Renault Talisman La prova della 1.6 dCi 160 Edc Initiale Paris

Renault Talisman
La prova della 1.6 dCi 160 Edc Initiale Paris
Chiudi
 

Quattro ruote sterzanti, grazie al 4Control, e un progetto ambizioso: sfidare le solite tedesche con una berlina di lusso. La Talisman, erede della Laguna, rigioca questa carta a un livello più alto, proponendosi come auto confortevole e curata, ma capace di tirar fuori doti dinamiche non comuni. Di fronte a tante qualità, gli appassionati del marchio parigino potranno forse fare a meno di storcere il naso per il calo di originalità rispetto al passato. Del resto, in questo segmento, la fantasia al potere non è arrivata. Qui è bene non esporsi troppo: ecco, quindi, un design rassicurante e opulento, nella carrozzeria e negli interni. Per distinguersi, i francesi puntano sull'allestimento più completo, l'Initiale Paris. Senza paura di proporla a un prezzo, obiettivamente, piuttosto impegnativo: 44.550 euro per l'1.6 dCi Twin Turbo protagonista della prova.

Questione di pollici. Oltre che per il 4Control di serie, l'Initiale Paris si fa riconoscere subito: cerchi da 19 pollici, fari full Led e tinta dedicata, un nero ametista insolito e ricercato. Salendo a bordo, invece, a stupire sono i pollici del tablet al centro della plancia, in verticale. Non manca la plancetta di comando sul tunnel e, in generale, si respira un'aria di eleganza classica. Il design, anche dentro, è meno ardito rispetto all'Espace, e questo, per esempio, lo si vede dalla leva del cambio: la cloche aeronautica della monovolume qui diventa una leva di stampo più tradizionale, caratterizzata da un lievissimo gioco negli innesti. Passando alla strumentazione, si scoprono quadranti digitali dalla grafica configurabile a piacere. Non manca l'head-up display che sale, a richiesta, sulla plancia, per mostrare velocità, limiti e indicazioni del navigatore. E poi ci sono i sedili elettrici. Anch'essi di serie, sulla Initiale Paris, sono larghi, ben imbottiti, rivestiti di morbida pelle, riscaldabili e dotati di funzioni di massaggio. Insomma, le premesse per viaggi ultra comodi ci sono tutte, e chi sta dietro non ha granché da lamentarsi. Lo spazio è abbondante.

Piacevole da guidare. Della progenitrice, con la quale, in realtà, non ha quasi più nulla in comune, conserva una piacevolezza di guida fuori dell'ordinario, dovuta in gran parte proprio al sistema, raro in questa categoria, di ruote sterzanti anche dietro, abbinato alle sospensioni elettroniche. Efficacissime nell'handling, sono anche semplici da impostare. Attraverso il touch, o ancora prima con un pulsante, si può passare da una modalità all'altra, oppure a quella personalizzata, godendosi l'auto proprio come la si desidera: più confortevole, o più reattiva e, soprattutto, in grado di sostenere curvoni veloci con appoggi rapidi e sicuri. Quel che c'è di nuovo è innanzitutto il pianale (il Cmf-Cd delle Nissan Qashqai/X-Trail, come pure delle Renault Kadjar ed Espace), ma anche il propulsore e il cambio. Quanto al primo, ritroviamo il Twin Turbo dimostratosi convincente persino sulla grande monovolume, che pesa ben due quintali in più. Il turbodiesel figlio del downsizing, in effetti, non fa rimpiangere il 2.0 dCi, né per potenza (ha dieci cavalli in più) né tanto meno per erogazione. Che è morbida e progressiva, con una prontezza dai bassi regimi in grado di regalare riprese degne di altre cilindrate. A dare una mano c'è l'immancabile doppia frizione, l'Edc di casa, un sei marce che ricorda per dolcezza degli innesti un tradizionale convertitore di coppia e che si presta solo fino a un certo punto a giocare a fare lo sportivo: in realtà, pur nella modalità più gagliarda, non brilla per rapidità, senza contare che si sente la mancanza delle levette al volante.

Qualche vibrazione di troppo. In realtà, il comparto motore-cambio funziona molto bene, tranne che per un paio di difettucci nelle ripartenze. Il primo, proprio nel riavviamento: le vibrazioni del turbodiesel che si rimette in moto sono troppo invadenti, almeno per un'auto che punta a un confort da ammiraglia. Secondo, come tutti i doppia frizione, l'innesto della prima, automatico (se si riparte dopo una sosta in D con il piede sul freno), richiede un momento di “riflessione" della gestione elettronica. Ciò non toglie che poi, comunque, le partenze risultino parecchio brillanti. Quanto al confort di marcia, con il 4Control il telaio risulta un pochino rigido e non del tutto a suo agio sugli ostacoli brevi, come i tombini. Chiudiamo con i consumi: la Talisman 1.6 dCi Twin Turbo non delude, con medie vicine ai 16 chilometri/litro. Anche escludendo lo Start&Stop per non sentire le vibrazioni nelle ripartenze.

Andrea Sansovini

(Prova su strada ripresa da Quattroruote di marzo 2016)

Pregi e difetti

RENAULT Talisman berlina Talisman dCi 160 CV EDC Energy Init.Paris 4C.

Pregi

Qualità stradali. Non ha un'indole sportiva, ma con il 4Control sa assecondare il pilota molto bene. Ed è un'ottima viaggiatrice, ideale per macinare chilometri.

Dotazioni. Molto buone fin dalla versione intermedia Intens, con l'Initiale Paris diventano davero complete. Sia dal punto di vista multimediale e del confort sia da quello della sicurezza.

Difetti

Visibilità posteriore. Baule e spoiler alti non aiutano: in manovra ci si affida alla telecamera. In marcia, con il lunotto sporco o in caso di pioggia, si vede poco.

Prezzo. Anche se bisogna considerare che la versione top è davvero super equipaggiata, il conto finale rischia di diventare piuttosto salato.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
211.067 km/h (IN D)
Accelerazione
0-100 KM/H
9.2 s
400M DA FERMO
16.7 s
1KM DA FERMO
30.7 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
8.1/9.1 (IN D)
1 KM DA 70 KM/H
26.7 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
40.2 m
CONSUMI MEDI
STATALE
17.4 km/l
AUTOSTRADA
15.9 km/l
CITTÀ
14.1 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

Gabriele Tirelli

Partiamo da un presupposto ormai assodato: chi ha certe cifre per un'auto, normalmente sceglie una tedesca.....per tradizione, perchè dato che i soldi costano fatica, si preferisce spenderli in macchine con un appeal + accattivante........io sono per macchine monovolume o suv, dunque mi inserisco nel discorso solo per dare il mio parere.....sono ormai 30 anni che compero solo auto usate, supergarantite etc.etc. Negli anii novanta ho avuto per tre anni una Renault 25 td, macchina eccezionale e paragonabile come qualità alle sue concorrenti tedesche......io me ne fegavo ma quando ci si vedeva a qualche cena aziendale, ero l'unico senza una tedesca......voi direte : chissenefrega! d'accordo, anzi per abitudine, sono sempre andato controcorrente e andavo fiero di non mischiarmi alla massa.

COMMENTI

  • Partiamo da un presupposto ormai assodato: chi ha certe cifre per un'auto, normalmente sceglie una tedesca.....per tradizione, perchè dato che i soldi costano fatica, si preferisce spenderli in macchine con un appeal + accattivante........io sono per macchine monovolume o suv, dunque mi inserisco nel discorso solo per dare il mio parere.....sono ormai 30 anni che compero solo auto usate, supergarantite etc.etc. Negli anii novanta ho avuto per tre anni una Renault 25 td, macchina eccezionale e paragonabile come qualità alle sue concorrenti tedesche......io me ne fegavo ma quando ci si vedeva a qualche cena aziendale, ero l'unico senza una tedesca......voi direte : chissenefrega! d'accordo, anzi per abitudine, sono sempre andato controcorrente e andavo fiero di non mischiarmi alla massa.
  • oltre 44k per un 1,6???? SPQF (sono pazzi questi francesi...)
     Leggi risposte
  • Audi A4 Avant 2.0 TDI 150CV (con optional analoghi alla Talisman Grandtour DCi 160 Intens) costa 48361 € di listino e 40139 scontata. Fate Vobis...
     Leggi risposte
  • Audi A4 Avant 2.0 TDI 150CV (con optional analoghi alla Talisman Grandtour DCi 160 Intens) costa 48361 € di listino e 40139 scontata. Fate Vobis...
  • Audi A4 Avant 2.0 TDI 150CV (con optional analoghi alla Talisman Grandtour DCi 160 Intens) costa 48361 € di listino e 40139 scontata. Fate Vobis...
  • A me le Renault non sono mai piaciute, ma questa è una gran macchina, soprattutto in versione berlina (vedasi la prova sul quattroruote cartaceo della Station, nella quale le doti del telaio non si esprimono allo stesso livello). Molta più personalità della Passat e nulla da invidiarle. Sono curioso di vedere anche la prossima Insignia.
  • Bella macchina, secondo me. Con lo sfondo della mia città (Genova) ancora di più. Aspetto qualche tempo per la versione st e spero di ripetere l'esperienza piacevole della mia attuale Laguna st ultima versione 4 Control presa l'anno scorso semestrale (18.000 km) al presso di una utilitaria accessoriata o poco più. Se per il mercato ci vuole il blasone tedesco per l'alta gamma, meglio così per chi cerca comunque "tanta macchina" e la trova prezzi ragionevoli. Il 4C poi. è una vera chicca e una volta provato (evitando il classico pezzo di copertone in velocità in autostrada, o nelle manovre o nelle strade più tortuose) è difficile tornare indietro.
  • L'ultima grande berlina R25 ...mi ricordo ancora dopo tanti anni .., confortevole, elegante dentro era un salotto... Talisman probabilmente non avrà la cura maniacale degli interni .., come alcune tedesche.., però potrebbe essere più emozionante e piacevole per quanto riguarda il piacere di guida in versione 4C...
  • Ultimamente queste auto mi piacciono proprio, in versione station wagon, per esempio anche l'ultima Ford Mondeo mi sconfinfera non proprio. Purtroppo pero' razionalmente non capisco cosa c'e' di piu' in auto di questo segmento rispetto al segmento inferiore. Prestazioni a parte, confrontando la mia vecchia Megane II Grandtour con la Talisman Sporter (di recente provata su QR) scopro che il bagagliaio e' piu' piccolo, il serbatoio e piu' piccolo, le sedute sono uguali, lo spazio per la testa e' uguale o minore... e i consumi piu' alti. Ma quei 35cm circa in piu' di lunghezza a che servono? Mah!
  • Sulla "decisione politica" ho i miei dubbi: perché mai una casa automobilistica dovrebbe lasciare un segmento di mercato scoperto e regalarlo alla concorrenza? La Talisman é un'auto dalle linee molto belle, fatta per andare in autostrada a velocità tipiche per i paesi (francia, Italia) di 130km/h a cui consuma molto poco (io ho testato il DCi 160 registrando 5,5-5,7L/100km a 130 km/h). I costi di mantenimento sono più bassi di un 2L con potenza comparabile. Il cambio automatico é perfetto per il confort di viaggio (certo non si addice ad una guida troppo sportiva). L'auto offre ampio bagagliaio, un abitacolo generoso per lunghi viaggi a chi vuole un'auto grande ma non un vagone come un tipico minivan o un panzer come un SUV. La familiare DCi 160 Intens la si acquista a 29-33 mila euro, ben Al di sotto di una BMW o Audi con stesse caratteristiche. L'economia di gestione del 1,6L é migliore di un 2L (meno Tasse e assicurazione più bassa). Per chi non vuole spendere 45-65 mila Euro per un'Audi A6 o BMW 5 touring con analoghe caratteristiche é l'auto perfetta. Il serbatoio contiene 47L se si sceglie l'opzione 4C control, Senza di cui il serbatoio continene 52L. Con 52L e 5,7L/100km si fanno 910km con un pieno. Certo io preferirei almeno 5L,ma anche la nuova A4 ha 47L (e Costa 8000euro di più). Certo bisogna vedere se il potenziale acquirente sia disposto a pagare la differenza per avere l'audi. Per me 30K sono abbordabili, ma 38 assolutamente no. non ne Vale la Pena. In più in Germania la Renault dà 5 anni di garanzia sull'âuto, Cosa che le tedesche non danno.
     Leggi risposte
  • Sig. Bille' la decisione politica di realizzare quest'auto non e' una mia congettura ma e' stata piu' volte sottolineata in passato da diversi organi di stanpa al momento della presentazione. Lo stesso princio per cui in Italia non si voleva dare via Alitalia. ogni grande Paese ha una proprio compagnia di bandiera, una grande casa automolistica e altre grandi aziende di proprieta' che tengono alto e portano lustro al buon nome del paese nel mondo. i francesi sono leggermente piu' orgogliosi e patriottici degli Italiani. Inolre capisco che non e' un argomento da utenti medi 4ruote, ma la mia nota iniziale era per far capire che dietro quest' auto non c'e' nessuna aspettativa da parte di Renault di battere i tedeschi o di fare numeri da record. Infatti i super-sconti applicati appena uscita la dicono tutta su che fine fara' quest auto.
     Leggi risposte
  • La 130 cv la si trova gia a 23K a Km zero ( dunque nuova ) la 110 cv a circa 21K. Solo per far capire che non esiste che qualcuno spenda quella cifra per quest' auto. Per chi non lo sapesse questa e' un auto " Politica " Il governo francese proprietario della casa ha imposto al management un ammiraglia perche' la Francia come la Germania doveva avere la sua ammiraglia. Ma alla Renault sanno benssimo che dovranno darla via a non piu' di 25K nuova e le perdite le paghera' il governo. Lo so magari e' complicato da capire per parecchi utenti ma funziona cosi'.
     Leggi risposte
  • 219 foto. Il giornalismo è anche proporre una scelta, non delegare ai lettori la cernita di tonnellate di materiale...
  • Quest'auto mi piaceva non poco, ma quando ho letto che ha il serbatoio da 47 L, non sono neanche andato in concessionaria per vederla. Non mi va di fare il pieno due volte al giorno.
     Leggi risposte
  • Questa versione ovviamente è fuori dal mondo, buoma per qualche dirigente o dipendente renault ' di livello' : quella subito sotto, quella 'reale' a parità di motore costa 36mila euro e già si comincia a ragionare . Alla fine facendo un confronto veloce con passat ( eggermente più piccola) la tedesca a 41 ha una 190cv 4motion dsg o a 46 la biturbo sempre 4motion , anche sulle versioni da prezzo anche se ci sono diverse versioni di passat@150 che costano anche 3/4 mila euro di meno, a listino.dei 36 chiesti per la talisman normale
  • Penso che anche per 40K eu scontata questa versione in Italia non possa avere utenza, discorso diverso per le versioni da 30-35K eu che se hanno buone rate rent possono essere una valida alternative ad altre "aziendali" generaliste di segmento D con dimensioni da segmento E premiumm come insignia,c5,ecc o anche per passat o volvo. Questo motore non è quello che monta espace incriminato nel dieselgate francese?
  • Fuori non è male.... lo sbalzo anteriore è piuttosto pronunciato ma ben dissimulato, posteriore slanciato e fanali coreografici, globalmente molto filante. Il frontale mi lascia un po' perplesso, un po' barocco.....ma sicuramente originale. Gli interni però sono anni ed anni luce dalla concorrenza, come design.
     Leggi risposte
  • Mi associo al commento di Stefano, anche a me risulta piacevole e ben fatta, il prezzo di primo acchito non è proprio "rilassante", ma per questa versione top può anche essere in linea con la concorrenza. Sulla motorizzazione, figlia di questo benedetto, o non so come definire questa moda, downsizing esprimo delle riserve, non tanto per la potenza espressa di 160 CV allineata alla maggior parte delle 2 litri, ma sulla piacevolezza e souplesse della guida che un'auto con questa connotazione potrebbe guadagnare se fosse equipaggiata con un bel V6. Come sappiamo tutti, e come Renault ha dimostrato in F1 e auto sportive varie, non è difficile ottenere potenze elevate da motori "piccoli" equipaggiati con turbo o biturbo, ma vuoi mettere.....?
     Leggi risposte
  • sono sempre stato abbastanza ostico all'estetica renaault....raramente mi sono piaciute....anzi mai...queste ultime dalla clio a questo sono d avvero piacevoli e all'apparenza ben fatte. Certo 44000 euro non è poco..ma nemmeno tanto se paragonato alle tedesche con stessi optional che arrivano tranquillamente a 55-60000 euro. Considerando un po di sconto a 40000 questa è un buon affare secondo me perchè vista su strada fa la sua notevole fiigura e non sfigura affatto rispetto ai mostri sacri. Certo probabilmente a livello di materiali e dettagli non siamo a livello delle suddette altrimenti non si spiegherebbe la differenza di prezzo importante. Il 1.6 può sembrare "poco"....a me sembra cosi....ma se i vari 2.0d da 150cv ca sono la stragrande maggioranza anche sulle tedesche bè allora va bene cosi......anche perchè chi cerca "di più"...probabilmente andrebbe sulle tedesche e non su renault.
  • Ma hanno presente cosa si compra con oltre 44.000€ rinunciando a inutile opulenza a favore della sostanza??? Ne venderanno (con difficoltà) solo ai francesi...
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona