Sicurezza

BMW
Richiamo per le plug-in hybrid

BMW
Richiamo per le plug-in hybrid
Chiudi

La Bmw ha richiamato 26.900 veicoli ibridi plug-in, la maggioranza dei quali venduti in Europa, per un problema alle batterie: negli esemplari costruiti tra il 20 gennaio e il 18 settembre di quest’anno, infatti, è possibile che le batterie completamente cariche possano andare in cortocircuito e provocare un incendio.

Anche Mini coinvolta. Secondo la Casa bavarese, il difetto è dato da alcune particelle esterne che potrebbero essere entrate negli accumulatori durante il processo di produzione: quando la batteria è completamente carica, ciò potrebbe causare un cortocircuito all'interno delle celle. Dei modelli interessati, che spaziano dalla Serie 2 Active Tourer fino alla Serie 7, includendo anche alcune Mini Countryman SE, un terzo sono già stati consegnati ai clienti, mentre i restanti sono ancora presso i concessionari. Le modifiche verranno effettuate presso i centri autorizzati del marchio, che ha chiesto ai propri clienti di non ricaricare la propria auto tramite fonti esterne di corrente. Secondo la Casa, il difetto non ha finora causato incidenti o avuto conseguenze sulle persone.

COMMENTI