Sport

Formula 1
Sfuma il ritorno della Porsche

Formula 1
Sfuma il ritorno della Porsche
Chiudi

Appena un anno fa, l’ingresso della Porsche in Formula 1 sembrava ormai una formalità. Le trattative con Red Bull Racing erano ormai il segreto di Pulcinella e ci si aspettava solo un annuncio imminente che riportasse il brand tedesco nel circus. E invece, tutto è cambiato rapidamente e il costruttore è in procinto di gettare la spugna.

I tentativi andati a vuoto. A Milton Keynes avevano aperto le porte alla Porsche, ma i tedeschi sembrano aver giocato male le proprie carte, proponendo una partecipazione significativa nel team – si parla addirittura di quote maggioritarie – che ha irrigidito tutti, portando velocemente la cosa ad arenarsi. Trattative del tutto simili sono state portate avanti sia con la McLaren che con la Williams, ma anche in questo caso non è stata trovata la quadra, lasciando Porsche più indietro rispetto all’Audi. La Casa degli Anelli ha infatti trovato terreno fertile in Sauber e ne ha già acquisito le prime quote già quest’anno, assumendone il controllo totale entro il 2025. Nel frattempo, Red Bull ha virato verso l’America, siglando un accordo con Ford che è un mix perfetto tra marketing e scambio di know-how, senza ulteriori legami.

Concentrati su WEC e Formula E. La Porsche continua a mantenere uno spiccato interesse verso la nuova generazione di power unit della Formula 1, ma sembra davvero improbabile che riesca nel breve termine a trovare un partner con cui tornare nel circus nel 2026. E a dirla tutta, potrebbe essere altrettanto difficile vederla unirsi alla compagnia più avanti, considerando che si ritroverebbero svantaggiati sul piano dello sviluppo rispetto a tutti gli altri. Dunque, il Gruppo Volkswagen avrà solo il marchio Audi in Formula 1, mentre Porsche continuerà a concentrarsi sul Mondiale Endurance e sulla Formula E. A meno di altri colpi di scena.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Formula 1 - Sfuma il ritorno della Porsche

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it