Nuovi Modelli

Fiat 500 elettrica
La piattaforma potrebbe servire per altri modelli, anche ibridi

Fiat 500 elettrica
La piattaforma potrebbe servire per altri modelli, anche ibridi
Chiudi

La Nuova Fiat 500 sarà soltanto elettrica? Forse no. Contrariamente a quanto anticipato dal Lingotto, il Cinquino del 2020 potrebbe essere declinato anche in versione ibrida. Il condizionale è d'obbligo, perché come sottolineato dall'ad della Fiat, Olivier François, l'architettura della citycar sarebbe in grado di ospitare anche altre tipologie di powertrain: "Tecnicamente la piattaforma lo consente - ha dichiarato il numero uno di Torino durante la presentazione della piccola a batteria alla stampa britannica - ma per ora vogliamo puntare sull'elettrico". François non ha dunque né confermato né smentito le indiscrezioni sul probabile arrivo di un motore termico dentro il cofano della Nuova 500, limitandosi ad affermare che la piattaforma potrebbe consentirlo.

Nuove elettriche in arrivo. Dopo aver presentato la gamma della Nuova 500, François ha risposto alle domande di alcuni dei giornalisti presenti, confermando che la piattaforma elettrica farà da base ad altri modelli ma senza specificare i segmenti. Trattandosi di un telaio dalle dimensioni particolarmente ridotte, la Fiat potrebbe utilizzarlo sull'erede della Panda, ma anche su modelli caratterizzati da una lunghezza maggiore. Con la fusione con PSA, tuttavia, le logiche industriali potrebbero portare il Lingotto a utilizzare i telai Cmp del gruppo francese, anche per le sue nuove vetture a elettroni. Quello che è certo, invece, è l'arrivo di una versione più grintosa del Cinquino con marchio Abarth, alla quale i tecnici del gruppo FCA avrebbero già iniziato a lavorare.

L'Abarth. Se confermate, le due nuove declinazioni della 500 potrebbero riprendere la stessa carrozzeria - debitamente aggiornata nel frontale e nella coda - delle berlina, Cabrio e 3+1. La versione dello Scorpione potrebbe avere dei paraurti specifici con un design più sportivo e, probabilmente, delle aperture più ampie per il raffreddamento di un possibile propulsore elettrico. Il tutto con una potenza superiore ai 120 CV dell'attuale top di gamma.

L'ibrida. Nel caso della mild hybrid, invece, potrebbe rendersi necessaria una riprogettazione del frontale per via delle differenti esigenze temiche: sul muso potrebbero trovare spazio delle prese d'aria per l'aspirazione e per il radiatore, mentre al posteriore andrebbe previsto un terminale di scarico a vista. Per quanto riguarda il motore, viste le dimensioni del Cinquino, l'ipotesi più probabile è quella dell'impiego del tre cilindri 1.0 FireFly mild hybrid già visto sulla Panda e sull'attuale 500 "termica".    

La Centoventi. Olivier François ha speso qualche parola anche sulla futura versione di serie della concept Centoventi. L'ad della Fiat ha confermato che i tecnici del Lingotto sono attualmente al lavoro per sviluppare l'auto, senza fornire ulteriori dettagli. Il progetto della piccola a zero emissioni non è stato dunque accantonato, ma le tempistiche per il lancio non sono ancora chiare: l'elettrica modulare potrebbe arrivare sul mercato come probabile erede - spirituale - della Panda.

COMMENTI

  • Mi pare un'ottima notizia per la 500 visto che questa nuova è piaciuta in modo abbastanza generalizzato, ma forzatamente la motorizzazione solo elettrica grossi numeri non potrà farne, almeno nell'immediato. A livello tecnico, anche se François ha detto che c'è compatibilità, qualche dubbio è lecito averlo, non solo per l'istallazione della meccanica, ma anche per tutta l'impiantistica che è influenzata dalla piattaforma di base, si pensi per esempio alla climatizzazione interna che in un caso sfrutta l'impianto di raffreddamento del motore termico e nell'altro una pompa di calore elettrica.