Curiosità

Porsche 928
Look anni 70, ma con 400 CV

Porsche 928
Look anni 70, ma con 400 CV
Chiudi

Dal 1978 al 1995, nei 17 lunghi anni in cui è rimasta a listino, la Porsche 928 è stata prodotta in oltre 60 mila esemplari. Nonostante questo, però, è una delle Porsche meno conosciute dal grande pubblico. Perché è sempre rimasta all'ombra dell'icona di Zuffenhausen, la 911, ma anche perché con il suo schema transaxle, con motore otto cilindri anteriore e cambio (e trazione) al posteriore, è stata una delle creature più particolari mai uscite da Zuffenhausen. Oggi il mito 928 è vivo più che mai e tantissimi appassionati in tutto il mondo le custodiscono gelosamente, restaurandole o aggiornandole con componenti meccanici moderni. Come ha voluto fare Thierry Nardone, un car guy francese che ha fondato la startup Nardone Automotive e che si è avvalso di specialisti italiani del calibro di BorromeodeSilva e Podium Advanced Technologies per creare la 928 dei suoi sogni. Che sarà prodotta, in piccola serie, con l'obiettivo di consegnare i primi esemplari nel 2024.

Stile classico, dettagli moderni. Così è nato un restomod estremamente particolare, che ha fuso in maniera sapiente le linee anni Ottanta (seppur disegnate sul finire del decennio precedente) con tecnologie moderne, come i fari a Led (che sono rimasti "a scomparsa"). L'estetica è stata rivista dallo studio di design di Carlo Borromeo, Fabio de Silva e Filippo Sgalbazzi, mentre la realizzazione della carrozzeria di fibra di carbonio e l'aggiornamento della meccanica sono stati affidati alla valdaostana Podium, già creatrice di modelli come la Delta Futurista di Automobili Amos.

Otto cilindri e 400 CV. Gli interni sono stati completamente ridisegnati e propongono nuove finiture e rivestimenti di pelle Foglizzo e Alcantara, mentre al posto della classica radio è stato installato un sistema Porsche Classic Management System compatibile con Apple CarPlay e casse d'altissima gamma firmate Waterfall Audio. Ma le modifiche più succose sono sottopelle. Il V8 aspirato anteriore, per esempio, è stato totalmente aggiornato e, grazie a una centralina moderna e ad altre modifiche, ora arriva a erogare ben 400 cavalli. Che vengono gestiti da un cambio a sei marce (in luogo del cinque originale) con differenziale a slittamento limitato. Di conseguenza anche il resto della meccanica è stato profondamente rivisto: il servosterzo è elettrico adattivo, l'impianto frenante è stato maggiorato e l'assetto è stato totalmente modificato. Oltre ai nuovi cerchi di lega da 18" con pneumatici Michelin Pilot Sport 5 e a nuovi bracci e portamozzi ridisegnati, la 928 di Nardone monta delle sospensioni adattive a controllo elettronico pensate per affinare ulteriormente la guidabilità della coupé francese.

COMMENTI

  • Che dire? E' un capolavoro! Bella, moderna ma rievocativa, un grande classico aggiornato ai giorni nostri.
  • Molto bella. E, grazie al cielo, non l'hanno massacrata con un motorino elettrico e un set di pile. Apprezzo tantissimo anche l'approccio conservativo dello stile degli interni: puliti e lineari senza apparire poveri e dimessi come invece accade in alcune «applicazioni» contemporanee.
  • Molto sexy questa MILF (Machine Id Like to Fire)
  • Almeno non l'hanno fatta a pile..... peccato per il cambio manuale, per una GT votata più ai viaggi che alla pista è obsoleto.
  • Peccato a benzina v8... Una batteria sotto il cofano, con le gobbe rivolte al basso rendono la vettura godibile. Oramai i cavalli ci sono elettrici, leggera al posteriore.
  • Meravigliosa, anche se la strumentazione mi sembra decisamente sotto tono.