Primo contatto

Tesla Model Y Performance
Va fortissimo ed è bella da guidare: i papà di corsa hanno la loro... 3

Tesla Model Y Performance
Va fortissimo ed è bella da guidare: i papà di corsa hanno la loro... 3
Chiudi

Al di là delle ormai celebri boutade di Elon – l’ultima legata a doppio filo a Twitter – sul ferro, cioè sulle “sue” macchine, non si discute. Nella fattispecie, la Tesla Model Y Performance aggiunge quel pizzico di sapore (se non dovessero bastarvi i 217 km/h e i 5 secondi dichiarati nello 0-100 della Long Range) che separa il mezzo in questione dalla maggior parte delle elettriche. Dall’alto dei suoi 562 cavalli e dei due motori, la Y Performance raggiunge i 100 km/h in 3,7 secondi e può continuare – dove è concesso – fino a 250. Non s’infila, naturalmente, nel territorio di una Taycan: non avrebbe le carte in regola per farlo. Ma offre comunque un bel pacchetto, soprattutto se si considera che l’autonomia dichiarata è pari a 514 km. Già ordinabile, con tre mesi di attesa per la consegna, la Performance costa 68.990 euro, 5.000 in più rispetto alla Long Range.

tesla-model-y-performance_14

Non proprio morbida. Da fuori, sono pochi i dettagli che la distinguono: i cerchi Überturbine da 21 pollici, con pneumatici 255/35, l’impianto frenante dedicato (con pinze rosse) e le sospensioni con taratura specifica. Rigida, lo dico subito: complice la spalla bassa dei Pirelli PZero dell’esemplare in prova, il lato B un po’ accusa. Non tanto sui dossi rallentatori o in corrispondenza dei tombini (lì te lo aspetti), quanto sull’asfalto parecchio rovinato, costellato di piccole e medie imperfezioni: qui si saltella in modo un po' fastidioso, specialmente alle velocità tipiche delle statali. Ci sarebbero state bene le sospensioni attive, ecco. 

Nerbo elettrico. Sulle prestazioni c’è ben poco da dire: la Model Y Performance può essere veloce in modo assurdo, se la stuzzicate. E, quando si tratta di curvare, non si trova mai in difficoltà, anzi. Le sensazioni sono simili a quelle della Model 3, quanto a handling, anche se qui si sente una maggior inerzia. Sempre ben controllata. Lo sterzo è diretto, molto pronto (fin troppo, per i miei gusti) e pure preciso. Ritrovo sempre un feeling un po’ da videogame, ma si tratta di andare a cercare il pelo nell’uovo. Di fatto, la Performance vira piatta e dimostra un’agilità inaspettata, per una crossover da oltre due tonnellate in ordine di marcia. Guidando tranquilli, poi, riesce a essere – al netto della già citata consistenza dell’assetto – pure piuttosto comoda, grazie a una più che discreta capacità di filtrare i decibel provenienti dal rotolamento dei pneumatici e dall’aerodinamica.

tesla-model-y-performance_4

Assistenze al top. Notevole anche la pletora di dispositivi elettronici di sicurezza. Di serie c’è la guida assistita di livello 2, mentre sono due i pacchetti ottenibili a richiesta: l’Autopilot avanzato (3.800 euro), che aggiunge funzionalità quali il sorpasso automatico o la macchina che esce da sola dal parcheggio premendo un tasto, e il pacchetto “guida autonoma al massimo potenziale”. Quest’ultimo, per 7.500 euro, aggiunge il controllo dei semafori e degli stop: se è attivato il regolatore di velocità, la Model Y può fermarsi da sola in caso di semaforo rosso o in corrispondenza di segnali di stop.

Lo spazio che serve. Essendo più lunga di sei centimetri rispetto alla Model 3 (4 metri e 75 il dato totale), più alta di 18 e più larga di 7, la Model Y (pure in versione Performance) è perfetta per le esigenze di una famiglia di tre o quattro persone. Anche in tema di bagagliaio: oltre alla praticità del portellone, c’è qualche litro di capacità in più. Nel test della Long Range (su Quattroruote di ottobre 2021), il Centro prove ha misurato un totale di 508 dietro (considerando anche il vano sotto al piano di carico) e 87 davanti, nel cosiddetto frunk. L’esemplare in prova è dotato di cappelliera, non collegata con i classici cordini al portellone e quindi sollevabile a mano.

tesla-model-y-performance_6

Apprendistato. Avrei avuto bisogno di più tempo per familiarizzare in modo approfondito con il touch screen centrale, che tutto (troppo?) governa una volta a bordo, e non è sempre facilmente interpretabile. Peccato, poi, che non siano previste le connettività per Android Auto e Apple CarPlay, così come le telecamere a 360 gradi. Affascinanti (specialmente per i più piccoli) i giochi dell’infotainment: da segnalare, il Disco mode. Attivando tale modalità, la macchina si trasforma in una piccola discoteca: i vetri laterali si abbassano, dall’impianto audio si diffonde un brano dance ad alto volume, i gruppi ottici lampeggiano e il portellone si apre e chiude a ritmo di musica. Il tutto dura pochissimi minuti, giusto per evitare di farsi odiare dai vicini.

COMMENTI

  • Sul "tubo" esiste un video fatto dagli svedesi che confronta su un piccolo circuito una tesla versione sportiva contro 2 supersportive a benzina. Cercare : Förnuft & känsla: är bensin bättre an el? Le conclusioni sono evidenti. Come la macchina che vince il confronto, ovviamente...
     Leggi le risposte
  • L’ho vista su strada sulla tangenziale di Roma e la trovo brutta dalla linea banale ed i fari anteriori le danno un aspetto triste.Poi ho provato una model 3 e non l’ho trovata affatto comoda ,infatti è piuttosto dura e non mi piace sentirsi incollato al sedile in fase di accelerazione.
  • I "papà di corsa"... perché? le mamme non possono guidarla?
  • Un modello se centrato, a livello di design e qualità, viene generalmente scelto e trova gradimento in tutte le declinazioni motoristiche in base all'esigenza del cliente. Ma se quest'auto fosse stata una normale termica e costruita da GM è indubbio che avrebbe fatto la fine della Duna. Quindi le Tesla vengono scelte per altro. Ergo, rimane una ciofeca e di qualità scarsa, rispetto al segmento e per quello che te la fanno pagare. Poi, ripeto, siamo in un paese libero e ognuno i soldi li butta dove vuole.
     Leggi le risposte
  • io la comprerei solo per il "Disco Mode"....
     Leggi le risposte
  • Ciò che conta è che queste Tesla oltre ad essere un riferimento, sono distinguibilissime (nel bene e nel male) da tutte le altre e questo è un bersaglio perfettamente centrato dal mtkg. Sono convinto che una volta provata, non si torni più indietro.
  • Che nell'elettrico Tesla sia una generazione avanti è un dato di fatto - basti dire che la model Y con batteria da 77kWh ha la stessa autonomia di una Mach-E con batteria da 100kWh. Ma rimane un truzzo inguardabile. E non ha sound, che da solo è la metà del piacere di guida - di guida non, non dell'essere trasportato
     Leggi le risposte
  • A soli 70k, un'altra elettrica per tutti...
     Leggi le risposte
  • È indiscutibile che nell'elettrico sia una generazione avanti - basta dire che con la batteria da 77kWh ha la stessa autonomia di una Mach-E con batteria da 100kWh. Ma rimane un truzzo inguardabile. E rimane l'ansia da ricarica. E non ha sound che già da solo vale metà del piacere di guida - di guida, non dell'essere trasportati
  • è più suv la taycan cross che questa (17 cm di altezza da terra contro i miseri 15 di questa). Non ha completamente senso definire suv un veicolo cosi basso da terra
  • Ho preso due anni fa una model S con cui ho percorso più di 90.000 km. Purtoppo devo ammettere che dopo tante auto termiche, di tanti tipi diversi e cavalleria anche molto potente, questa di da apprezzare su strada ; va provata per un paio di settimane e forse così si riuscirà ad apprezzarla. Poi, rifinitura, classe, ergonomia sono ancora indietro, ma la strada è tracciata.
     Leggi le risposte
  • Tesla docet: anni luce davanti a tutti i fabbricanti d’auto, i quali ormai alla frutta, arrancano nel tentativo d’inseguire e copiare la sua tecnologia, le sue performance, il design minimalista. Con le nuove Giga Factories nessun brand dormirà più sonni tranquilli.
     Leggi le risposte
  • Per prezzo, prestazioni e elettronica è meglio di una Taycan. Spiace dirlo, ma è così.
     Leggi le risposte
  • mmmmmm,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
  • andra pure bene ma e bruttissima
  • Personalmente a livello puramente estetico non la trovo cosi male,certo stile che emozione il mio gusto sono bene altri. Ma avendola provata in un test drive , devo ammettere che va molto bene, e che coppia. Se non fosse per il prezzo elevato,sia noleggio che acquisto,sarebbe in cima alla mia lista di prossimo acquisto auto elettrica.
  • La Tesla provoca commenti come quello del Sig. Teruzzi in chi non le ha mai provate. Io ho acquistato una Model Y Long Range a novembre e non la cambierei con nessuna auto termica avuta finora (Mercedes E, BMW serie 5 e Lexus GS, tanto per dire...).
     Leggi le risposte
  • Non c'è una Tesla che acquisterei, brutte fuori e pessime dentro. una grossa Alfasud elettrica. Ci sono alternative con molto più fascino, sono sorpreso dal successo di queste vetture.
     Leggi le risposte