Autostrade A fine luglio riaccesi i nuovi Tutor

Mario Rossi Mario Rossi
Autostrade
A fine luglio riaccesi i nuovi Tutor
Chiudi
 

Il Tutor è morto, arriva il Tutor bis. Lo strumento destinato a sostituire, a partire da luglio, tutti i dispositivi per il controllo automatico della velocità, dopo la sentenza di condanna della Corte d’appello di Roma, non è altro che “una evoluzione del precedente sistema”, come si legge nel decreto di approvazione del 31 maggio 2017, dotato di una nuova tecnologia di riconoscimento della targa senza alcuna modifiche all’hardware attuale.

Tecnologia plate matching. All’anagrafe, diciamo così, si chiama Sicve PM (la denominazione del vecchio Tutor era Sicve), ossia Sistema informativo per il controllo della velocità, in cui PM sta per PlateMatching, dispositivo basato non più sul riconoscimento ottico dei caratteri, bensì sulla corrispondenza delle caratteristiche fisiche della targa fra i portali di ingresso e uscita. Un sistema che promette maggiore efficacia, cioè una riduzione dei casi di errore, secondo il produttore, più frequenti con il vecchio sistema Ocr.

Velocità media. Non cambiano, invece, i criteri di utilizzo, cioè il calcolo della velocità media su tratti medio-lunghi di autostrada (ma il sistema, tecnicamente, può essere impostato anche per il rilevamento della velocità istantanea) e la violazione del limite previsto sull’intero tratto sorvegliato, escludendo cioè limitazioni di velocità occasionali connesse a condizioni diverse (ambientali, cantieri ecc.) che potrebbero interessare solo una parte dell’estesa.

Omologato il 31 maggio 2017. Il Sicve PM risale al 2016. Il 23 novembre di quell’anno Autostrade Tech, società del gruppo Autostrade per l’Italia, presentò al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti la richiesta di approvazione. Che il Mit rilasciò il 31 maggio 2017. Con il vincolo “che la gestione del sistema sia riservata unicamente agli organi di polizia stradale”

Stazioni periferiche e server a Roma. Ma come funziona, nel dettaglio, il Sicve PM? Diciamo subito che è costituito da tre unità fondamentali: le unità di rilevamento del traffico, denominate stazioni periferiche, installate in autostrada, il server di elaborazione centrale di raccolta dati, residente al Cnai, il Centro nazionale accertamento infrazioni della Polizia Stradale, a Roma; un sistema deputato all’accertamento, da parte dell’organo di polizia stradale, delle presunte violazioni rilevate automaticamente dal sistema, anch’esso al Cnai di Roma. In particolare, le cosiddette stazioni periferiche sono composte dai sensori di traffico (in tre versioni di cui due basate su tecnologia radar e una su spire magnetiche annegate nell’asfalto), l’unita di rilevamento dei veicoli, l’unità di elaborazione locale e l’unità di sincronizzazione oraria Gps.

Prima dell’esodo. Come accennato, i primi Sicve PM, la cui sperimentazione è in atto da parecchi mesi, saranno accesi ufficialmente nel mese di luglio, “con priorità sulle tratte più interessate dall’esodo” estivo, come ha anticipato qualche giorno fa Roberto Sgalla, direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia dello Stato. Nei mesi successivi i Sicve PM saranno progressivamente installati su tutta la rete di Autostrade per l’Italia sui 333 portali sui quali è attualmente installato il vecchio Tutor. A regime i tratti controllati saranno 242 per una copertura di circa 3.100 km.

Luciano Cecchi

Mi sono documentato sul sistema Plate Matching che supererebbe i limiti del precedente brevetto alla base del Tutor. L'associazione tra le immagini riprese in due stazioni di controllo (telecamere) diverse si può senz'altro fare senza passare per il riconoscimento del numero di targa con tecniche OCR (Optical Character Recognition), ma poi la multa a chi la mandano?

COMMENTI

  • Mi sono documentato sul sistema Plate Matching che supererebbe i limiti del precedente brevetto alla base del Tutor. L'associazione tra le immagini riprese in due stazioni di controllo (telecamere) diverse si può senz'altro fare senza passare per il riconoscimento del numero di targa con tecniche OCR (Optical Character Recognition), ma poi la multa a chi la mandano?
  • considerando quanto tempi risparmi tra andare a 130 e 160 non ne vale la pena meglio andare nei limiti. Risparmi pure carburante sei più rilassato alla guida e si limita il numero degli incidenti. Come esperienza posso portare quella degli Stati Uniti. Limiti stringenti controlli molto frequenti tutti viaggiano sereni e si va che è un piacere. Diciamo che siamo quasi solo più noi in Italia e altri paesi latini) con questa mania della freccia a sinistra .Basta partire un attimo prima e arrivi tranquillo e sereno.
  • 140 km/h in alcuni tratti sarebbe il minimo con le recenti vetture, senza smartphone ovviamente. Credo ne uccide più la distrazione e l'evidente incapacità di guidare di molti che la velocità oltre i 130 km/h. Non condivido le velocità da pista in autostrada, ma siamo seri, aggiornare di 10-15 km/h gli attuali limiti credo sia opportuno nel 2018, tratto autostradale e clima permettendo.
     Leggi risposte
  • @Francesco Miorin hai ragione pero io vedo e non solo io che in presenza di tutor attivo ci sono svizzerotti tedeschi e altre targhe non italiane che sfrecciano comunque, non è difficile beccarli in uscita dall'italia, basterebbe istruire i tutor a leggere queste targhe ed allapprosimarsi del uscita dal bel paese segnalare alla frontiera che lauto è stata pizzicata ad oltrepassare i limiti, L'agente informato dell'arrivo di quella vettura quindi la ferma e fa pagare subito la sanzione
     Leggi risposte
  • Ovviamente in questi mesi in cui siamo stati privati del prezioso aiuto del tutor, la mortalità sarà salita a livelli altissimi. E pensare che, dopo aver fatto Bologna Milano senza l'ansia da servizio fotografico e senza il solito trenino a velocità controllata, sembrava proprio di viaggiare meglio.
     Leggi risposte
  • In Germania non esistono limiti di velocità su molti tratti autostradali eppure gli incidenti sono molto rari. Il vero problema non è la velocità ma l’incapacità alla guida del 95% dei possessori di patente. Personalmente mi auguro che i Tutor (installati unicamente per fare ‘’cassa’’, come tutti i misuratori di velocità) vengano spenti per sempre e venga inserito un decreto Legge che obblighi tutti i possessori di patente a frequentare dei corsi di ‘’guida sicura’’ al fine insegnare a quel 95% di incapaci cosa vuol dire saper realmente guidare un veicolo!!! Iniziando dai camionisti, da sempre un pericolo costante sulle autostrade nazionali. Appassionato di auto, posseggo e guido sin da quando ero giovane vetture potentissime, ho la licenza di pilota, partecipo a gare in F3 Europea e quando devo rispettare i 130 km orari, soprattutto sull’autostrada del Sole (A1) con una delle mie fuoriserie (auto da oltre 500 CV).....rischio di addormentarmi al volante!!! Motivo per cui riesco a rispettare solo per brevi periodi di tempo il famigerato limite di velocità. Ed una Ferrari che viaggia a 200 km/ora ed è da me guidata sarà sempre più sicura di una Smart lanciata a 130 km/orari ma guidata da un automobilista facente parte di quel 95%...
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19385/poster_f941db38-f451-4820-ab4b-184e431c7c79.jpg La storia della nuova Skoda Karoq http://tv.quattroruote.it/news/video/la-storia-della-nuova-skoda-karoq News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca