BMW X5 Al volante della nuova generazione

Gian Luca Pellegrini da Atlanta, Gian Luca Pellegrini
BMW X5
Al volante della nuova generazione
Chiudi
 

Correva l’anno di grazia 1999 quando la BMW presentò la X5, cogliendo di sorpresa i fedeli a una concezione ultratradizionalista del marchio. E molti, fra questi, preconizzarono lugubri un futuro zeppo d’inciampi e pubblici ludibri per il modello progenitore dell’inaudita categoria dei Sav (sport activity vehicle): a Monaco, consigliarono i puristi, si concentrino piuttosto sulle sportive a trazione posteriore e motore longitudinale, lasciando certe divagazioni spurie un po’ off-road ai tipi strani della Land Rover (che all’epoca, anche se quasi tutti se lo sono dimenticati, apparteneva per l’appunto alla BMW). Come spesso succede in questo campo, la storia ha dimostrato altrimenti. Non soltanto la X5 va considerata una pietra miliare dell’automobile, avendo di fatto inaugurato una categoria di compromesso che oggi sta diventando (se non lo è già) lo standard, ma si è velocemente trasformata in uno dei cardini dell’offerta bavarese, con volumi di vendita che smentiscono a priori la sola idea di una macchina di nicchia: in poco meno di 20 anni, ne hanno piazzate in giro per il mondo 2,2 milioni (tantissime, visto il posizionamento non proprio proletario). E il suo successo ha alimentato la convinzione che, in BMW, un universo parallelo X poteva e doveva nascere, alla faccia degli scettici nostalgicamente legati alla tradizione: oggi quell’universo è il core (all’inglese, non alla romana) del marchio, con una gamma che spazia dalla X1 (la BMW più venduta in Italia, per dire) alla X2, dalla X4 alla X6 per arrivare all’imminentissima X7 (più in là ci sarà anche una X8, anche se a Monaco negano). In mezzo a tale panoplia di sport utility si piazza la X5 della quarta generazione, e lo fa imboccando una strada inaspettata: i valori di confort, prestazioni, potenzialità dinamiche all round e ragionato lusso rimangono gli stessi, ma prendendo un po’ tutti in contropiede gli strateghi tedeschi hanno deciso di porre l’accento – udite udite – sulle capacità fuoristradistiche pure, fors’anche per distinguersi da una concorrenza (vedi Porsche e Alfa, in primis) che sulla sportività della guida ha incardinato i propri progetti.

Doti da 4x4 vera. Certo, non è chi non veda la bizzarria di tale indirizzo, considerata la natura del modello e la sua eleganza, per quanto decontractée. Si fatica infatti a pensare a un cliente X5 che vada a cercarsi problemi nella natura, rischiando di compromettere l’incolumità della levigata carrozzeria fra frasche e ruscelli, ma tant’è: ora la X5 è, oltre a tutto quello che è sempre stata, una 4x4 vera, con un pacchetto off-road optional che ne innerva le inusitate ambizioni extra asfalto, dalle sospensioni pneumatiche (che consentono di regolare a piacere l’altezza da terra) ai quattro settaggi secondo il terreno da affrontare, oltre all’hill descent control. Per dimostrarcelo, la Casa ci ha portato nelle campagne vicino ad Atlanta, in Georgia (vi presentarono la prima serie, probabilmente hanno ritenuto essere la replica di buon auspicio), dopo aver stabilito un accordo con Giove pluvio per rovesciarci addosso temporali monsonici a scrosci regolari e così ridurre in modo drammatico l’aderenza su rocce a fango. Test superato alla grande. Nonostante le condizioni al limite e la gommatura estiva, la X5 non ha fatto un plissé, evidenziando capacità inaspettate, viste altresì le dimensioni ulteriormente lievitate (36 mm in più di lunghezza e ben 42 mm di passo), anche per allontanarsi da una X3 sempre più premium per stazza e posizionamento.

2018-BMW-X5-22

Tante novità. È il segno, questo, di un lavoro oltremodo complesso e che introduce una lunga serie di novità, a dispetto di linee tutto sommato abbastanza simili a quelle della serie precedente. Oltre all’architettura Clar (che servirà da base anche per la nuova Serie 3 che vedremo al Salone di Parigi), con tutti gli ammennicoli migliorativi ormai irrinunciabili a certi livelli (sterzo a taratura variabile, differenziale posteriore a controllo elettronico, barre antirollio attive, retrotreno sterzante, automatico a 8 marce) e una gamma motori che pesca fra il meglio del marchio (noi abbiamo guidato il sei cilindri turbodiesel tre litri da 265 e 400 CV; i benzina, per quanto interessanti, da noi sono capricci balzani), la X5 è tutta nuova a livello di interfaccia con l’umano al volante, introducendo soluzioni e tecnologie che man mano saranno adottate dalle sorelle.

2018-BMW-X5-24

Tutto digitale. Oltre agli aggiornamenti over the air, geniale intuizione di Elon Musk ora seguita da tutti, appare sulla plancia un apparato di controllo che, se dal lato infotainment va considerato l’evoluzione del sistema precedente (rimane il classico iDrive), dall’altro dice definitivamente addio alla strumentazione a doppio strumento circolare con fondo arancione che ha fatto la storia della BMW. Il cockpit è ora digitale, configurabile a piacimento, ma – spiace dirlo – meno personale di prima e, se ci è consentita una critica che susciterà le solite polemiche, meno spettacolare del Virtual cockpit di quelli di Ingolstadt. Ovvio, si tratta di appunti puramente estetici (così come alcune cafonate buone per i mercati asiatici come il pomello del cambio in cristallo, per fortuna optional) che non incidono sulle eccellenti qualità complessive dell’automobile. La X5, guidata per centinaia di chilometri sulle Interstate della Cotton belt, ancora una volta ha sottolineato un livello dinamico di gran calibro, anche in merito ai sistemi di ausilio elettronico alla guida (la taratura è in alcune condizioni un filo brusca, però) ormai ufficialmente a livello 2. Piaccia o meno agli amanti della bella guida, l’efficacia degli Adas – al di là della loro mera presenza, che va data per scontata – è destinata a diventare un elemento dirimente per la scelta di tantissimi automobilisti. E ciò vale anche per quelle Case, come appunto la BMW, storicamente legate alla perfezione delle istanze dinamiche.

COMMENTI

  • mah...non so , ho sempre visto sti suv grandi inutili carrozzoni....ed in effetti le prime versioni di x5 ..ma piu ancora ML o audiQ7 erano veramente imbarazzanti alla guida.....rimasi sconcertato guidando una ML per 400km.....in ogni caso, hanno creato la loro moda e fatto successo.....oggi la gente, ampliandosi la gamma suv anche alle utilitarie, preferisce ovviamente segmenti meno ingombranti....Io, se costretto ad una scelta, preferisco le versioni tipo x6....a meglio ancora levante....che quantomeno hanno una linea "sportiva".....Venendo a questa X5 e all'articolo sulle "doti fuoristradistiche"....bè dai siamo nel 2019 e bmw con la x5, che ha precorso i suv, era rimasto l'unico suv che di fatto era una berlina rialzata.....ormai tutti(fca con levante compresa, che per indole sarebbe la meno indicata a ciò) con il progresso tecnologico avevano dotato i propri suv di tutte le funzioni "fuoristradistiche" con i vari riding mode, sospensioni pneumatiche regolabili e barre di torsione attive..........dunque più che una "novità" mi pare un ritardato adeguamento ai tempi.....
  • Posteriore orribile, anonimo... non capisco se assomiglia di più ad una Ford tipo la nuova Focus o ad una giapponese. Anche di tre quarti è peggiorata, sembra un carrozzone. Ha perso sportività nelle linee, non sembra quasi una BMW se non fosse per l'anteriore. Ora si apre un autostrada per un modello della concorrenza, un E SUV sportivo e con design più equilibrato e riconoscibile.
  • Complimenti al Direttore per l'articolo. Forse il piu' bello che ho letto fin'ora. (Probabilmente non leggo abbastanza).
     Leggi risposte
  • Qualcuno spieghi a bmw come razionalizzare gli spazi, il bagaglio di questa serie è più piccolo della precedente pur essendo aumentata in ogni dimensione
  • Proporzioni da BMW. Doppio rene unito, forse in omaggio alle BMW degli anni 60-70 (E9, E12, E21, ecc.), Tuttavia troppo grande e squadrato (forse l'influenza del nuovo capo design BMW che viene da Skoda). Le BMW erano subito riconoscibili, anche da lontano, dalla doppia coppia di fari circolari che le davano anche personalità. Oggi la doppia coppia di fari è "pasticciata": forse esagonali, allungate e non rende più riconoscibili le BMW. Fari bocciati. Posteriore meglio anche senza i gruppi ottici a L, che comunque sono stati un elemento del design presente a fasi alterne sui modelli. Bocchette centrali uguali a quelle di Mazda. Strumentazione di chiara ispirazione Peugeot con il contagiri che gira in senso antiorario. Non mi piacciono le strumentazioni digitali, ma almeno mantenere i quadranti rotondi come sui modelli attuali. Personalmente ritengo che gli interni degli anni 80-90 erano molto meglio. Ma a cosa serve ripetere 3 volte le informazioni, ad esempio, del navigatore? Strumentazione, head-up display e monitor a centro plancia!
     Leggi risposte
  • Migliorare le doti fuoristradistiche di un SUV del genere? Assurdo. Il SUV concettualmente più grande è, più è improntato ad un utilizzo prettamente urbano. Sono auto che mai vedranno nemmeno il fango. Perciò queste sono solo chiacchiere per far credere al cliente di aver alzato ancora una volta l'asticella. Se questa è la moda, almeno si accollassero il dovere morale di far fare una bella cura dimagrante a queste auto che ormai rasentano il ridicolo. Tornando a questo nuovo X5, che a me sembra piuttosto un bel restyling: bell'anteriore, lateralmente non trovo differenze dal modello precedente (a parte il finto sfogo dietro alle ruote anteriori), posteriore...mah...devo farci un po' l'occhio. Interni (scopiazzati mostruosamente da Audi) ma finalmente piacevoli: i puristi pensino pure ciò che vogliono, ma i vecchi interni BMW (soprattutto la plancia) sono sempre stati sconsolatamente brutti. Dimenticavo...a Monaco zitti zitti continuano per la loro strada e marciano di TD che è un piacere, mentre il capitolo ibridi/EV per ora rimane in stand-by. E' evidente che dietro al marchio non c'è una finanziaria ma una proprietà (leggi famiglia Quandt) che sta ben attenta a come butta i soldi. Ma certe scelte se le fanno oltreconfine...sono sempre avanti...
     Leggi risposte
  • Meglio, molto meglio. Sopratutto, e finalmente, gli interni sono validi.
  • il motore piu interessante il V8 da 450 cv non è disponibile Comunque la vedo dura contro le ottime doti dinamiche di Q7, cayenne ed anche GLE, che a detta dei giornalisti ha un sistema di sospensioni sbalorditivo e agilissimo
  • Probabilmente il miglior SUV al mondo. Soprattutto ora che è capace di avventurarsi anche in fuoristrada.
  • Credevo di leggere che la stelvio sul km lanciato fosse più veloce di 0,001 millesimi. Ma non credo tarderà ad arrivare.... :)
  • Terribile il posteriore, non si capisce se imiti Audi o Mercedes (che imita Audi). Strumentazione insolita, piacerà ad un tradizionalista?
     Leggi risposte
  • Dietro è diventata decisamente anonima... ma finalmente hanno svecchiato la strumentazione.
  • Ben vengano queste virtù fuoristradistiche, ma come scrive il direttore vista l'importanza della vettura troverei da pazzi metterla a rischio in fuoristrada impegnativo.
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21745/poster_002.jpg Teaser - BMW i3s: ecco le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-bmw-i3s-ecco-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21515/Thumb bmw serie 3.jpg BMW Serie 3 2019: ecco perché è più estrema della Giulia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/bmw-serie-3-2019-ecco-perche-e-piu-estrema-della-giulia Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21493/poster_007.jpg La nuova BMW serie 3: ecco il primo teaser della prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/bmw-serie-3-teaser-mov Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21480/Max lai.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-max-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21479/_DSC3084.jpg Presa per un giorno. Lo stupore di Erica. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/spina-per-un-giorno-erika-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21478/Paola.jpg Presa per un giorno. Quando la mamma si fa taxi. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-quando-la-mamma-si-fa-taxi- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21466/_DSC2879.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-garbin-ok-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21465/Traccanella.jpg Presa per un giorno. La parola alla memoria storica http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-traccanella-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21386/poster_004.jpg BMW M850i Nightsky con gli interni fatti con le meteoriti http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/bmw-m850i-nightsky-con-gli-interni-fatti-con-gli-asteroidi-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21383/nuova serie 7.jpg BMW Serie 7 restyling 2019: il doppio rene è più grande che mai! http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/bmw-serie-7-restyling-2019-il-doppio-rene-pi-grande-che-mai- Eventi

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • CUPRA
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona