Industria e Finanza

Stellantis
Tavares: "Rilanceremo il marchio Maserati"

Stellantis
Tavares: "Rilanceremo il marchio Maserati"
Chiudi

Carlos Tavares è tornato in Italia a poco più di un mese dalla sua ultima visita negli stabilimenti del gruppo FCA. L'amministratore delegato di Stellantis ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori e le sigle sindacali nelle fabbriche torinesi di Grugliasco e Mirafiori, nuovo fulcro dell'elettrificazione dei brand italiani. In Piemonte, infatti, nascono modelli come la Fiat Nuova 500 a batterie e la versione ibrida della Maserati Ghibli: proprio il marchio del Tridente è stato citato più volte dal manager portoghese, che ha promesso nuovi piani di rilancio per la Casa di Modena.

Il polo del lusso si risolleverà. Negli ultimi anni il gruppo FCA ha investito molto sugli stabilimenti di Grugliasco e Mirafiori, trasformandoli in un polo del lusso dedicato alla produzione di diversi modelli della Maserati. Oltre alla Ghibli, infatti, le linee alle porte di Torino si occupano dell'assemblaggio della sorella maggiore Quattroporte, mentre la Suv Levante viene costruita a Mirafiori, a fianco del Cinquino elettrico. Nell'ultimo periodo, complice la pandemia, le vendite dei modelli d'alta gamma hanno subito una notevole flessione, costringendo le fabbriche torinesi a ridurre i propri volumi, ma a seguito della nascita di Stellantis per il marchio del Tridente sono attese importanti novità. L'elettrificazione, infatti, giocherà un ruolo fondamentale nella rivoluzione della gamma, a partire dalla Suv media Grecale e dalle nuove generazioni delle GranTurismo e GranCabrio. Alcune sigle sindacali hanno inoltre riferito come durante la visita a Grugliasco Carlos Tavares abbia confermato a più riprese l'impegno di Stellantis a sostenere gli stabilimenti italiani e in particolare per quelli torinesi, i quali avranno un'importanza strategica a livello globale per il rilancio del marchio Maserati.

L'Italia ha costi più elevati. Durante il suo incontro con i sindacati, Tavares ha sottolineato come i costi di produzione nelle fabbriche italiane siano più alti rispetto a quelli di altri Paesi. Questo nonostante i salari degli operai siano più bassi: Stellantis dovrà rimodulare i processi produttivi per contenere alcune spese, ma non dovrebbe esserci alcuna ripercussione diretta sui lavoratori. Il gruppo nato dalla fusione di FCA e PSA ha già annunciato l'obiettivo di sfruttare le nuove sinergie per arrivare a risparmiare fino a cinque miliardi di euro ogni anno senza effettuare tagli al personale.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Stellantis - Tavares: "Rilanceremo il marchio Maserati"

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it