori ai 70! ho citato un caso che conosco ma credo sia comune a quasi tutte le tangenziali delle città
  • Sono almeno 8 anni che in autostrada faccio almeno i 160 (sono un buon pilota e ho guidato anche in pista), ma avendo l'accortezza di passare sotto ai vari tutor a 120 all'ora, e poi riaccelerare con la memoria del cruise control, e non ho mai ricevuto una multa che è una. (comunque guido un auto aziendale). Quindi deve esserci qualcosa che tocca in tutti i ragionamenti dell'articolo. Il mio caso non può essere solo fortuna. E in ogni caso vedo un sacco di auto che fanno velocità anche superiori alla mia (almeno il 10%) e anche la loro non può essere solo contare sulla fortuna. Come la mettiamo?
     Leggi risposte
  • Non ho mai considerato il tutor un problema....in autostrada faccio i 120/130 col cruise e si fanno dei metri. I problemi sono in extraurbano, viaggiare sempre con la paura di prendere multe.....adesso arriverà SH a dire "Eh, ma basta rispettare i limiti....", ho capito Io, ma dovrebbero essere consoni, commisurati alla strada che si sta percorrendo, non ad minchiam per fare grana, tipo i 50 sulle arterie periferiche a 4 corsie. Cmq...roba già detta e ridetta.....roba che sta a valle del bisogno di soldi di comuni e stato. Si potrebbe però discutere di dove sarebbe preferibile destinare i soldi, ormai sono miliardi di Euro/anno.
     Leggi risposte
  • Foto 9 - i 130 km/h non valgono per tutte le strade e autostrade, per esempio sulla S.S. 1 Aurelia da poco dopo il G.R.A. di Roma fino ad Aranova, nei due sensi, vige il limite dei 90 km/h.
     Leggi risposte
  • La cosa importante da sapere sarebbe che il Tutor e' stato dichiarato contraffatto dalla suprema corte di cassazione e la societa' autostrade dovrebbe pertento risarcire la societa' Craft Srl che vinto la causa e ne detiente i leggittimi diritti
  • tecnologicamente quindi ne esce da sconfitto. credevo che il tutor fosse sempre attivo, invece pare che funzioni solo poche ore al giorno, quando c'è qualcuno ad "accenderlo". inoltre si tratta sempre e solo di una coppia di portali: ingresso ed uscita, credevo invece che ci fosse un controllo continuo su tratte estese.
     Leggi risposte
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona