Euro NCAP Zero stelle per la Panda: ecco perché - VIDEO

Roberto Boni Roberto Boni
Euro NCAP
Zero stelle per la Panda: ecco perché - VIDEO
Chiudi
 

Di primo acchito, leggendo il comunicato odierno, con cui l’Euro NCAP annuncia i risultati degli ultimi crash test in cui spiccano le zero stelle della Fiat Panda, verrebbe da pensare che per risparmiare sui costi di produzione gli ingegneri del gruppo FCA abbiano alleggerito la popolare utilitaria, che così non garantirebbe la stessa protezione dimostrata nella valutazione condotta al momento del lancio commerciale, nel 2011, in cui aveva ottenuto un punteggio positivo (quattro stelle). Niente di più sbagliato. La macchina, infatti non è cambiata per nulla e quindi negli stessi impatti si comporta nel medesimo modo, oggi come sette anni fa. Invece, a essere mutati, e parecchio, sono i criteri di valutazione dell’Euro NCAP, che evolvono nel tempo per tener conto del progresso tecnologico (e considerare così nuovi dispositivi, come la frenata automatica di emergenza), per alzare l’asticella e, quindi, spingere i costruttori a migliorare di continuo.

Il crash test Euro NCAP della Fiat Panda

Come sono cambiati i test. Dal 2015, per esempio, è stato introdotto l’impatto frontale contro una barriera rigida a 50 km/h, che si affianca a quello classico disassato a 64 km/h contro l’ostacolo deformabile, per valutare l’efficacia dei sistemi di ritenuta (in particolare delle cinture) nel limitare le sollecitazioni sul corpo, che sono aumentate nel tempo a causa della crescente rigidezza della scocca, necessaria per garantire la protezione dei passeggeri. Inoltre, invece dei manichini utilizzati fino al 2015, che simulavano un bambino di 18 mesi e uno di 3 anni posizionati sul sedile posteriore all’interno del seggiolino di sicurezza, dal 2016 si impiegano dummy di maggiori dimensioni, che rappresentano piccoli di 6 e 10 anni seduti su un rialzo o un cuscino. Poi, dal 2016 non si premia più la presenza dell’Esp, visto che è diventato standard su tutte le auto, mentre dal 2018 viene valutato il comportamento negli impatti con i ciclisti, i test di frenata automatica con riconoscimento dei pedoni vengono condotti anche al buio e si provano pure i sistemi di mantenimento della corsia.

2-Fiat-Panda-frontal-full-with

Progettate ad hoc. E anche se idealmente un’auto dovrebbe garantire la massima sicurezza in tutte le condizioni, nella pratica i progettisti si concentrano sugli impatti e sui test Euro NCAP, che sono stati sviluppati per rappresentare gli incidenti e le situazioni a rischio più diffusi. Così, i modelli vengono progettati tenendo conto dei protocolli di prova in vigore al momento, mentre è tutt’altro che scontato che quelli in produzione da tempo vengano aggiornati quando mutano i test, perché si tratta di adottare dotazioni elettroniche o modifiche strutturali, costose e difficili da integrare, a maggior ragione in caso di auto sul mercato da molti anni come la Panda. Va anche ricordato che la metodologia Euro NCAP prevede che un punteggio molto basso in uno solo dei quattro ambiti di valutazione (protezione degli adulti, dei bambini, dei pedoni e ciclisti, sistemi di assistenza) penalizzi il risultato complessivo, anche se in tutti gli altri si ottiene un giudizio lusinghiero. Si comprende così come la Panda sia passata da quattro stelle nel 2011 a tre nel 2015 e a nessuna stella a fine 2018, pur rimanendo identica.

4-Fiat-Panda-frontal-offset

Entriamo nel dettaglio. Nel dettaglio, la protezione offerta a conducente e passeggero seduti davanti è tuttora adeguata nell’impatto disassato a 64 km/h contro la barriera deformabile, mentre nel test introdotto nel 2015 contro l’ostacolo rigido a 50 km/h le sollecitazioni su alcune parti del corpo, come il torace del passeggero, sono elevate. Il tutto fa ottenere un risultato del 45% in questo ambito. Meno efficace (16%) la protezione per i nuovi manichini che rappresentano i bambini di sei e dieci anni, più valida (47%) quella per i pedoni o ciclisti. Infine, il vero punto debole della Panda, secondo l’Euro NCAP, è l’assenza di dispositivi di sistemi di assistenza come la frenata automatica di emergenza. In realtà, almeno in Italia, il dispositivo è a richiesta, mentre le tabelle riassuntive dei test lo mostrano come non disponibile. Sta di fatto che alla fine il risultato è di zero stelle.

Il crash test Euro NCAP della Jeep Wrangler

Il caso della Wrangler. Diverso è il caso della Jeep Wrangler: trattandosi di un modello completamente rinnovato e presentato da poco ci si aspetterebbe una valutazione di sicurezza più che adeguata. Invece, la fuoristrada americana ha ottenuto solo una stella. Il risultato è stato condizionato dal peculiare schema tecnico della vettura, che prevede un telaio a longheroni, necessario per sopportare le elevate sollecitazioni della guida in fuori strada, su cui è imbullonata la carrozzeria. Inoltre, la presenza del servosterzo idraulico impedisce l’adozione di sistemi di assistenza al mantenimento della corsia di marcia, mentre il parabrezza ribaltabile ha ritardato la messa a punto del dispositivo di frenata automatica di emergenza, che sarà disponibile solo nei primi mesi del 2019. Così, la vettura provata dall’Euro NCAP ha ottenuto un punteggio del 50% nella protezione degli occupanti adulti, di pari livello di quella offerta verso pedoni e ciclisti (49%), mentre quella dei bambini è migliore (69%). Anche nel caso della Wrangler, le maggiori criticità si registrano nei sistemi di assistenza, visto che la vettura provata disponeva solo del limitatore di velocità e della spia che ricorda di agganciare le cinture di sicurezza. In tal modo, la Jeep ottiene 4,2 punti in quest’ambito, che corrispondono al 32% del totale.

18-Audi-Q3-Frontal-with

Gli altri modelli analizzati dall'ente. Gli altri modelli appena provati dall’Euro NCAP hanno ottenuto tutti il punteggio pieno: si tratta di Audi Q3BMW X5Hyundai Santa Fe, Jaguar I-Pace, Peugeot 508 e della Volvo V60/S60. Si tratta di vetture interamente nuove e di classe media e alta, tutte ben dotate di sistemi di sicurezza e in grado di offrire un’elevata protezione degli occupanti, pur con lievi differenze tra loro. La Q3 raggiunge il massimo punteggio complessivo sommando i risultati dei singoli ambiti, mentre la 508 e la Volvo  guidano la classifica della protezione degli adulti, ottenendo il 96% in questo settore. La Hyundai Santa Fe, invece, è più efficace nel proteggere i bambini (88%), La I-Pace segue l’Audi nei dispositivi di sicurezza attiva (81 contro 85%); la Q3 è anche la meno offensiva nei confronti degli “utenti vulnerabili della strada”, ovvero pedoni e ciclisti.

COMMENTI

  • Resta sempre che oltre la panda e la wrangler il mercato è pieno di modelli con un alto grado di sicurezza, un ottimo feeling di guida e con grande personalità anche stilistica. Il consumatore insomma ha numerose alternative a cui rivolgersi
  • Allargando il discorso sull evoluzione dell auto noto che le stanno togliendo sempre piu' personalita' appiattendo e schematizzando le varie caratteristiche a degli standard che spengono sempre piu' il piacere di guidare. Non mi riferisco alla Panda ma bensì alla nuova Wrangler e a tutti quei modelli che vorrebbero avere un po' di anima sotto la carrozzeria ma che appena ci provano vengono subito emarginati e classificati come insicuri, inquinanti o pericolosi. Si sta togliendo al consumatore la possibilita' di poter sciegliere con la propria passione.
  • Effettivamente 4r ha spostato l'attenzione dal penoso risultato ottenuto dal cessomobile alle motivazioni per le quali gliel'hanno appioppato. Sarebbe questo il modo di orientare i consumatori. Vedo una redazione con un grande tavolo e direttore e redattori. Ma nessuna sedia, nessuna sedia: solo pantaloni abbassati a terra, schiene ricurve a 90 e gomiti sul tavolo.
  • Fiat das cesso
  • In materia di sicurezza passiva, 7 anni sono un secolo, quindi aldilà del più o meno comprensibile tentativo del cronista di turno, di spiegare le motivazioni del giudizio, su un veicolo di un gruppo che investe in pubblicità in maniera massiva su tutte le riviste italiane, la valutazione complessiva è a mio personale avviso coerente con il prodotto offerto.
  • A ridatece la prinz
  • risultato dedicato a chi dice che bisogna comprare made in italy
     Leggi risposte
  • Imbarazzante. In particolare il risultato della Wrangler. E la reazione di FCA. Avrebbero dovuto chiedere scusa e annunciare modifiche agli allestimenti di entrambi i veicoli provati da Euro NCAP.
     Leggi risposte
  • mi era sfuggita l'1 stella 1 del wrangler. Considerate le tranquillizzanti spiegazioni che 4r dedica al buon risultato dell ennesima perla di casa FCA mi sentirei di raccomandare anche questa vettura agli inguaribili fans del marchio e rispettive famiglie. Per la cronaca gli altri quattro grandi suv provati da euroncap quest anno se ne escono tutti con 5 stars !
  • ottimo telaio del 2003 ? una trappola per topi anche allora.
  • Un ottimo telaio nel 2003, che ha ricevuto mi pare ben pochi aggiornamenti nel 2011.....non può far miracoli, si spero che per il restyling con finto ibrido previsto tra "solo" un annetto e mezzo....forse, stavolta investiranno un pò di più per aggiornare il tutto. Sarebbe interessante vedere questa prova anche sulle altre 2 panda più costose, la 500 e quella a logo ypsilon.
  • La Microlino, nonostante l'apertura anteriore, fa di meglio! ;)
     Leggi risposte
  • i sisitemi di sicurezza saranno tutti giusti. solo a quelli che serve il sistema di mantenimento della corsia toglierei subito la patente. sono quelli non sono concentrati alla guida e pertanto non devono stare al volante.
     Leggi risposte
  • La Panda ne esce malconcia in quanto non ha ricevuto miglioramenti ma la cosa triste e` che non ce ne saranno fino al 2020 (forse, vista l`assenza totale di muletti). Ma tutti i modelli FCA (ad eccezione di Jeep) oltre a essere vecchi sono stati abbandonati a se stessi. Giulia e Stelvio stanno ancora aspettando i fari a LED!!!!!! Sarebbe anche utile che qualche giornale del settore andasse a raccogliere il parere dei concessionari....
  • ancora di fca, della loro "distrazione" su ciò che producono ed il loro eterno travaglio... poveretti, è come sparare sulla croce rossa. sulla panda best seller nessuna meraviglia ma tutto questo dovrebbe essere un monito a tutti coloro che comprano solo ed esclusivamente usato. oltre una determinata età, l'auto ha valore zero e la si radia d'ufficio.
  • imbarazzante
  • sarà meglio eclissare sto articolo prima delle 17.30 senno lu padrone s incazza
     Leggi risposte
  • Cara FCA, dai su saldagli due putrelle che passano da abitacolo a vano motore e vedrai che tiriamo avanti ancora qualche anno. Con FCA azionisti felici e clienti intrappolati.
  • Salve a tutti. Leggendo l'articolo mi sono soffermato su alcuni aspetti che vorrei discutere con voi. Perché mai è stata la Panda e non una macchina sovrapponibile ad essere testata per ben tre volte di fila? Sul sito EuroNCAP si evince che la popolarità di un modello lo renda atto al test sulla sicurezza (Fiat Panda prima venduta in italia, infatti) ma non mi risulta che nessun altro modello sia stato testato così assiduamente. E sembrerebbe che le Fiat e le FCA siano proprio quelle che più spesso vengano testate nuovamente a distanza di anni, quasi a voler dare lustro alle rinnovate tecniche di valutazione dell'istituto. Un test è un test, il voto è un numero che non mente, nulla da dire. Ma un po' di perdita di entusiasmo per l'etica di condotta dell'EuroNCAP non riesco a nasconderla. Tutti i produttori avranno auto meno aggiornate della concorrenza (immagino una Seat Alhambra, Opel Corsa, qualche Dacia) ma fanno scalpore solo le Fiat... Che la Fiat e l'Italia tutta si debba dare una mossa e che gli Agnelli non rimangano simpatici a tutti è accettato, ma la volontà di cooperazione in tempi in cui si erodono valori comuni dovrebbe, secondo me, essere imperante. Se l'EuroNCAP desse risalto anche alle altre macchine non in prima linea con la sicurezza, sarebbe più facile esimerlo da superficiali accuse, come la mia.
     Leggi risposte
  • Fermo restando il massimo rispetto per tutti i lavori, manuali o meno, mi permetto di osservare che il concetto di sicurezza di un'auto, ma anche di un elettrodomestico, di una casa, ecc. si evolve con l'evolvere della tecnologia. Anche io pensavo di essere sicuro per la mia epoca sulla mia A112 Abarth, o in moto senza casco, ma oggi mi vedo come un pazzo incosciente. Purtroppo, FCA semplicemente non ha i capitali per fare evolvere i propri modelli e nemmeno auto geniali come la Panda sfuggono alla regola del "chi si ferma è perduto". Cambia la consapevolezza del consumatore che non spruzzerebbe più DDT per uccidere le mosche come faceva mia mamma (non per colpa sua) sulla mia testa.
     Leggi risposte
  • un chissenefrega dei nuovi metodi????? Euroencap... tutto ciò che fa rima con "euro" ultimamente è sempre un mah!!
     Leggi risposte
  • TRADOTTO: il mondo si evolve mentre FCA no! Ecco perché non bisognerebbe comprare auto prodotte da FCA. Se ne fregano totalmente della sicurezza degli occupanti. Trovo questa notizia di uno scandalo notevole. E se ci fossero giornalisti di un certo spessore si doveva indagare già da tempo sull'ineguatezza di questa marca di automobili.
     Leggi risposte
  • La Panda è un'ottima utilitaria e i numeri di vendita lo dimostrano, certo ormai si porta quasi 8 anni sul groppone e sarebbe ora di cambiarla. Piuttosto mi domando che senso ha ritestare modelli di auto che già sono stati testati in passato Mi spiego meglio , visto che i criteri di prova e valutazione euroncap cambiano col tempo in funzione dei nuovi sviluppi tecnologici e delle continue ricerche in materia di sicurezza stradale è ovvio che qualunque auto di progettazione non proprio recente vedrebbe il suo punteggio scendere drasticamente. La Panda aveva ottenuto la prima volta 4 stelle quindi era da considerarsi auto più che sicura oggi addirittura zero!! Cosa vorrebbe significare che è una bara su quattro ruote? C'è qualcosa che non va nei test Euroncap.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21059/500X 067.jpg La verità sui consumi della nuova 500X con i motori Firefly http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-verit-sui-consumi-della-nuova-500x-con-i-motori-firefly Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20874/Fiat 500X.JPG Abbiamo guidato la nuova Fiat 500X http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/premiere-500x-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20642/poster_003.jpg La Fiat Panda Waze a Pandino insieme ad altre 365 Panda! http://tv.quattroruote.it/mondo-q/mondo-auto/video/la-fiat-panda-waze-a-pandino-insieme-ad-altre-365-panda- Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19958/poster_006.jpg Lo stand FIAT al Salone di Detroit http://tv.quattroruote.it/eventi/detroit-2018/video/detroit-2018-fiat-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19812/poster_015.jpg Diario di bordo - Day 4 - Fiat 500 Anniversario: quali sono le sue concorrenti? http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-4-fiat-500-anniversario-quali-sono-le-sue-concorrenti- Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19802/poster_012.jpg Diario di bordo - Day 3 - Fiat 500 Anniversario, l'analisi tecnica di Paolo Massai http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-3-fiat-500-anniversario-l-analisi-tecnica-di-paolo-massai Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19803/20171129_155320-iloveimg-cropped-iloveimg-resized.jpg Diario di bordo - Day 5 - Fiat 500 Anniversario: dal Cinquino al Cinquone di Romeo Ferraris http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-5-fiat-500-anniversario Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19787/poster_001.jpg Diario di bordo - Day 1 - Fiat 500 Anniversario, una settimana con lei http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-1-fiat-500-anniversario-una-settimana-con-lei- Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19781/poster_009.jpg Diario di bordo - Day 2 - Fiat 500 Anniversario, i suoi numeri e la sua storia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-2-fiat-500-anniversario-i-suoi-numeri-e-la-sua-storia Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19597/poster_010.jpg Fiat Tipo: la prova tecnica di Paolo Massai http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/fiat-tipo-la-prova-tecnica-di-paolo-massai Prove su strada

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca