Mercato

Volkswagen Polo GTI
In arrivo a fine anno: ecco prezzi e caratteristiche

Volkswagen Polo GTI
In arrivo a fine anno: ecco prezzi e caratteristiche
Chiudi

Ecco la rinnovata Volkswagen Polo GTI, che va a completare il restyling della gamma. Così, circa quattro anni dopo la presentazione della sesta serie, anche la sportiva di famiglia si mette al passo, sul piano estetico, tecnico e dei contenuti. Il modello, che di listino costa 29.500 euro, è già ordinabile e arriverà in concessionaria a fine 2021. Nel frattempo, nel weekend del 23 e 24 ottobre, si potrà vedere e guidare la gamma della nuova Polo.

Rosso passione. Ma torniamo alla Polo GTI, che si riconosce per i paraurti ad hoc, la calandra con banda rossa, i loghi (anche in coda, dove ci sono nuove luci a Led), gli indicatori di direzione dinamici e le prese d’aria a nido d’ape. All’interno, ancora il rosso domina nella parte centrale della plancia, sulle cornici delle maniglie porta e nella zona del cambio, mentre i sedili sportivi top di gamma mostrano nella porzione centrale il classico rivestimento a quadretti Clark. 

Sette CV in più. Di certo, il punto forte di ogni GTI si trova nel cofano, e pure questa Polo vitaminizzata non fa eccezione. Il 2.0 TSI, rivisitato, vanta tra le sue chicche il sistema di iniezione combinata diretta e indiretta, una centralina con quattro processori e la commutazione elettronica dell’alzata valvole sul lato aspirazione. Adesso il 2.0 eroga 207 cavalli (sette in più di prima) e una coppia di 320 Nm, “spalmata” tra i 1.500 e i 4.500 giri/min. Notevoli le prestazioni: 0-100 km/h in 6,5 secondi e una velocità massima di 240 km/h. Il passaggio si marcia è garantito da un cambio automatico doppia frizione Dsg a 7 rapporti, di serie. Nonostante la “prestanza”, il motore vanta un consumo combinato di 6,8-7,1 litri/100 km, cui corrispondono 155-162 g/km di CO₂ emessa. E a ciò contribuisce pure la massa a vuoto contenuta in 1.286 chili.

Setup ribassato. A caratterizzare la Polo GTI ci pensa anche l’assetto sportivo di serie, con carrozzeria ribassata di 15 millimetri, che garantisce il miglior compromesso tra il piacere di guida, la sicurezza e il confort. Nelle curve veloci, il sistema di bloccaggio elettronico XDS migliora la trazione, controllando la pressione frenante sulla ruota anteriore interna, evitando lo slittamento della stessa e mettendo il driver nelle migliori condizioni per controllare la vettura in situazioni estreme.

Adas Livello 2. Le novità introdotte in occasione dell’aggiornamento di gamma, rendono disponibile anche alla Polo GTI la guida parzialmente automatizzata di Livello 2, grazie al Travel Assist offerto di serie. Come di serie sono i gruppi ottici Led Matrix IQ.LIGHT, con elemento trasversale illuminato nella calandra, che integra le luci diurne. Nell’abitacolo spiccano, sempre di serie, il Digital Cockpit Pro con display da 10,25 pollici e il sistema di infotainment Ready2Discover, con schermo touch da 8 pollici (che include, tra l’altro, l’App-Connect Wireless e l’Online control unit, con eSim). Sono disponibili invece a richiesta i sistemi multimediali e di navigazione dotati di monitor touch da 9,2 pollici.

COMMENTI

  • Sembra un'eccellente alternativa alla Golf GTI: certamente, come dimensioni almeno, più vicina alla mitica Golf GTI del 1976