Peugeot, Imparato: "La fine del diesel è segnata, saremo protagonisti con plug-in ed elettriche" - Quattroruote.it
Industria e Finanza

Imparato (Peugeot)
"La fine del diesel è segnata, saremo protagonisti con plug-in ed elettriche"

Imparato (Peugeot)
"La fine del diesel è segnata, saremo protagonisti con plug-in ed elettriche"
Chiudi

“Il diesel? La sua fine è segnata, resta solo da capire quando accadrà. Peugeot sarà protagonista con plug-in ed elettriche”: parole di Jean-Philippe Imparato, manager di 54 anni (di cui quasi trenta spesi nei brand del gruppo PSA), oggi ceo e vicepresidente esecutivo del marchio del Leone. Imparato è recentemente intervenuto al master in Marketing Automotive dell’Accademia Editoriale Domus: lo abbiamo intervistato sugli scenari del mercato dell’auto, al centro di grandi trasformazioni, e sulle strategie della Peugeot, sempre più impegnata nell’elettrificazione.

2019-Peugeot-e-2008-5

Come vanno gli affari in Europa?
Dipende dai Paesi e da quanto sono stati colpiti dalla pandemia. Gli ultimi sei mesi sono stati un’altalena, con alcuni mercati – come l’Italia, la Spagna e la Francia – che sono arrivati a perdere anche il 99% delle vendite. Da giugno stiamo vedendo una ripresa decisa, soprattutto per quanto riguarda gli ordini di 208 e 2008: negli altri segmenti, la crescita di Peugeot è attorno al 5%.

Che cosa accadrà nel 2021?
Non ne ho la minima idea. Per ora stiamo elaborando previsioni sui volumi, ma immaginare come potrebbe evolvere il mercato europeo è quasi impossibile, finché ci troviamo in questa situazione ancora fluida dal punto di vista sanitario.

La nuova piattaforma eVmp porterà l’elettrico anche nei segmenti C e D. L’ibrido plug-in, a quel punto, rimarrà parte della vostra strategia?
Peugeot sarà protagonista con plug-in ed elettriche, questo è certo. Il resto dipenderà dai policy maker. Dobbiamo avere la consapevolezza che oggi il mercato non è deciso dai consumatori, ma da chi fa le leggi. Quindi se domani Bruxelles decide di mettere una quota minima di elettriche, c’è poco da fare, i costruttori dovranno adeguarsi.

2018-Peugeot-108-3

L’Euro 7 segnerà la morte del diesel, o quantomeno un ulteriore restringimento delle sue possibili applicazioni?
La morte del diesel è segnata. L'unica incognita riguarda il quando. Nel 2025 entreranno in vigore le nuove norme sulle emissioni: a quel punto, è indubbio che mettere in vendita un'auto a gasolio sarà difficile.

Che cosa accadrà alla piccola di Peugeot, la 108: diventerà una full electric?
Al momento andiamo avanti con il modello attuale. Non stiamo pensando a una sostituta, perché dovrebbe per forza essere elettrica, ma la tecnologia è ancora troppo costosa per dei modelli entry level. Meglio puntare su 208 e 2008, che garantiscono anche margini.

Qual è la quota di elettriche su questi due modelli?
Oggi siamo al 15% delle vendite. Abbiamo molti ordini da evadere, quindi stiamo gestendo il ritardo dovuto alla pandemia. È un’incidenza destinata inevitabilmente a salire, tutto il settore dell’auto sta andando lì. E lo vediamo anche in fattori accessori che fino a poco tempo fa erano un limite alla diffusione: in primis i valori residui, che stanno crescendo.

È vero che Peugeot in Italia ha imposto ai propri concessionari di vendere almeno 100 elettriche al mese?
Tutti i mercati hanno i loro target. Detto questo, stiamo combattendo tutti la stessa battaglia: è uno sforzo collettivo.

2020-peugeot-landtrek-11

Quando vedremo delle Peugeot di Livello 3 sulle strade?
Certamente non domani. Intanto partiamo dall’assunto che il Livello 4 non sarà per le auto "normali", ma per i trasporti, gli shuttle e così via. Ancora per parecchio, il Livello 3 avrà dei costi incompatibili con la diffusione di massa: se a quella tecnologia aggiungi l’elettrificazione e il 5G, arrivi a dei prezzi fuori mercato.

Peugeot è un brand centrato sull’Europa: quali sono le vostre strategie d’espansione? Pensate che il ritorno negli Usa nel 2026 possa avere un impatto significativo sulla vostra de-regionalizzazione?
Il nostro campo di battaglia è l’Europa, assieme all’America Latina e al Medio Oriente. Dobbiamo concentrarci su questi mercati, stando attenti alle differenze: fuori dall’Europa, per esempio, vedo una grande opportunità per i pick-up, che da noi contano poco, mentre in Russia possiamo puntare sui commerciali leggeri. In Cina non possiamo permetterci di fallire nuovamente come abbiamo fatto in passato. Per quanto riguarda l’America stiamo studiando la situazione, anche alla luce di quanto sta succedendo: nel 2021 prenderemo la decisione finale.

COMMENTI

  • Avvisate Pierangelo Grilli che, oltre a dimenticare il particolato, quello sotto i 23nm emesso a miliardi di particelle al km, il diesel, considerato il 'tutto tondo' (e cioè, tra le tante cose, anche la produzione del gasolio) emette più co2 del benzina; e che la realtà è l'opposto di quel che dice sul ciclo vitale rispetto all'auto elettrica, (si riferisce probabilmente alla fake che considerava il mix tedesco di 4 anni fa).
  • Avvisate il talebano Marco Marconi che i moderni diesel Euro 6 d emettono meno CO2 dei benzina e con l' SCR gli NOX sono azzerati. Se tutti passiamo all' auto elettrica per produrre l'energia necessaria si dovrà utilizzare petrolio e nucleare e siamo al punto di ripartenza. Senza calcolare che nel suo cilco vitale dalla produzione alla demolizione un' auto elettrica emette più CO2 di una a combustibile fossile.
     Leggi risposte
  • La transizione è iniziata oggi, ci vorranno anni, il primo passo è togliere un beneficio di tassazione che gode il gasolio, solo il nostro paese e la Francia scontano il prezzo del gasolio, poi quando i prezzi saranno come dovrebbero, ci sarà la fuga dalle poche auto a gasolio, poi non capisco perché attaccarsi così ad una motorizzazione che castra il piacere di guida, manco fosse il non plus ultra della sportività, mai visto una formula uno a gasolio o una moto a gasolio, mi sembra di ragionare coi muri, signori siamo nel 21 secolo il Landini testa calda è sempre pronto per i nostalgici del naffettone a tutti i costi. Poi per chi si arrampica sui vetri del prezzo delle auto elettriche e delle ricariche, per mettere una presa in un parcheggio ci vuole molto poco i comuni si stanno attrezzando in centro nascono come funghi punti di ricarica.... Poi se neanche questo vi va bene cari negazionisti, intasatori di Filtri avvelenatori dell'aria, non spreco più parole tanto il mercato ha deciso, nessuno di voi può opporsi a meno che non si trasferisce in Africa li le auto a gasolio di 50 anni ancora circolano
     Leggi risposte
  • Marco Marconi, ma secondo te, il 70% degli automobilisti italiani che NON HANNO un posto auto/box privato, dove oggi possono caricare la propria eventuale elettrica? Grazie.
     Leggi risposte
  • La fine del diesel sarà una scelta commerciale, non certo la soluzione dei problemi di inquinamento, che sono risolvibili solo riducendo drasticamente l’affollamento di automezzi, non certo con le batterie al posto del serbatoio. Basterebbe considerare il rientro della domenica sera, le rush hours della mattina, il traffico pesante sulle autostrade, notte compresa! Questo delle auto elettriche è un colossale equivoco, voluto e alimentato dalle industrie che vogliono rialimentare il mercato, in realtà ipersaturo!
  • Questa diatriba mi ricorda il passaggio dal carburatore per l'iniezione, ci saranno sempre gli ortodossi di questo o quello, per fortuna la tecnologia va avanti e non guarda in faccia a chi vorrebbe fermare il tempo a suo piacimento, in Fiat quando si aveva un progetto valido la Mutipla ecodrive( ibrida a metano) si è preferito il progetto unijet, ricordiamo a qualcuno nato in Fiat e industrializzato da Bosch ( per mancanza di fondi in casa Fiat). La storia è sempre la stessa chi ha il braccio corto e la vista debole non arriva lontano. Musk è il Signor Lancia del presente uno che produsse una Fulvia con iniezione elettronica nel 1969,quando tutti avevano carburatori Solex o dell'orto.
     Leggi risposte
  • E se fossero gli acquirenti a non volersi adeguare alle scelte dell'Europa, ridimensionando l'acquisto di auto nuove? Chi ne pagherebbe le conseguenze?
     Leggi risposte
  • Marco Marconi, tra chi ha un mezzo diesel euro 1 e uno che lo ha euro 6, il peggiore è il secondo, poichè lo ha preso quando ormai è vari anni che il particolato è stato catalogato come cancerogeno, e per di più , per difendere la sua scelta, ciancia che non è vero che inquina, anzi è più ecologico ..
     Leggi risposte
  • Pietro Schiavo.Non credo sia l'unico a non aver posseduto una auto diesel o GPL o metano?Che problema c'è ?
     Leggi risposte
  • R. I. P non ne sentirò la mancanza mai guidato un auto a nafta, mi viene il prurito solo a sentire il trattore in moto, rassegnatevi naffettari, per gli irriducibili ho un Landini testa calda da regalare..... Riposate in pace puzzoni
     Leggi risposte
  • Parla proprio lui che ha il miglior diesel del mercato! Si metta l'animo in pace, non compreremo auto ibride e tantomeno elettriche perché la tecnologia è ancora immatura, soprattutto per quanto riguarda le batterie. Quando per fare un pieno di energia ci si impiegherà massimo 5 minuti forse se ne riparla. Se sparisce il diesel spariscono automaticamente anche i SUV. Nessun altro motore ha la coppia necessaria per far muovere agilmente una massa così imponente in maniera economica. Non abbandonare il diesel che inquina poco e concentratevi sulle batterie, magari con la tecnologia a idrogeno, poi ne riparliamo. Le ibride e elettriche attuali tenetele, non le vorrei nemmeno per regalo.
     Leggi risposte
  • Sorpreso che il CEO di Peugeot non creda nel Diesel, dopo 92 anni di motori a gasolio non ci sarà più un futuro? Ricordiamoci che un Diesel oggi inquina meno di un benzina! E l'elettrico ne ha ancora molta di strada da fare... certamente è più remunerativo di un motore termico.
     Leggi risposte
  • @Pic 67 Ti prego, prendi fiato
     Leggi risposte
  • Mi limito a raccontarvi la mia esperienza: per 10 anni ho guidato auto a benzina (dal pandino 750 al 2.0 20v Lancia), per quasi 20 anni diesel (dal 1.4 75 cv della Yaris al 2.0 16v Ford/PSA). Da poco viaggio in elettrico. Costa di più all'acquisto? Molto di più? Certo. Vale i soldi che costa? Alla grande, nemmeno paragonabile a qualsiasi cosa abbia mai guidato: a parte l'accelerazione clamorosa, è la fluidità e la dolcezza con cui si fa guidare ad essere di un'altra categoria. Chi dice che un diesel è meglio di un'elettrica, è perchè non ne ha mai usata una.
     Leggi risposte
  • Concordo che il mercato è condizionato da chi fa le normative, e non dai consumatori. Cmq se si fa una corretta analisi costi/benefici, si capisce la non convenienza economica di un'auto elettrica o ibrida, in quanto il maggior costo sia di acquisto che di manutenzione, in condizioni normali d'uso, non si recupera il maggior costo, con i risparmi sul combustibile.
  • "Dobbiamo avere la consapevolezza che oggi il mercato non è deciso dai consumatori, ma da chi fa le leggi." Cioè mediamente da un branco di incompetenti (quando va bene), e/o corrotti (quando è anche peggio).
     Leggi risposte
  • Ma come parla della fine del diesel e la nuova Peugeot 308 che uscirà nel 2021avrà ancora motori a gasolio 1.5 e 2.0?
     Leggi risposte
  • "Dobbiamo avere la consapevolezza che oggi il mercato non è deciso dai consumatori, ma da chi fa le leggi." Diciamo che il signor Imparato deve ancora imparare qualcosina su come il consumatore effetua le sue scelte. Veramente doveva dire "Non possiamo produrre quello che volgiamo ma dal volere di chi fa le leggi". Poi il consumatore alimenta appunto il mercato scegliendo tra le opzioni disponibili. Il che è diverso. Quindi se l'elettrico è una sola, non la compro. Prenderò un benzina o un ibrido. Quando cominceranno ad avere i magazzini pieni una domanda se la faranno.
  • Avrei capito tutti questi commenti contro Imparato solo se fosse un CEO di Vag, allora sì. Se conoscete un minimo di Storia dell'auto dovreste sapere che Peugeot è ed è stato uno dei maggiori produttori di motori a gasolio al mondo. Ma secondo voi lui è contento che il diesel prima o poi dovrà lasciare il posto ai motori benzina elettrificati? Purtroppo PSA, come tutti gli altri Gruppi (e non) automobilistici, "deve" sottostare alle leggi europee, leggi scritte spesso da persone incompetenti ed ha dovuto investire miliardi di Euro per progettare elettriche e plug-in. E certo non è stata "IMPOSTA" da uno degli Stati degli USA (vedi patteggiamento per il Vaggate in California). Tutto ciò, infatti, vi ricordo (per chi ha problemi di memoria), che è partito da un Gruppo che negli USA, ha investito milioni di Dollari per lanciare i suoi diesel con gli spot "Clean Diesel".... Lo stesso Gruppo che "dovette" adottare l'italiano common rail per poter "rientrare" nelle norme dell'epoca (e chissà se ci riuscì legalmente già nel 2004, anno in cui inizia la fabbricazione di motori common rail quando cioè PSA adottava il Fap® già da 4 anni...) visto che fino ad allora produceva gli iniettori pompa che erano (probabilmente) ancora "più liberi" di quelli del Vaggate... E proprio Quattroruote nel numero di agosto 2015 (alla vigilia della "scoperta ufficiale" della frode planetaria più grande che ci sia mai esistita) scriveva delle assurdità delle restrizioni anti diesel. Il Vaggate è stata, praticamente, la ciliegina sulla torta.
     Leggi risposte
  • Che cosa accadrà nel 2021? Non ne ho la minima idea. La risposta di questo CEO vicepresidente (per me sconcertante), è la stessa che mi dò ogni volta che tento di individuare la nuova auto da acquistare. E più mi informo e più l'incertezza cresce. Quindi aspetto. Sto alla finestra e aspetto di capire cosa sarà meglio fare. Intanto giro col mio naftone 1.9 TDI col DPF con 215k km, di 11 anni, che fila come un treno e consuma in media 6 litri/100km. Un bel trattore veloce euro 4 col DPF, che quando rigenera chi mi sta dietro rallenta per distanziarsi. E lo capisco, puzza come i fumi di una ciminiera. Però le revisioni sono sempre perfette...
  • Anche su Quattroruote è iniziato il "lavaggio del cervello" per l'elettrico che in futuro sarà per tutti anche per il 70% di persone che la sera parcheggiano per strada e dovranno fare un qualche centinaio di mt per cercare una colonnina pubblica?E se sarà occupata:aspetta in macchina?Quanto alle promesse di chi ci governa che tra tot anni avremo"colonnine per tutti":tralascio come produrremo questa energia elettrica in più tutta con fonti rinnovabili?E i nuovi elettrodotti ad altissima tensione che si dovranno fare per distribuire l'energia elettrica in un paese NO TAP che non vuole un gasdotto:tubo che una volta interrato nessuno vedrà più,non avranno nulla da ridire su tralicci alti decine di metri(che per ragioni tecniche non si possono interrare che per brevi tratti) e che emettono campo elettromagnetico dal momento che non vogliono neanche nuove antenne di telefonia pur essendo tutto il giorno impegnati a smanettare con lo smartphone in macchina,a piedi in coda alla cassa del supermercato?Quanto alle previsioni del CEO mi ricorda quelle degli esperti che nella prima crisi petrolifera del 1973 da noi chiamata"austerity":"a inizio anni 2000 finirà il petrolio..".Per quanto mi riguarda vista la mia età,non so se riuscirò a vedere una colonnina ricarica ogni due vetture in circolazione per essere sicuro di trovarla libera(oggi le vetture in circolazione mi pare siano 37 milioni) nonostante le promesse dei governi del "faremo" come dopo ogni alluvione "metteremo in sicurezza il territorio" e nelle settimane scorse in Piemonte nuove alluvioni negli stessi territori come quelle del 1994-2000 con fiumi non tenuti puliti o vasche laminazione non fatte per piene dei fiumi e solo dopo mi adeguerò.Poi attendo dopo la guerra alle vetture Diesel, alla navi porta container che vanno ancora a nafta o olio pesante che nei porti restano con le caldaie accese con camini che fumano come locomotive a vapore,per avere energia elettrica per i servizi(fare colonnine nei porti per ogni nave ancora energia in più da produrre) dove ogni nave inquina come 300.000 vetture o bloccare i traghetti con motori diesel di 10 anni addietro.Durante il blocco coronavirus di marzo 2020,il traffico è calato del 85% ma non nelle stessa proporzione l'inquinamento nell'aria e il Pm 10 e Pm 2,5 rimasti praticamente invariati segno che le misure contro il traffico servono solo a fare cassa e la maggioranza dell'inquinamento è anche per stufe a pellett(incentivate negli anni scorsi) e industrie varie anche perchè produrre una vettura ultimo modello o elettrica necessita di acciaio,gomme,plastiche ecc che sono prodotte con energia e che magari vengono da paesi emergenti con nessun controllo sulle emissioni fumi e scarico liquami nei fiumi senza depuratori ecc.
     Leggi risposte
  • Prima considerazione: se sto tizio a 54 anni è conciato così forse gli conviene andare un pò a spasso, in bici ecc. perché pare mio nonno. Io sono di padova abbiamo un inceneritore con 4 linee, centinaia di supermercati che ogni santo giorno ricevono migliaia di tir per i vari rifornimenti, ci sono corriere stravecchie che avranno milioni di km, tanti hanno caminetti a legna e stufe a pellet ed il problema dell'inquinamento si risolve fermando la panda 1.3 mjt di mia moglie e non facendo più auto diesel e non producendo più auto simili che marciano benissimo. Prendo nota perché c'è sempre da imparare.
     Leggi risposte
  • S'è scatenata una sterile polemica con le solite fazioni (alcune come noto tutt'altro che disinteressate alla propaganda pro domo loro) sulle parole di un signore che già l'anno prossimo (se andrà in porto la costituzione di Stellantis) chissà dove sarà e a fare cosa...... Un pò come quella sulla proposta M5S di bandire le auto termiche nel 2035, già dalla prossima legislatura se qualche deputato di quel movimento riuscirà ad essere ancora in parlamento sarà, come si dice "grasso che cola".....
     Leggi risposte
  • @Michele Serino...2 Tiguan con DPF, mai "svuotato" o escluso Egr, sia con quella del 2010 che l'attuale del 2017, collega con BMW X1 idem...non è pane quotidiano lo "svuotamento" del DPF e esclusione Egr per le tedesche...avuto altri diesel FIAT (Uno), Citroen (2 ZX), Opel (Zafira 2.2), sempre tenuti in modo che non emettessero fumi neri...
     Leggi risposte
  • L'unica cosa importante che ha detto è che il mercato lo decidono i legislatori al soldo dell'economia aggiungo io.L'acquirente deve adeguarsi come ho fatto io,cioè se vuoi girare devi prendere una ibrida,oramai plug-in,fra qualche anno elettrica.
  • Che abominio di faziosità e deep-state. Il mercato lo decide il popolo! Punto. Non i politici al soldo e schiavi del deep-state d'oriente. Lunga vita al diesel euro 6d, più ecogico nel suo ciclo globale di un Tesla. Tutto il resto è demagogia.
     Leggi risposte
  • C'è ancora chi crede che il filtro antiparticolato non sia una bufala colossale. Certo è, come fa intendere Imparato, che se in fase di omologazione si cominciasse a tener conto del numero e delle dimensioni delle Ufp, le particelle di particolato sotto i 23 nm, e allora, il diesel verrebbe bandito immediatamente per legge.
     Leggi risposte
  • e della discussa proposta di qualche mese fa, di pareggiare il prezzo del diesel alla benzina?
     Leggi risposte
  • Purtroppo la pratica (ILLEGALE) di svuotare i dpf ed escludere l'egr rende i diesel inquinanti come petroliere e non c'è bisogno di apparecchiature ultra tecnologiche per certificarlo, basta capitare dietro ad un diesel con questi componenti esclusi per accorgersene da soli; la puzza che esce dallo scarico (quando non il nerofumo!) è veramente insopportabile. Gli unici costruttori che non hanno problemi di dpf sono PSA e Renault (e nissan di conseguenza), il primo grazie alla cerina (che però negli euro6 temp non è più presente, purtroppo) , i secondi al quinto iniettore posto sul collettore di scarico. Il resto dei costruttori , tedeschi in testa e seguiti da fiat, non sono stati in grado di progettare dei filtri particolato che funzionassero in ogni situazione di guida e per molti km...io ho una c4 2.0 hdi del 2008 con 340 mila km sul groppone e vi assicuro che non fa un filo di fumo allo scarico e non ha mai, e sottolineo mai, avuto un problema di fp o egr, e così mia moglie con c3 1.6 hdi usata SOLO in città ( mila km in 14 anni) e mio padre con c8, e altri 10 paresti con psa, quindi posso parlare già di diversi casi che fanno una certa statistica. In conclusione, invece di demonizzare il diesel basterebbe fare controlli seri e sequestrare tutte le diesel manomesse, fare multe salate ai proprietari ed alle officine che hanno eseguito le modifiche. Generalizzando invece si colpisce anche chi non ha colpa...
     Leggi risposte
  • Altri, vedasi Mercedes che ha in gamma diesel ibrido, Bmw, Audi, et..poi si per l'elettrico leghiamoci mani e piedi alla Cina, una ideona..sarebbe anche ora che Quattroruote, dica la sua sulla evoluzione dei motori, diesel,benzina, carburanti sintetici, et.Personalmente ho un diesel Euro 6, le ibride mi convincono, elettriche "pure" no, a parte il costo, attualmente la rete non mi pare pronta e credo non lo sara' nel breve
  • “ Dobbiamo avere la consapevolezza che oggi il mercato non è deciso dai consumatori, ma da chi fa le leggi.“ Quattroruote non si esprime contro una frase agghiacciante di questo genere? Io comunque mi sono deciso definitivamente: tra 18 mesi prenderò un’auto a gasolio. L’elettrificazione è voluta da pochissimi a danno dei più. Non mi faccio imporre un accidenti da chi scialacqua soldi pubblici in incentivi a tecnologie inadatte alla mobilità di massa. E parlo a ragion veduta e senza interessi economici o secondi fini - al contrario dell’installazione di impianti elettrici e fotovoltaici che imperversa su queste pagine con più di un profilo.
     Leggi risposte
  • c'è proprio da vantarsi a voler uccidere il diesel dei motori moderni (non quelli precedenti gli euro 0/1/2)........... questo progresso globale non mi piace!
  • Ritengo che questa condanna dei motori Diesel sia una ingiustizia infinita e comunque si collega al resto delle falsità che circolano tra tutti gli organi di informazioni che all'unisono dicono la stessa cosa solo perchè sono finanziati dalle case automobilistiche e hanno come unico obbiettivo quello di annientare questa splendida motorizzazione (altro che il motore a benzina!!!)
     Leggi risposte
  • Per chi non se ne fosse accorto, i Diesel stanno sparendo dalle liste dei vari costruttori d'automobili, è ovvio, questi non riescono ad essere conformi alla norma Euro 6D ... visto che i costruttori TUTTI hanno truffato i loro clienti per anni, mettendo su strada vetture non a norma ... forse sarebbe stato possibile costruire motori che rispettassero le leggi, ma non l'hanno fatto ... e adesso basta, come si fa a credere a qualcuno che ti ha fregato per anni, se poi nonostante i fatti continui a farlo, allora vuol dire che sei stupido ... esattamente quello che ha sentenziato la corte suprema tedesca, rifiutando di risarcire i clienti "trombati", se sei stupido meriti di essere fregato, non sono parole mie, ma dei giudici ... basta con sti' Diesel❗️
     Leggi risposte
  • Per fortuna , come si dice, nessuno nasce "imparato! Lunga vita al diesel , oggi meno inquinante dei benzina!
     Leggi risposte
  • Viviamo in un paese molto inquinato. Dico solo pianura padana. Respirate voi l'aria del diesel pulito. Io voglio il 100% elettrico il più presto possibile.
     Leggi risposte
  • la fine del diesel è stata voluta anche dall'industria automobilistica che non ha fatto azione di lobby per difendere tale motorizzazione: ma forse conviene a tutti visto che i benzina e l'elettrico durano meno del diesel ovvero gli automobilisti sono costretti a cambiare auto per la gioia di manager e azionisti...
     Leggi risposte
  • Egregio sig. Imparato, la fine del Diesel, l'aveta promossa VOI costruttori! Non è vero che dal 2025 le norme saranno così restrittive da generare costi insostenibili per rendere un diesel più pulit. E' che costruire un diesel più pulito, và ad incidere troppo sui vostri ricavi! Se vi accontentaste di guadagnare un po di meno, le cose sarebbero diverse... Per cui non venga a menare il can per l'aia... Voglio permettermi un consiglio:se volete essere "protagonisti" nel futuro nel settore, cambiate quello schifo di musi che stanno oggi sulle Peugeot. I "graffii" luminosi sui paraurti sono una vera schifezza. le nuove mascherine sono di un indicibile barocco... Vedo che la collaborazione pluriannuale con Pininfarina in passato, non vi ha insegnato niente a livello di scuola ed eredità di stiling...
  • Chi percorre 25/30 mila Km all'anno lo fa tipicamente per lavoro e spesso ha macchina aziendale. In ogni caso, su una percorrenza del genere, a conti fatti uno risparmia in gasolio ma perde in manutenzione e deprezzamento della vettura. In alcuni casi il deprezzamento e' drammatico e inevitabilmente il valore di un diesel si ridurra' molto rapidamente nei prossimi anni. Per non parlare di restrizioni, inevitabili carbon tax etc. Sarebbe bello sapere qual'e' la distribuzione di percorrenza annuale tra tutti i possessori di automobili. Sospetto, ma non so, che ci sara' una minoranza di questi 'road warriors' come amano definirsi. Chissa se qualcuno ha questi dati?
     Leggi risposte
  • Non so se il motore diesel è morto davvero oppure no , vietarlo per legge mi sembra davvero un'enormità ma una cosa è certa l'auto elettrica "pura" non è il futuro dell'automobile. Per ora vanno bene a molti le ibride ( full e plug in) ma resta il dilemma per chi macina molti chilometri all'anno , dai 25/30 mila chilometri in su. Oggi ma credo anche domani chi ha queste percorrenze può puntare solo al diesel o al metano e quest'ultimo solo se vive in una regione con un'adeguata rete di distribuzione. Come la mettiamo? PS io ho da poco acquistato un'auto ibrida e rottamato una diesel perché ormai percorro meno di 20000 chilometri all'anno quindi non sono di parte.



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22834/PROVA PEUGEOT 2008 NEW.jpg Peugeot 2008: la prova completa della Suv venuta dal futuro http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/peugeot-2008-la-prova-completa-della-suv-venuta-dal-futuro Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/1e7fbc5c-d2cc-4667-9e3b-65edc6187dc8?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22834/PROVA PEUGEOT 2008 NEW.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22834/PROVA PEUGEOT 2008 NEW.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22556/Thumb 208.jpg Peugeot 208, è davvero la segmento B più avanzata? La prova definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/peugeot-208-la-segmento-b-pi-avanzata-la-prova-definitiva Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/c43d883c-795d-4733-909f-9f047af6dfc3?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22556/Thumb 208.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22556/Thumb 208.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21884/poster_004.jpg Peugeot 2008: vuole fare la grande http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/peugeot-2008-vuole-fare-la-grande Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/68716839-9a87-4494-92f2-4fd9febaf7fb?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21884/poster_004.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21884/poster_004.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21878/poster_005.jpg Diario di bordo: Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 Shine - Day 5 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citroen-c3-aircross-bluehdi-120-shine-day-5 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/e8f485fb-297b-4903-96b6-b6b6468bdba7?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21878/poster_005.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21878/poster_005.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21864/508 thumb.jpg Peugeot 508 SW: pronta a sfidare le tedesche http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/peugeot-508-sw-pronta-a-sfidare-le-tedesche Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/cf622900-4fa6-4efc-a95f-a40a07b17579?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21864/508 thumb.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21864/508 thumb.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21815/poster_004.jpg Diario di bordo: Peugeot 3008 1.6 Puretech 180 - Day 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/ddb-peugeot-3008-sciarra-day-2-mp4 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7a3397c7-e8ea-4aa1-b9cf-5f0442c4deed?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21815/poster_004.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21815/poster_004.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21809/poster_006.jpg Diario di bordo: Peugeot 3008 1.6 Puretech 180 - Day 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/ddb-peugeot-3008-roberto-mp4 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d23ed6ba-44b9-4e59-ba5d-5ce64cd00f5a?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21809/poster_006.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21809/poster_006.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21404/WhatsApp Image 2019-03-05 at 18.56.24.jpeg Nuova Peugeot 208, GT Line ed elettrica. Tutti i dettagli http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/nuova-peugeot-208-gt-line-ed-elettrica Eventi https://video.player.edidomus.it/video/1/2/fca19afd-4c3c-4d6e-8c99-e5e2482e3d8f?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21404/WhatsApp Image 2019-03-05 at 18.56.24.jpeg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21404/WhatsApp Image 2019-03-05 at 18.56.24.jpeg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21237/poster_007.jpg Diario di bordo: le ultime 5 cose da sapere sulla Peugeot Rifter (Day 5) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-le-ultime-5-cosa-da-sapere-della-peugeot-rifter-day-5- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/4414b982-0f30-4fb4-ae35-9c6a18011da1?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21237/poster_007.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21237/poster_007.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21234/poster_004.jpg Diario di bordo: in fuoristrada con la Peugeot Rifter (Day 4) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-in-fuoristrada-con-la-peugeot-rifter-day-4- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/96a9f697-c923-4e18-ae8f-dd7a468f1912?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/21234/poster_004.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/21234/poster_004.jpg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca