Industria e Finanza

Lotus
I cinesi della Geely completano l'acquisizione

Lotus
I cinesi della Geely completano l'acquisizione
Chiudi

Acquistando anche il restante 49% del marchio Lotus, il Gruppo Geely, come anticipato, ha completato l'acquisizione della Casa britannica. Già nello scorso mese di maggio i cinesi erano diventati soci maggioritari (51%) del brand inglese, andando ad ampliare il proprio portfolio di marchi che comprende, tra gli altri, Volvo e Lynk & Co.

Obiettivo Proton. Per controllare il 49% della Lotus, il Zhejiang Geely Holding Group ha scelto la malese Etika Automotive, un fornitore di componenti di proprietà dello stesso gruppo cinese. L'operazione, tuttavia, fa parte di una manovra ben più ampia pensata per prendere il controllo del 49,9% della Proton, marchio malese attualmente controllato dalla DRB-Hicom e che, dal 1996, detiene tutti i diritti del brand Lotus.

Gales resta al vertice. Con il completamento dell'acquisizione è stato confermato anche il ceo della Lotus, Jean-Marc Gales, che continuerà a guidare la Casa verso una nuova strategia che, ancora, non è stata ufficializzata. È stato annunciato anche un nuovo board composto da cinque membri, tre dei quali già presenti nel consiglio di amministrazione della stessa Geely. Si tratta di Daniel Donghui Li, Feng Qing Feng e Nathan Yu Ning, che saranno affiancati da Sharil Tarmizi della Etika e da un quinto membro che verrà comunicato in seguito. M. M.

COMMENTI

  • mi è capitato di salire sula exige cup della foto.....sedersi sopra e metterla in moto....un gran rombo e una bella sensazione di essere su una F1 o meglio su una endurance.....sono veri gokart da pista.