Sport

Formula 1
Round 16: il Gran Premio di Turchia

Formula 1
Round 16: il Gran Premio di Turchia
Chiudi

L'Istanbul Park ospita il Gran Premio di Turchia, sedicesima prova del Mondiale di Formula 1 2021. Si corre alla periferia della di Istanbul, sul tracciato che sorge sul lato asiatico della città, nei pressi di Tuzia.

Il tracciato. 14 curve in totale per una lunghezza di 5.558 metri: il destino di questo tracciato, dopo qualche anno fuori dalla Formula 1, è cambiato proprio con la pandemia. Per un periodo è stato addirittura trasformato in una sorta di enorme parcheggio per un brand d'auto usate, poi nel 2020 la svolta con l’inatteso ritorno nella massima categoria del motorsport. Quest'anno, la gara si sarebbe dovuta svolgere a giugno, in sostituzione del GP del Canada. Le ulteriori complicazioni legate alla pandemia hanno fatto slittare la corsa e il GP di Turchia ha così preso il posto di quello del Giappone, cancellato per il secondo anno di fila a causa della pandemia. La pista è molto tecnica e regala sempre gare interessanti: poche le probabilità di pioggia quest’anno, ma le incognite saranno altre.

Occhio alle gomme. Oltre alla sfida iridata tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, uno dei principali temi di questo fine settimana resta quello dell'asfalto. Lo scorso anno, la mancanza di aderenza ha portato i piloti a destreggiarsi con le proprie vetture come fossero sul ghiaccio, complice anche la pioggia che reso tutto più complesso. In vista di quest'anno, gli organizzatori hanno pensato di effettuare un trattamento speciale per la pulizia, aumentando così anche la rugosità dell'asfalto, rendendolo più abrasivo. Una condizione che ha colto di sorpresa anche la Pirelli che per questo evento ha nominato le mescole C2, C3 e C4. Ne consegue che la gestione delle gomme sarà ancora più cruciale di quanto già non lo fosse e i team potrebbero optare per una gara a due soste per cercare di non perdere troppa performance. La cosa positiva è che ci aspetta una gara per nulla scontata.

Livrea speciale per la Red Bull. Questo fine settimana vedremo le due Red Bull di Verstappen e Perez girare con una livrea celebrativa dedicata alla Honda e ispirata alla RA272 del 1965. L'iniziativa era stata programmata in occasione del GP del Giappone e la cancellazione della gara non ha comunque modificato i tempi per la realizzazione di questa livrea e dall’ufficializzazione di come è stato delineato il futuro per i giapponesi. La novità è che la Honda terminerà il proprio percorso in F.1 alla fine di questa stagione e da gennaio la proprietà intellettuale passa a Red Bull Powertrains. Però, c’è un però. Saremo davanti a un ritiro graduale, poiché i giapponesi continueranno a supportare tecnicamente e operativamente Red Bull Racing e Scuderia AlphaTauri durante l’anno, poi dal 2023 in poi tutto sarà gestito internamente.

Il GP di Turchia in tv. Il sedicesimo round del Mondiale sarà trasmesso in diretta dalla pay-tv Sky e in streaming sulla piattaforma Now, ma ci sarà spazio anche sul digitale terrestre, con qualifiche e gare in trasmesse in diretta e in chiaro per tutti su TV8. Inoltre, sarà possibile seguire il commento live di tutte le sessioni, le statistiche e gli highlights di tutte le fasi del weekend sul nostro Speciale F.1.

Venerdì 8 ottobre

Prove Libere 1 | dalle 10.30 in diretta su Sky Sport F1

Prove Libere 2 | dalle 14 in diretta su Sky Sport F1

Sabato 9 ottobre

Prove Libere 3 | dalle 11 in diretta su Sky Sport F1

Qualifiche | dalle 14 in diretta su Sky Sport F1 e su TV8

Domenica 10 ottobre

Gara | dalle 14 in diretta su Sky Sport F1 e su TV8

COMMENTI