Sicurezza

Crash test EuroNCAP
Cinque stelle per la Toyota Yaris

Crash test EuroNCAP
Cinque stelle per la Toyota Yaris
Chiudi

Dopo il periodo di fermo causato dall'emergenza coronavirus, anche i crash test dell'EuroNCAP sono ripartiti con nuovi parametri di valutazione. Come annunciato, l'ente europeo per la sicurezza ha modificato i protocolli di collaudo per il 2020: le procedure di valutazione delle automobili sono state aggiornate per prendere in considerazione sempre più parametri e ogni vettura che verrà collaudata nei prossimi due anni sarà sottoposta a nuove tipologie di impatto. Il primo modello testato con le nuove regole è stata la Toyota Yaris, promossa a pieni voti: insieme alla piccola giapponese sono state sottoposte ai crash test anche le Audi e-tron Sportback e Renault Clio E-Tech, che hanno confermato le valutazioni dei modelli di derivazione, entrambi in grado di ottenere le ambite cinque stelle.

Le novità dei collaudi. I nuovi, e più severi, protocolli EuroNCAP prevedono un differente calcolo dei risultati finali: a ogni prova viene dato un peso differente, così da dare maggiore importanza ad alcune tipologie di test, come quelli sugli Adas. Tra i collaudi si inserisce anche un aggiornamento dell'urto frontale, che ora prevede lo scontro della vettura contro una barriera mobile.

COMMENTI

I risultati. Le cinque stelle ottenute dalla Toyota Yaris sono frutto di ottimi punteggi ottenuti in tutte le prove effettuate. Nella protezione degli occupanti adulti la cinque porte ha raggiunto una valutazione dell'86%: nello scontro laterale l'escursione del manichino verso il lato opposto è stata classificata come marginale, nonostante la giapponese sia dotata di airbag centrali pensati per ridurre le conseguenze d'interazione tra i passeggeri in caso di incidente. Elevata anche la protezione garantita per i bambini a bordo (81%), così come quella per gli utenti vulnerabili della strada come pedoni e ciclisti (78%), penalizzata unicamente dalla prova d'impatto della testa con i montanti anteriori. La Yaris ha brillato con un 85% anche nella sezione Safety Assist dedicata ai sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida: la frenata d'emergenza ha evitato o mitigato tutti gli impatti simulati, compresi quelli con pedoni e ciclisti. Grazie alla presenza di una telecamera che rileva lo stato d'attenzione del guidatore, la Yaris ha ottenuto la massima valutazione possibile nella sezione dedicata al monitoraggio degli occupanti. Poche, infine, le criticità riscontrate, come la protezione "marginale" del torace del guidatore e dei femori di conducente e passeggero causata dalla particolare conformazione del cruscotto, valutata dai tecnici dell'EuroNCAP come "potenzialmente dannosa".