Autostrade, trovato l'accordo: entra lo Stato, Atlantia fuori in un anno - Quattroruote.it
Industria e Finanza

Autostrade per l'Italia
Entra lo Stato, Atlantia fuori in un anno

Autostrade per l'Italia
Entra lo Stato, Atlantia fuori in un anno
Chiudi

Dopo quasi due anni, si chiude finalmente la controversa vicenda legata alla concessione di Autostrade per l'Italia (Aspi). Al termine di una riunione durata sei ore, il governo ha infatti trovato il compromesso che porterà, di fatto, alla nazionalizzazione della società autostradale e all'estromissione di Atlantia senza procedere con alcuna revoca della concessione: nel capitale di Aspi entrerà la Cassa Depositi e Prestiti (controllata dal dicastero delle Finanze), mentre la holding dei Benetton scenderà prima al 10-12%, per poi uscire definitivamente in concomitanza con la quotazione in Borsa.

Riunione infuocata. È stata la stessa Atlantia a risolvere l'empasse degli ultimi giorni, presentando, secondo quanto comunicato da Palazzo Chigi, due nuove proposte transattive (nuovo assetto societario di  Autostrade per l'Italia e nuovi contenuti per la definizione transattiva della controversia): tutto ciò, con l'accoglimento di tutte le condizioni dettate da buona parte delle componenti di governo, consente di evitare la procedura di revoca della concessione e, probabilmente, una crisi politica. Del resto la riunione notturna, secondo buona parte delle ricostruzioni, sembra abbia raggiunto toni infuocati al punto da rimanere bloccata per diverse ore fino a quando non è arrivata la proposta risolutiva per mano della holding: il M5S e altri partiti avevano messo nel mirino i Benetton chiedendo la loro uscita da Autostrade per l'Italia e così alla fine sarà.

Futuro da public company. Il consiglio dei ministri ha dato mandato alla Cassa Depositi e Prestiti di avviare, entro il 27 luglio, il percorso che la porterà ad acquisire il 51% della società concessionaria tramite un aumento di capitale riservato, mentre la holding controllata dalla famiglia veneta scenderà intorno al 10%. Con la successiva quotazione in Borsa, Atlantia uscirà del tutto dal capitale e Autostrade per l'Italia diventerà una public company, anche perché i nuovi azionisti dovranno valutare "la smobilizzazione delle quote di Aspi, con conseguente aumento del flottante". Il tutto nel giro di circa un anno. Nello specifico, le due società di sono "impegnate a garantire l’immediato passaggio del controllo" di Aspi a un soggetto a partecipazione statale (ovvero la Cdp), attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato, l’acquisto di partecipazioni da parte di investitori istituzionali e la cessione diretta di azioni a investitori istituzionali graditi alla stessa Cdp. Atlantia, inoltre, ha assunto l’impegno "a non destinare in alcun modo tali risorse alla distribuzione di dividendi". Con lo sbarco in Borsa, i nuovi azionisti dovranno anche valutare "la smobilizzazione delle quote di Aspi, con conseguente aumento del flottante". In alternativa, Atlantia ha offerto la disponibilità a cedere direttamente l’intera partecipazione dell’88% detenuta nel capitale di Autostrade per l’Italia (l'altro 12% è ripartito tra la tedesca Allianz e la cinese Silk Road) alla stessa cassa e a investitori istituzionali di suo gradimento.

Le altre condizioni. Oltre alla nuova governance, le due società hanno accettato tutte le altre condizioni, tra cui la revisione della concessione, i risarcimenti per il ponte Morandi e la nuova metodologia di calcolo dei pedaggi. Infatti, i punti cardine per la risoluzione della controversia riguardano "misure compensative ad esclusivo carico di Aspi per il complessivo importo di 3,4 miliardi di euro", la riscrittura delle clausole della convenzione al fine di adeguarle all’articolo 35 del decreto legge Milleproroghe, un rafforzamento del sistema dei controlli a carico del concessionario e un aumento delle sanzioni anche in caso di lievi violazioni da parte sempre del concessionario. Inoltre, è prevista la "rinuncia a tutti i giudizi promossi in relazione alle attività di ricostruzione del ponte Morandi, al sistema tariffario, compresi i giudizi promossi avverso le delibere dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) e i ricorsi per contestare la legittimità dell’articolo 35 del Milleproroghe. Infine, le due società hanno accettato la "disciplina tariffaria introdotta dall’Art con una significativa moderazione della dinamica tariffaria". Non solo: alla fine Autostrade avrebbe deciso di accettare anche la manleva dei funzionari dei ministeri indagati per le responsabilità civili legate al crollo del ponte di Genova.

Oggi i cda. La partita non è comunque ancora conclusa, visto che la minaccia di revoca scomparirà dal tavolo solo quando gli accordi saranno perfezionati. Intanto, stamane sono previsti i consigli di amministrazione di Atlantia e Autostrade per l'Italia che dovrebbero ratificare l'intesa col governo e avviare le necessario interlocuzioni coi ministeri dei Trasporti e delle Finanze.

COMMENTI

  • Sig. Briarava, Lei non sa di cosa parla, le sue frasi sono povere di significato ma cariche di slogan. Occorrerebbero scelte radicali: ripartire dall'asilo. La saluto.
  • Sig. Briaravia, capisco che Lei sia un pasdaran dei 5 stelle, ma con tutta evidenza è lei che non comprende di che si parla. Fino a due giorni fa Conte ha sostenuto di revoca della concessione ai Benetton (poi è tornato a cuccia), Toninulla ha parlato per anni di revoca, e ancora ieri Giggino il bibitaro ha affermato che la questione revoca non è esclusa. Questi sono i fatti. In base all'accordo raggiunto non vi è alcuna revoca della concessione. Lo Stato non toglie nulla ai Benetton, semplicemente compra, con soldi pubblici, la società che gestisce la rete. E i Benetton ringraziano. Questi sono i fatti. Quindi sostenere "la concessionaria viene tolta al privato e passa in mano statale" è una cretinata colossale, probabilmente frutto di una certa ignoranza in materia.
     Leggi risposte
  • Forse se si ragionasse ricordando che Atlantia ha sulla coscienza 43 morti, vittime del degrado criminale di tutta la rete autostradale sotto la sua gestione, o sul disastro delle gallerie liguri (e non solo) abbandonate da anni, tanto per fare gli esempi più recenti e drammatici, forse si capirebbero meglio certe scelte. C'è un processo penale appena avviato per il ponte Morandi, ci sono ricorsi alla Magistratura per la paralisi del traffico e i conseguenti danni economici in Liguria. Questo certamente ha pesato nelle scelte dei Benetton. Non siamo in Cina, dove lo Stato si prende ciò che vuole, ma in un Paese in cui le leggi tutelano la proprietà e con queste bisogna fare i conti. Non so se questa sia la soluzione migliore, però per onestà intellettuale non diciamo che "paga pantalone". La Cdp è una finanziaria che gestisce il risparmio postale nata proprio per sostenere e investire nell'economia nazionale. Il fisco, per una volta, non c'entra nulla.
  • Dopo un breve aggiotaggio di stato (la s minuscola è dovuta nel caso), tanto per far perdere soldi soprattutto ai piccoli azionisti, i Benetton saranno liberi di investire all'estero tutti i proventi che derivano dalla diluizione delle loro quota in Aspi (senza essere dl tutto fuori da Aspi stessa peraltro, al massimo fuori dal CDA). Solo i grillini avrebbero potuto bearsi di una pagliacciata del genere...
     Leggi risposte
  • Un stato dovrebbe gestire una azienda come un privato facendo utili:ma è una mia pia illusione oppure,dare la concessione in cambio di molti soldi con penali in caso di gestione"non corretta.." e invece,tutte clausole a favore del concessionario che in cambio finanzia legalmente per carità,tutti i partiti che in quel momento comandano.
  • Come dicevo ieri, dopo la sparata Conte è tornato a cuccia. Niente revoca della concessione. Ora dobbiamo vedere 3 cose: 1) quanto costa allo Stato l'ingresso con una quota di maggioranza; 2) Se i 3,4 Mld se ne farà carico comunque lo Stato (pagando successivamente all'acquisto delle quote; 3) se i Benetton saranno costretti a risanare i conti o se lo Stato subentra in una società zeppa di debiti. Bisogna vedere le carte, se non le secretano.
     Leggi risposte
  • m5s : il populismo di livello + basso : statalizzare tutto (pagando profumatamente coi soldi dei cittadini) per spartirsi poi le poltrone ... e lo presentano come grosso successo ...
     Leggi risposte
  • A 'sto punto si tratta però di capire quanto CDP deve sborsare per entrare in ASPI, e se Atlantia viene diluita o cede anche quote (e mi sembra di capire sia così); in quest'ultimo caso a che prezzo?, comunque vista la posizione contrattuale forte dei Benetton non penso abbiano accettato di uscirne con le ossa rotte.
     Leggi risposte
  • In pratica lo Stato "assorbe" oltre 7.000 dipendenti e quasi 19 miliardi di debiti...
     Leggi risposte
  • Tutto bene ciò che finisce bene ... Resta da chiedersi come mai i servizi essenziali debbano essere gestiti dai privati visti i risultati non di certo migliori della pessima gestione statale ... Bisogna guardare al meglio che c'è nel mondo e smetterla con i conflitti d'interesse che in Italia sono un'infinità. Ma questa è tutta un'altra storia da approfondire e risolvere in un paese serio e moderno però.
     Leggi risposte
  • La sintesi è: “tanto paga pantalone”. Noi paghiamo per entrare in autostrade e i Benetton perdono potere ma prendono tanti soldi. Direi che questa grossa punizione non la vedo.
     Leggi risposte
  • Hai capito gli "incapaci"? Se avverrà così sarà un capolavoro!
     Leggi risposte



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/c2850f38-63b8-4397-bfc8-d991da56abb5?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/1807d2c8-0fa0-4a52-8879-ad2e30c8da9a?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/df1238b7-1cd1-4cb8-acf5-ca5fc8337b3e?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/253cf716-80d8-4880-ab39-eabf3d118da3?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/a95ae857-45f7-489b-860c-6e28e21f3203?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/0e551540-8c39-4bd4-9c53-ff80a95b1f86?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/753afb91-23a6-4832-ad30-4ff338b60128?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/6c30ff53-f367-4ad2-8f3d-bbaec152cf8b?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/1e796388-f887-4d33-9e4e-a409c24906b4?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg Il giro di pista della Chevrolet Corvette C8 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-giro-di-pista-della-corvette-c8 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/af2b964e-f99d-4d83-a0e4-556894578f94?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca