Tesla Battery Day 2020: tutte le novità e gli annunci in diretta live - Quattroruote.it
Eventi

Tesla Battery Day
Confermato un nuovo modello d'ingresso da 25 mila dollari

Tesla Battery Day
Confermato un nuovo modello d'ingresso da 25 mila dollari
Chiudi

Il tanto atteso Battery Day della Tesla è partito con il piede sbagliato. Non appena il live streaming della presentazione è iniziato, molti dei 180 mila utenti collegati a YouTube per seguire la diretta hanno subito iniziato a lamentarsi per l'assenza dell'audio. Un errore talmente eclatante da sembrare quasi studiato, in modo da scatenare commenti sui social. Sistemati i problemi tecnici, l'evento è partito con il classico ritardo accademico: a dare il benvenuto ai pochi invitati, sistemati in una sorta di drive-in composto da decine di vetture del marchio, è stato Alan Prescott, Vice President of Legal and Acting General Counsel, che ha dato il via alla giornata più importante dell'anno per la Casa californiana: già, perché durante l'evento sono state annunciate inedite tecnologie per le batterie e, soprattutto, una nuova auto elettrica da 25 mila dollari.

2020-Tesla-entry-level-1

In arrivo un'entry level. Per quanto riguarda i nuovi prodotti, l'annuncio più importante è stato quello dell'arrivo di un modello d'ingresso gamma che avrà un prezzo di partenza di 25 mila dollari, 10 mila in meno rispetto a quanto inizialmente previsto per la Model 3. Secondo quanto annunciato da Elon Musk, la nuova compatta, della quale non è stato comunicato il nome, disporrà di avanzate tecnologie di guida assistita e dovrebbe arrivare sul mercato entro i prossimi tre anni.

Confermata la Model S Plaid. Entro la fine del 2021 arriverà sul mercato anche la Model S Plaid, una versione ad alte performance della berlina di Palo Alto. La tre volumi sarà in grado di scattare da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) in meno di due secondi e di coprire il quarto di miglio in meno di nove secondi. Ciò sarà reso possibile da un powertrain a tre motori in grado di erogare più di 1.100 CV: l'autonomia sarà superiore alle 520 miglia, equivalenti a 837 km.

Tesla-Elon-Musk-2

Musk sul palco. Come previsto, la prima parte della presentazione è stata riservata alle comunicazioni rivolte agli azionisti. Musk, co-fondatore del marchio, ha iniziato il suo intervento mostrando alcune immagini della costruzione della Gigafactory cinese, completata in soli 15 mesi dall'inizio dei lavori nel gennaio del 2019 all'inaugurazione dello scorso marzo. Dopo aver parlato brevemente della produzione della Model Y e dei pannelli solari per applicazioni domestiche, Musk ha mostrato un grafico con l'andamento finanziario dell'azienda, evidenziando gli ultimi quattro trimestri chiusi in positivo. L'intervento è continuato con un'analisi del mercato automobilistico mondiale e delle performance del marchio. Passando ai prodotti attualmente in commercio, il ceo ha mostrato i risultati dei crash test effettuati da vari enti, affermando che "l'auto più sicura che potete guidare è una Tesla".

Nuovo Autopilot tra un mese. Successivamente, l'imprenditore ha iniziato a parlare del nuovo Autopilot, che ha richiesto una totale riscrittura degli algoritmi di gestione della vettura per proporre prestazioni ancor più elevate. Attualmente in fase prototipale, il sistema di guida assistita sarà lanciato sul mercato statunitense tra circa un mese.

Batterie rivoluzionarie. Terminati gli annunci di mercato, Musk ha parlato delle tecnologie per il futuro, affermando che le nuove batterie sviluppate dalla Tesla consentiranno di migliorare drasticamente le prestazioni degli attuali accumulatori. Senza fornire ulteriori spiegazioni, il ceo ha lasciato la parola ad Alan Prescott che, annunciando una breve pausa, ha invitato gli ospiti a sgranchirsi le gambe senza allontanarsi troppo dalle loro vetture.

Obiettivo energia sostenibile. Tornato sul palco, Elon Musk è stato affiancato da Drew Bagley, Senior Vice President of Powertrain and Energy. I due hanno iniziato a parlare dell'importanza di produrre energia sostenibile a livello globale: la Tesla ha contribuito al contenimento delle emissioni nocive vendendo più di un milione di vetture che, a oggi, hanno percorso complessivamente più di 42 miliardi di chilometri.

Goal One: 20 terawatt. Il primo obiettivo presentato durante il Battery Day è quello di raggiungere 20 terawatt di capacità produttiva di batterie. Attualmente una Gigafactory può produrre batterie per 0,15 terawatt all'anno: per raggiungere i 20 TW a livello teorico servirebbero così 135 fabbriche, ma la Tesla ha in serbo diverse novità che le permetteranno di realizzare un numero maggiore di batterie all'interno dei propri stabilimenti.

Elettriche più economiche. Musk ha poi parlato dell'importanza di contenere i costi della produzione di batterie per auto elettriche. La Tesla punterà così a ridurre progressivamente da oggi al 2025 il costo di nuovi modelli per rendere più accessibili le vetture a zero emissioni. Per questo motivo, il costruttore ha deciso di sviluppare delle batterie partendo da un foglio bianco.

2020-Tesla-batteria-Tabless

Dimezzare il costo per kWh. La Casa di Palo Alto ha sviluppato un piano industriale pensato per dimezzare il costo per kWh delle batterie. Bagley ha così iniziato a spiegare come sono composte e come funzionano gli attuali accumulatori, mostrando come il passaggio dalle celle 1865 del 2008 alle 2170 del 2017 abbia permesso di aumentarne la capacità del 50%. I tecnici della Tesla hanno analizzato i problemi delle batterie sviluppando delle unità "tabless" pensate per essere più facili da produrre, più affidabili e per non avere problemi di surriscaldamento. Le nuove celle, chiamate 4680 per il diametro di 46 mm e l'altezza di 80 mm, potranno così garantire una potenza sei volte superiore rispetto alle attuali, contenere cinque volte più energia e garantire un'autonomia maggiore del 16% costando il 14% in meno. La produzione in serie è già partita su una linea pilota in California, ma il lancio sul mercato non sarà immediato.

Elettrodi a secco. Le batterie attualmente utilizzate dalle auto elettriche sfruttano processi produttivi che richiedono grandi impianti dedicati alla realizzazione degli elettrodi. Le nuove celle della Tesla utilizzano degli elettrodi realizzati a secco che permetteranno, una volta implementati i processi produttivi su larga scala, di realizzare batterie più rapidamente "saltando" alcuni dei passaggi attualmente necessari. Gli accumulatori saranno realizzati su linee di montaggio continue che garantiranno volumi produttivi sette volte maggiori rispetto agli attuali. Ciò permetterà di abbattere il costo produttivo per GWh del 75%: la Tesla punta così ad arrivare a produrre batterie per un totale di 100 GWh all'anno entro il 2022, per poi arrivare a 3 TWh nel 2030.

Spazio al silicio. La Casa californiana ha inoltre pensato di modificare l'approccio nell'utilizzo del silicio per la produzione di batterie: una volta abbandonati i processi attualmente utilizzati, i tecnici hanno ideato un sistema scalabile che permette di evitare costose lavorazioni delle materie prime. Il risultato è un aumento dell'autonomia del 20% e una riduzione dei costi del 5% che va a sommarsi ai risparmi garantiti dalle altre tecnologie sopracitate.

2020-catodi-Tesla

Addio cobalto. I nuovi catodi della Tesla sono stati sviluppati per non utilizzare il cobalto, sostituito dal nickel. La Casa ha pensato di utilizzare differenti tipologie di catodi a seconda del modello: le vetture con un ciclo di vita più lungo, come la Model 3 e il nuovo modello d'ingresso gamma utilizzeranno catodi a base di ferro, mentre modelli come le Model Y, S e X impiegheranno un mix di nickel e manganese. I veicoli che dovranno trainare carichi pesanti, come il Semi e il Cybertruck, utilizzeranno invece catodi con alta concentrazione di nickel. Il costruttore ha inoltre annunciato che, grazie a nuovi metodi di estrazione, nel Nevada ci sarebbe abbastanza litio per elettrificare tutte le auto degli Stati Uniti.

Nuove presse per abbattere i costi. Per contenere i costi di produzione la Tesla ha sviluppato anche nuovi processi produttivi per i telai delle vetture. Utilizzando nuove presse il costruttore potrà realizzare componenti di metallo più facilmente e in tempi più brevi.

Pacco batterie strutturale.
Ispirandosi al mondo dell'aviazione, il costruttore realizzerà delle batterie strutturali per le auto del futuro. Ciò permetterà di ampliare del 14% l'autonomia, rendendo il telaio della vettura più rigido e leggero del 10%. I nuovi accumulatori permeteranno inoltre di risparmiare spazio sul fondo della vettura, a tutto vantaggio dell'abitabilità interna. Questa soluzione utilizzerà inoltre 370 parti in meno rispetto ai pacchi batteria odierni. Tutte queste novità garantiranno alla Tesla di risparmiare complessivamente il 56% a kWh per ciascuna batteria.

COMMENTI

  • 25K di $, in USA, in euro facciamo 30-35K?
  • OK l'auto elettrica, ma chi avrà il coraggio di comprarla senza un garanzia a vita delle batterie, che sono il costo maggiore? Per l'acquisto solo diesel o benzina, per il noleggio, anche elettrica
     Leggi risposte
  • @Buratti, okay vediamo quali sono le "moltissime aziende che stanno portando avanti moltissimi programmi altrettanto validi e innovativi ". Nominane qualcuna, visto che sono "moltissime" e "moltissimi" sono i loro programmi "innovativi". In realta' qualcuna, poche, ce n'e', ma visto che parli a vanvera, di sicuro non sai quali sono e cosa fanno.
     Leggi risposte
  • Ho seguito l'evento interamente. Credo che non sia stato uno show pirotecnico, stile Apple, ma un discorso di contenuti. Non c'e' nessuno che fa quanto TESLA fa sul contetto di cella ed impianto produttivo. Gli altri semplicemente non hanno speranza, se non di seguire, con tecnologie che possono sicuramente raggiungere le prestazioni di Tesla, ma con costi piu' alti e problemi di approvvigionamento.
  • Se nella Model 3 hanno eliminato il cruscotto, nel prossimo modello cosa elimineranno?
     Leggi risposte
  • Se risponde al vero è veramente una bella notizia. Però, a questo punto, non ha molto senso comprare oggi una BEV quando tra pochi anni (2025) ce ne saranno di ben più "performanti" per costo e peso la tecnologia dell'elettrico è ancora in via di maturazione e chi può farebbe bene ad aspettare prima di sostituire la sua auto
     Leggi risposte
  • Non mi tornano alcuni conti. Se le nuove batterie potranno accumulare cinque volte la quantita' di corrente (ampere, suppongo) delle attuali, perche' l'aumento di autonomia e' solo nell'ordine del 16%? F
     Leggi risposte
  • Di sicuro non stanno con le mani in mano....bisogna riconoscere a Tesla il primato di azienda maggiormente "disruptive" nell'automotive.
     Leggi risposte
  • Se è vero ciò che hanno detto gli faccio i miei complimenti.
  • Fa pensare vedere Tesla puntare tutto su Batterie, Autonomous driving & Software ed integrazione verticale. Mentre i costruttori 'tradizionali' si affidano a fornitori esterni e di fatto sono diventati integratori, il loro IP e' limitato ai motori a combustione interna che saranno estinti in 20-30 anni max.
     Leggi risposte
  • 25 mila dollari come specchietto per le allodole, facciamo 35 mila per quella vera su strada; tanta, tanta ricerca sull'anello debole, le batterie. Ora Tesla comincia a far paura veramente ad un'industria che si è sempre crogiolata nella convinzione che per fare auto ci volessero risorse e competenze su bielle e pistoni che solo il ristretto club aveva. Sembra passato un secolo ma era solo 2 anni fa che Marchionne diceva "se volessimo, l'auto elettrica la faremmo domani"; si... Se quanto presentato è vero, l'effetto Apple su Nokia sta arrivando
     Leggi risposte
  • Se i dati sulle future batterie sono esatti, forse è la volta buona che le auto elettriche inizieranno a diffondersi seriamente. Sempre che la rete di ricarica sia adeguata, tanto a livello di produzione quanto di distribuzione.



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg Abbiamo guidato la Tesla Model Y, e va alla grande http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/abbiamo-guidato-la-tesla-model-y-e-va-alla-grande Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/912707e8-9df0-4580-a47f-37aa2886da86?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg Giro di pista - Tesla Model 3 ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-pista-tesla-model-3-awd-mp4 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/cd5b4f8e-f346-42bc-9548-d1463cb91548?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg Tesla Model 3: la prova STRUMENTALE definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/tesla-model-3-la-prova-strumentale-definitiva- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/ddc2702b-38b5-4b8e-acbc-ceda1851e33b?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg Tesla Model 3: fra poco arriva in Europa! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-tesla-model-3-mp4 Eventi https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d4c71a08-b4e2-4f50-97fa-c3b23f4cc7bd?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg Tesla Model 3, l'abbiamo guidata in anteprima! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/anterpima-ecco-la-tesla-model-3-su-strada- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d143920e-4343-40c1-91bb-9e728fa925c1?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg La nuova Tesla Model X in prova! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-tesla-model-x-in-prova Prove su strada https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7446ea00-1f10-4571-ad13-c0599c5f6535?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg Il crash test IIHS della Tesla Model S http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-iihs-della-tesla-model-s1 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/0a6a7965-1017-48d4-a378-e76d433188ac?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg Il nuovo sistema Tesla punta alla guida autonoma http://tv.quattroruote.it/news/video/il-nuovo-sistema-tesla-punta-alla-guida-autonoma News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/76e99f4d-a57c-4b9e-ae67-5b48087dbb7a?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg La nostra prova della Tesla Model S P90D Performance http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-tesla-model-s-p90d Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/4d2016f3-0b63-4d71-aa48-cd76a01be38c?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg Elon Musk presenta la nuova Tesla Model 3 http://tv.quattroruote.it/news/video/elon-musk-presenta-la-nuova-tesla-model-3 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/525cbf49-1098-457a-ac93-4915e0bd2425?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca