Prove su strada

Alfa Romeo Giulia vs Mazda6
La 2.2 TD vs la 2.2 Skyactiv-D - VIDEO

Alfa Romeo Giulia vs Mazda6
La 2.2 TD vs la 2.2 Skyactiv-D - VIDEO
Chiudi

ALFA ROMEO Giulia Listino

Prezzo
€ 48.950
Motore
L4 turbodiesel 2.143 cm3
Potenza
140 kW/190 CV

MAZDA Mazda6 berlina Listino

Prezzo
€ 39.250
Motore
L4 turbodiesel 2.191 cm3
Potenza
135 kW/184 CV

Di questi tempi dominati dalle Suv, mettere a confronto due berline di classe media può sembrare una scelta bizzarra. L'Alfa Romeo Giulia, però, punta soprattutto sul piacere di guida e pure la rinnovata Mazda Mazda6 fa delle doti stradali e della simbiosi uomo-macchina uno dei suoi punti di forza. In altre parole, sono automobili da appassionati, anche in questi allestimenti dotati di motori a gasolio. Che sono stati aggiornati per soddisfare le norme antinquinamento Euro 6d-Temp, guadagnando pure qualche cavallo: il totale è di 190 per l’Alfa e 184 per la giapponese. E se la Giulia è l’indiscussa regina della categoria per quanto riguarda il comportamento stradale, la Mazda6 vuole insidiarla.

Alfa Giulia vs Mazda 6: meglio trazione posteriore o anteriore?

Turbodiesel brillanti. Il confronto tra le due berline è più equilibrato quando si parla dei motori. Entrambi spingono forte e sono assai reattivi ai comandi dell'acceleratore: quello giapponese è più disponibile a girare in alto, ma viene penalizzato dal cambio a sole sei marce. E se in passato è stato il riferimento quanto a silenziosità, in questa versione aggiornata ha perso qualcosa in gradevolezza e la sua voce filtra nell'abitacolo in misura maggiore rispetto all'Alfa, nonostante la non comune dotazione dei finestrini anteriori con doppio vetro. Dal canto suo, a freddo il propulsore della Giulia si fa sentire forte e chiaro. E, quando si riavvia dopo le soste ai semafori, vibra un po' troppo. Restando in tema di confort, l'italiana riesce a digerire le irregolarità della strada meglio della giapponese nonostante i pneumatici runflat, ma va sottolineato che l'esemplare in prova è dotato degli ammortizzatori a controllo elettronico, compresi nel pacchetto Performance: un optional che aumenta di 2.500 euro il prezzo di listino, già elevato, della Giulia e assieme alle altre dotazioni la porta a sfiorare la non trascurabile cifra di 59 mila euro.

2019-giulia-6-ok-017

Gli allestimenti. Da questo punto di vista il confronto con la Mazda6 è impari: il ricco allestimento Exclusive di quest'ultima offre di serie chicche come i proiettori a matrice di Led, l'head-up display e i sedili riscaldati (e pure ventilati, che sull'Alfa non sono disponibili neppure a richiesta). La lista degli optional prevede esclusivamente il cambio automatico, gli interni di pelle bianca (quella nera è di serie) e le interfacce per gli smartphone Apple e Android, oltre alla vernice metallizzata. Anche così dotata, la berlina giapponese costa 16 mila euro in meno della Giulia, un divario a prima vista difficilmente comprensibile. Anche perché, dotazioni a parte, la Mazda6 è decisamente più grande e può contare su un abitacolo lussuoso e ben rifinito, che diventa ancora più raffinato se si sceglie il pacchetto Exclusive (1.150 euro). E pure dal punto di vista dello spazio la berlina di Hiroshima è in vantaggio, sia per le persone sia, soprattutto, per le cose. Dove i due modelli sono più vicini è nel consumo: il valore medio (15,7 km/litro) è identico, ma nonostante il suo motore debba lavorare a regimi più alti di quello dell'Alfa per via delle sei marce, la Mazda si accontenta di meno gasolio sulle statali e in autostrada. In città, invece, prevale la Giulia, che è più leggera.

Prova su strada ripresa da Quattroruote di marzo 2019, n. 763


Pregi e difetti

ALFA ROMEO Giulia Giulia 2.2 Turbodiesel 190 CV AT8 B-Tech

Pregi

Le qualità stradali sono di un altro livello rispetto alle concorrenti: veloce e precisa, è sempre sicurissima e facile da guidare. Ed è pure comoda.

Difetti

La dotazione di accesori va integrata a pagamento facendo così salire in modo sensibile il listino.

MAZDA Mazda6 berlina Mazda6 2.2L Skyactiv-D 184CV 4p. Excl.

Pregi

Appagante sia fuori sia dentro è equipaggiata di tutto punto e ha un prezzo ragionevole.

Difetti

La vita a bordo è sempre gradevole, ma la ruorosità risulta superiore a quella dell'Alfa.


Dati & Prestazioni

Velocità

  • Massima
    232,0 km/h (IN VI)
    229,5 km/h (IN VI)

Accelerazione

  • 0-60 KM/H
    3,3 s
    3,4 s
  • 0-100 KM/H
    7,2 s
    7,9 s
  • 0-110 KM/H
    8,4 s
    9,4 s
  • 0-120 KM/H
    10,0 s
    11,3 s
  • 0-130 KM/H
    11,6 s
    13,1 s
  • 0-140 KM/H
    13,4 s
    15,1 s
  • 0-150 KM/H
    15,7 s
    17,6 s
  • 400M DA FERMO
    15,2 s
    15,7 s
  • Velocità d'uscita (km/h)
    148,0
    142,4
  • 1KM DA FERMO
    27,9 s
    28,9 s
  • Velocità d'uscita (km/h)
    188,7
    180,2

RIPRESA A MIN/MAX CARICO

  • 70-90 KM/H
    3,1/3,3 (IN D)
    3,3/3,4 (IN D)
  • 70-100 KM/H
    4,2/4,6 (IN D)
    4,6/4,9 (IN D)
  • 70-120 KM/H
    7,0/7,8 (IN D)
    7,9/8,6 (IN D)
  • 70-130 KM/H
    8,6/9,6 (IN D)
    9,8/10,7 (IN D)
  • 70-140 KM/H
    10,5/11,7 (IN D)
    11,9/13,0 (IN D)

FRENATA

  • 100 KM/H A MINIMO CARICO
    41,1 m
    39,4 m
  • 100 KM/H SU ASFALTO ASCIUTTO + PAVÈ
    47,2 m
    44,5 m
  • 100 KM/H SU ASFALTO BAGNATO + GHIACCIO
    100,8 m
    110,0 m

CONSUMI IN VI

  • 90 KM/H
    22,4 D
    27,2 D
  • 100 KM/H
    20,7 D
    24,0 D
  • 130 KM/H
    15,8 D
    16,4 D

CONSUMI MEDI

  • STATALE
    16,6 km/l
    861 km
    17,9 km/l
    1.109 km
  • AUTOSTRADA
    16,5 km/l
    858 km
    17,5 km/l
    1.082 km
  • CITTÀ
    14,5 km/l
    756 km
    13,2 km/l
    819 km
  • MEDIA RILEVATA
    15,7 km/l
    818 km
    15,7 km/l
    974 km
  • MEDIA OMOLOGATA
    20,0 km/l
    1.040 km
    19,6 km/l
    1.215 km

Dati dichiarati

  • Prezzo
    48.950 €
    39.250 €
  • Motore
    2.143 cm³ L4 turbodiesel
    2.191 cm³ L4 turbodiesel
  • Potenza Max
    140 kW (190 CV)
    135 kW (184 CV)
  • Consumi Omologato
    20,0 km/l
    19,6 km/l
  • Consumi Rilevati
    15,7 km/l
    15,7 km/l
  • Emissioni CO2 Omologato
    131 g/km
    133 g/km
  • Emissioni CO2 Rilevati
    168 g/km
    168 g/km

Pagelle

  • Abitabilità
    3.5
    4.0
  • Accelerazione
    5.0
    4.5
  • Accessori
    4.0
    5.0
  • Bagagliaio
    3.5
    4.0
  • Cambio
    5.0
    3.5
  • Climatizzazione
    4.0
    4.0
  • Confort
    4.5
    3.5
  • Consumo
    4.5
    4.5
  • Dotazioni sicurezza/adas
    3.0
    4.0
  • Finitura
    4.0
    4.0
  • Freni
    4.0
    4.5
  • Motore
    4.0
    4.0
  • Plancia e comandi
    4.0
    4.0
  • Posto guida
    5.0
    4.5
  • Ripresa
    5.0
    4.5
  • Sterzo
    5.0
    4.0
  • Strumentazione
    3.5
    4.5
  • Visibilità
    3.5
    3.5
  • Infotainment
    3.5
    3.5
  • Comportamento dinamico
    5.0
    4.0

Listino & costi


ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.



COMMENTI

  • Bello rileggersi a distanza di 5 mesi. Be'...non ho cambiato idea, anzi. Giulia è in vendita da 3 anni esatti...necessita di cure se intendono salvarla.
  • Quando ho visto il numero di commenti pensavo fossero tornati i bei tempi, quando questo sito era popolato da appassionati e si parlava di macchine. E invece corca, come dichene @Roma. Almeno cacciate apposto il software, che non se ne può più.
     Leggi risposte
  • @Dario Magari la Mazda in salita e GnaGna in discesa 😂😂😂😂😂😂
  • Peccato che non abbiano rilevato i tempi sul giro a Vairano. La differenza tra le due vetture sarebbe emersa evidente.
     Leggi risposte
  • Hanno (FCA) fatto una macchina validissima (Giulia). Poi hano rovinato tutto con motori diesel obsoleti, e in ogni caso da abbandonare, ed elettronica-infotainment vecchia: c'ha dei pixels che sembra di vedere Minecraft. Peccato.
     Leggi risposte
  • Qualcuno sa se il Blu della Giulia sbiadisce e lascia le colate ? Avevo uno zio con una Giulia 2 serie che oltre all’olio lasciava scie di Blu
  • Dare la colpa del calo di vendite generalizzato di Alfa Romeo solamente all'agonia della categoria delle berline mi sembra un po' riduttivo. In questo frangente, Giulia, pur essendo un prodotto più che attuale, sta calando più della media del suo segmento di mercato. Ora, non conosco le percentuali del mix di vendita di Giulia tuttavia mi verrebbe da pensare che il baricentro delle vendite di Alfa R sia spostato troppo sui motori Diesel (alimentazione vittima di una campagna di isterismo internazionale..) tra l'altro con cilindrata unica 2.2 [forse un cincinino troppo alta, quando tutti gli altri si mantengono su cilindrate da 1.6 a 2.0 eccezion fatta per versioni più pompate che arrivano a 3.0]. Forse occorrerebbe accelerare il passo verso l'ibridizzazione della gamma? Per quel che riguarda l'elettronica di bordo, ricordiamoci che le auto stanno sempre più "confondendosi" con gli smartphone e chi richiede a gran voce più dispositivi intelligenti, più connettività, più display, più lucine appariscenti forse non ha tutti i torti: questo è quello che si aspetta la maggior parte della clientela di fascia medio-alta. Infine, oggettivamente, la triade in questi ultimi due/ tre anni ha continuato a sfornare versioni nuove, allestimenti nuovi, ecc.. con una velocità di rinnovo tripla di qualsiasi altro costruttore ed hanno davvero la capacità di espandersi all'infinito e di occupare e presidiare di prepotenza TUTTE le micro-nicchie di mercato (contrariamente a qualsiasi legge fisico-economica). Più che biasimare Alfa Romeo, c'è da chiedersi come fanno quelli della triade ad avere così tanta "birra" in corpo.. Di una cosa sono sicuro: qualche punto debole ce l'hanno anche loro ed arriverà il giorno in cui... [scandalo emissioni docet]
  • Non posso che quotare Marco e Ruggero; "stranamente" il test di confronto fra la Giulia e le concorrenti, nel quale gli xeno della nostra risultarono nettamente vincenti sulla concorrenza con i led, è stato ben poco ricordato in rete... E comunque sulla Giulia ci possono montare tutti gli adas del mondo, i virtual cockpit del futuro, la guida autonoma di 10° livello e perfino la tachipirina automatica x la febbre (con la possibilità di scegliere le modalità di somministrazione...), etc..., le vendite non si schioderebbero, per i motivi detti e ridetti un milione di volte, non certo x il livello del prodotto... Saluti
  • quello che non capisco io, e perchè non aggiornano la Giulia, con i fari full Led, virtual cockpit,altre tecnologie varie che ormai si trovano anche sulle utilitarie, chi vuole prendere in giro FCA? cosi facendo è chiaro che la Giulia si vende sempre meno e niente,
     Leggi risposte
  • Mah, io non capisco. Qua è tutto un "Le berline non si vendono più". I SUV costituiscono il 35% delle vendite. Qualcuno mi può dire che cosa compra il restante 65%? Perchè a leggere qua, sembra che comprino motociclette.
     Leggi risposte
  • E' curioso che sulla Giulia non si possa disinserire l'elettronica mentre sulla precedente Mazda 3 sì .(vedasi prova Ing. Massai in pista).
     Leggi risposte
  • https://europe.autonews.com/automakers/alfa-romeo-recalls-60000-vehicles-worldwide
     Leggi risposte
  • http://www.zeperfs.com/it/fiche6020-lexus-is-200t-f-sport.htm ...questa sarebbe una "rivale" ...ma solo se ha l'assetto votato alla guida. Si porrebbe tra la Giulia 2.0 T con 200cv e la Q4 Veloce con 280cv.
     Leggi risposte
  • Caro Davide, come ho scritto altre volte, io ho la Giulia da 2 anni e mi ci diverto come il primo giorno, ma sono ben consapevole, purtroppo, che come sottolineato da tanti, ormai le berline volumi sono in estinzione; penso che anche aggiornata in adas e infotainement (tra qualche mese probabilmente...), questa splendida vettura più di tanto non potrà; ormai solo i suv imperano, persino parzialmente a danno di mpv e sw, le sedan, fra poco,....non pervenute! Saluti
  • le auto si guidano quindi risposta ovvia poi ci sono anche chi preferisce l'autista. Alfa sempre
  • Come dice il dato qui sotto riportato da Davide, le berline 3 vol. sono al canto del cigno. Per essere sul pezzo la stessa prova avrebbe dovuto essere Stelvio vs CX-5
     Leggi risposte
  • Poor Giulia....-46% a Febbraio in EU, sob. Compie 3 anni a Giugno direi...è tempo di un lifting a fine anno o si rischia di perderla, aggiungendo magari qualche eco-paraculata e un po' di tecno. Non vanno più di moda ma bisogna combattere, gli altri lo fanno. La GTV è stata cancellata quindi di coupé/grancoupé non se ne parla, SW e forse una specie di allroad, ma non è proprio il veicolo adatto, anzi per niente imo. Però o si ci si inventa qualcosa o finisce a breve, non è che si può continuare a venderla a zero margini per non fermare la linea a Cassino, riempiendo i piazzali. Ci vogliono idee: secondo me una discreta sarebbe LWB per la Cina, non dovrebbe costare una follia.
     Leggi risposte
  • Quoto Ruggero, anche xchè ho la stessissima versione della Giulia (180 cv bianca, cerchi bruniti...) e vorrei solo ricordare a chi parla, a prescindere e ribadendo i soliti luoghi comuni, di affidabilità, che la berlina italiana, in commercio ormai da giugno 2016, non ha patito grossi difetti seriali e si è posizionata nelle classifiche di affidabilità molto bene e al disopra della solita triade.... Poi si può dire quel che si vuole, tutte le macchine hanno pregi e difetti, ma è chiarissimo che questa berlina paga origine, griffe e.....nazionalità, inutile negarlo! Saluti
     Leggi risposte
  • Preso QR e letto per ora solo la tabella con i voti e i pregi e difetti. Su una cosa non sono da subito d'accordo. Ai freni Alfa viene riconosciuto di essere molto efficaci; ai freni Mazda di essere più modulabili e alla fine questo fa assegnare una mezza stella in più alla Mazda. Conoscendole entrambe e sapendo che il "limite" maggiore di Mazda è proprio nei freni (modulabili, ma in certe situazioni necessitano di strizzate convinte e su frenate lente e lunghe tendono a perdere efficacia), avrei dato una stella in più alla Giulia rispetto alla 6. Per quanto riguarda la guida, inverto il discorso. Se c'è una cosa che lascia perplessi salendo su Giulia (e non essendo già alfista) è la posizione delle gambe distese e più in alto rispetto a tutte le altre berline. Poi ci si abitua e per chi ama l'effetto "suolo" alla guida, diventa il top. Meno però per il confort. Lo ZF Alfa è un gran cambio usato in D del DNA. Non mi è sembrato più veloce del 6 marce della Mazda se usato in N. Lo sterzo è assolutamente preciso e comunicativo, oltre che più diretto di quello della Mazda. I freni permettono di buttarsi in curva a freno pieno senza scomporre l'auto. La Giulia è un po' come guidare una moto. Solo a 4 ruote. La 6 sconta un leggero ritardo sul volante, per cui la curva va anticipata lievemente rispetto alla Giulia. Fatto la mano a questo, pur senza manettini, è assolutamente precisa come un rasoio, stabile, con uno sterzo che passa alle mani quello che succede sotto le ruote. Analogo il discorso del cambio. Il 6 rapporti Mazda permette una guida dinamica anche senza "manettino", ma non avendo la stessa efficacia dello ZF in D, la cambiata va leggermente anticipata. La guida dell'Alfa è comunque più efficace (per rollio, inserimento, trazione in uscita dalle curve --> manettino in D, se no cambia anche se non si ammoscia); la 6 regala più emozioni che prestazioni in rapporto a Giulia. Ti da la sensazione di andare più forte di quello che realmente non è. Pur essendo precisa, rapida, in grado di procedere come su due binari anche in mezzo ai tornanti, sconta però i lievi ritardi di cambio, volante e il maggior rollio rispetto alla Giulia in D. A mio modo di vedere sono due auto equivalenti: sceglierei la Giulia per il puro gusto di guida e alcune scelte tecnologiche di assoluto pregio; la 6 per comodità e innovazione tecnologica del motore (il 2.2 biturbo Mazda è ancora avanguardia della tecnica, dopo 6 anni), con un piacere di guida comunque notevole (secondo me inferiore solo a Giulia e serie 3), ma che forse avrebbe bisogno di un "manettino" per potersi avvicinare a Giulia e alla tedesca. Le mie prove riguardano la Giulia 179 CV e la 6 175 CV. Un ultimo commento all'estetica di Mazda 6: ormai ha 7 anni ed è stato una interpretazione meno coraggiosa del prototipo Takeri che ne anticipò lo stile. Ciò nonostante è una linea ancora attuale, in parte per gli aggiornamenti subiti (e il notevole miglioramento degli interni), ma soprattutto perché è la più europea delle giapponesi. Una via di mezzo tra Italia e Germania, se si pensa all'alternarsi di linee curve e linee tese che portano allo stile elegante e aggressivo del Kodo.
     Leggi risposte
  • Un'altra cosa. Nella città vicino a dove vivo, ogni anno nella piazza della città, è organizzata un'esposizione di auto curata dai concessionari della zona. Erano presenti tutti i marchi tedeschi, coreani, francesi, svedesi, giapponesi, inglesi con le ultime novità. Chi mancava? Tutti i marchi del gruppo FCA!! A buon intenditore poche parole.
  • Un problema dei bassi numeri di vendita all'estero è dovuto principalmente alla mancanza di una rete di vendita capillare. Dove vivo (Germania), nel raggio di 15 km ci sono 3 concessionarie BMW, 3 Audi, 3 Mercedes, 3VW, 2 Volvo, 1 Jaguar, 1 Mazda, ecc., ma la più vicina concessionaria Alfa è a ben 50 km! Inoltre nel paese in cui vivo, girano molte Mitsubishi. Mai viste così tante Mitsubishi in giro di ogni modello, e mi sono chiesto perché. Semplice nel paese c'è una concessionaria Mitsubishi. Alfa deve migliorare il marketing è la rete di vendita, perché il prodotto è valido (Giulia e Stelvio), a livello, se non addirittura meglio per certi aspetti, dei prodotti tedeschi (del resto i fornitori sono gli stessi - ad esempio ZF).
  • @RUGGERO ACQUE: affidabilità Giulia - perdonami rileggendo il mio post ho visto che mi sono espresso male. Non possiedo la Giulia ne ci sono mai salito e quindi non ho alcun titolo per dire se sia affidabile/inaffidabile. Sono partito dalla constatazione che il valore residuo di quest'auto mi sembra essere inferiore alle principali rivali tedesche, ragion per cui, cane che si morde la coda, qualcuno potrebbe essere disincentivato all'acquisto. Un grande incentivo "indiretto" all'acquisto di Giulia (come di qualsiasi auto) è quello di aumentarne il valore residuo (appunto migliorando la qualità di assemblaggi e materiali, migliorando l'affidabilità (se possibile..), prolungando a gratis la garanzia (Jap et Korea docent). @ALEX MASTERS Rispetto la tua tesi per cui i marchi premium tedeschi valgono 100, tutti gli altri valgono 0 e quindi dovrebbero sparire, giusto? Se ciò accadesse, sai che noia?! ;-) La mia opinione è che c'è spazio per tutti i costruttori, qualcuno può piacere di più, qualcuno può piacere di meno - de gustibus/liberi tutti. Poi ci sono i dati tecnici, i numeri, le prestazioni e lì non è più de gustibus - se, dal punto di vista della tenuta di strada una Giulia è migliore di qualche tedesca (dato ormai universalmente riconosciuto perfino dalla stampa di settore tedesca, che io apprezzo molto), beh, chi continuasse a sparare a 0 ovviamente ci rimetterebbe la propria attendibilità personale. @DAVIDE ZIOSI Cina? USA? La mia opinione è che l'Europa è attualmente il mercato più competitivo al mondo. Se fai bene in Europa, hai buone possibilità di far bene anche nel resto del mondo. Se fai male in Europa, difficilmente hai vita lunga. Alfa Romeo deve vincere la partita qui da noi in Europa - tutto il resto poi verrà da sè...
     Leggi risposte
  • @ALEX MASTERS: Ognuno ha le sue opinioni e le rispetto. Tra l'altro, inutile arrampicarsi sugli specchi, se FCA vuole creare 'sto benedetto polo del lusso, deve darci dentro. Sempre se ne hanno voglia. I risultati sono deludenti. Però, vorrei spiegarti quello che ti è capitato sulla rotonda a Venezia: non sai guidare. La TP non fa per te. Ho una 180 da 2 anni e non mi è mai capitato una cosa del genere. Anzi, è difficile farla scodare anche schiacciando, perché subito interviene l'elettronica. Sicuro che guidavi una Giulia?? E' la macchina dalla guida più rassicurante che abbia mai avuto, e vengo da Volvo...
     Leggi risposte
  • @CHRISTIAN PERATHONER: Hai perso una grande occasione: io ho 2 bambini e ci stanno benissimo: il divano posteriore è un salotto: difatti Giulia è larga come una 5er. Il bagagliaio è capiente e ben sfruttabile. Dopodiché, invece di optional inutili, ho aggiunto i sedili posteriori abbattibili. A te sembrerà impossibile, ma ci ho portato a casa la bicicletta x la bambina dalla Decathlon (col manubrio piegato). Mi spiace contraddirti, ma Giulia è un'altro pianeta rispetto a 159. Se 159 era bene o male una Fiat, Giulia è impostata come una Maserati. Il muso è molto basso, si rischia di strusciare ogni rampa (nonostante abbia uno sbalzo molto ridotto). Quindi, anche SW sarebbe stata un'auto da guidare con molta attenzione. Non hai preso Giulia perché la berlina è da matusa. E ti do ragione, col cerchio sbagliato (non si ha molta scelta) e il colore pure (grigi...) non fa una gran figura. Ma bianca, sedili tabacco e cerchi bruniti...non ce n'è per nessuno...
  • Ragazzi, piangere il morto per un calo a 2 cifre mensile mi sembra un po' azzardato... I dati di vendita Alfa Romeo Unrae sui mercati EU+EFTA 2017: 85.833 auto 2018: 82.939 auto 2019: per cortesia aspettiamo il 31/12/2019 (e non il 27/02/2019) prima di parlare. Il calo 2018 su 2017 è stato del -3,4% (considerata l'obsolescenza di MiTO e Giulietta qui si vede che la Casa ha tenuto grazie a Giulia e, soprattutto, Stelvio - spostando "in alto" il baricentro delle vendite, che è cosa MOLTO BUONA). Resta comunque il fatto che le vendite europee complessive del marchio sono abbondantemente sotto il suo potenziale (il triplo? il quadruplo? Per me ci potrebbe stare!) Stelvio: data la tipologia di auto (SUV sportiva ad alte prestazioni) si può parlare di vero e proprio "botto". Riuscita al 100%. Complimenti. Giulia: sconta terribilmente l'assenza della versione SportWagon - non avrebbe cannibalizzato vendite di Stelvio - avrebbe rubato quote a A4, Cl 3 e Serie 3. Nonostante i dati di vendita bassi, per me è un'auto riuscita dal punto di vista del design, dell'immagine e della tecnica. Invece di fare tante serie speciali, suggerirei di intraprendere drastiche iniziative per aumentare il suo valore residuo (p.es. migliorare qualità, migliorare affidabilità, fornire come standard l'estensione di garanzia a 5 anni/160.000 km - questo servirebbe a scrollare di dosso l'immagine di auto di marchio sportivo ma inaffidabile - idea che è ben radicata soprattutto in Germania e Stati Uniti [Paesi che conosco, altri Paesi non saprei] e che, secondo me, ne limita pesantemente le vendite a favore di altri marchi ritenuti ugualmente affascinanti ma più affidabili).
     Leggi risposte
  • Caro head se vuoi possiamo parlare dei successi Alfa testimoniati anche dall' ennesimo fermo produzione a Cassino di questi giorni a causa delle scarse vendite. Ormai abbiamo perso il conto. Di seguito quello che scrivono i giornali non allineati. CRISI DI VENDITE - La decisione di Cassino testimonia come i due modelli Alfa Romeo, Giulia e Stelvio, stiano rallentando la loro presa sui mercati. A gennaio la marca del Biscione ha totalizzato in Italia 2.473 consegne, contro le 4.531 del gennaio 2018, vale a dire che c’è stato un calo del 45%. Per la Giulia c’è stato un calo di oltre il 60% rispetto al gennaio 2018. Ciò mentre lo stesso trend si è verificato a dicembre in Europa, con il marchio Alfa Romeo che nell’ultimo mese del 2018 ha perso il 28,45%. Significativi anche i risultati americani: sul mercato Usa la Giulia a gennaio ha lamentato un calo del 44%, arrivando solo a 531 esemplari immatricolati.
     Leggi risposte
  • Vedremo cosa dicono nel confronto ... Giulia costa a parità di configurazione giustamente 12-14k in più, quindi di categoria differente e non paragonabile.
     Leggi risposte
  • Qualche tempo fa provata la versione 150cv cambio a otto rapporti. Un auto di una maneggevolezza incredibile. Lo sterzo era diretto e dove la mettevi andava. Mai provata un auto cosi' sembrava di essere sui binari. Inolte era leggerissima. Sembrava una Polo. Il cambio automatico era perfetto a mio avviso molto meglio del DSG che sembra un po' piu' ruvido nella cambiate/scalate. Si le tedesche sono piu' pesanti e meno facili da guidare. Quello che mi ha lasciato un po' perplesso e' stato che in una giornata di pioggia alla prima rotonda fuori dall' aeroporto di Venezia io rallento (circa 20 Km orari) e mi inserisco nella stessa. Poi accellero leggermente (sara' stato a non piu' di 20/30 Km orari) e mi parte il posteriore !!! Niente di straordinario visto che andavo piano ed e' bastato rilasciare l'accelleratore perche' l'auto tornasse dritta. Ma e' una cosa che mi ha fatto un attimino impressione considerando che data la bassissima velocita' il fondo bagnato non avrebbe dovuto far fare cio' all'auto. A velocita' piu' elevate e con un auto a fianco avrei fatto un incidente. Forse sara' stata anche colpa delle gomme non so, ma ripeto mi ha lasciato un po' perplesso. Passando agli interni un assoluta delusione. Un auto anni 90 senza nulla che possa far gioire ci spende i 40K chiesti dalla Fiat per quest'auto. Lasciamo stare l' infotainment (Ho dovuto usare il mio cellulare per tutto il tempo) e la poverta' dell'auto in generale. Acquisterei mai quest'auto ? Se uno sterzo, 4 ruote e una guida da formula uno e' quello che voglio si. Volessi anche comfort tecnologia, status symbol, e altro sicuramente no. Considerando che chi spende certe cifre vuole il pacchetto compelto si speiga facilemte il poco successo di quest auto in Italia e il totale fallimento all' estero. La guidabilita' non ha mai fatto vendere nessuno.
     Leggi risposte
  • La mia Mazda 6 175 CV exceed compie 3 anni. Prima giappo del quale sono molto soddisfatto dopo 20 anni di Volvo che ormai hanno raggiunto prezzi stellari (e ingiustificati) Pensate un po'. L aGiulia è l'auto che più mi piace assieme alla mia Mazdona. Purtroppo non la faranno mai SW e io al SUV non cederò mai. Vedrò volentieri la prova
  • La bacchetta che sostiene il cofano motore della Mazda non si può vedere (foto 13)... Ovviamente la Giulia ha i pistoncini (foto 22).
     Leggi risposte
  • I miglioramenti ci sono, ma la concorrenza vera è molto più AVANTi. Compro Audi A4 avant da sempre, chissà se con il restyling proporranno la versione Sportwagon…..
     Leggi risposte
  • un probabile restyling di Giulia/Stelvio potrebbe esserci a fine anno/inzio 2020, insieme all'implementazione di adas e sistemi di bordo, anche se sulle versioni recenti si è recuperato già parecchio in tal senso... Comunque, anche se ce l'ho già da inizio marzo 2017, l'estetica della Giulia continua a piacere e a piacermi (la mia è una super bianca con cerchi da 18 bruniti...) e penso proprio che lo scudo anteriore della B-tech insieme al paraurti anteriore della Veloce (opzione gratuita) donino a questa macchina una ulteriore carica di sportività.... Comunque, visto che gradisco molto di più le linee fluide e le curve rispetto al design scolpito con l'accetta, trovo ambedue queste macchine accattivanti e gradevoli.... Ma da voi la rivista è già in vendita?? Saluti
  • Due vere auto che mi metterei subito in garage, in versione benzina (gusti personali).
  • Sarebbe già ora di un bel restyling per la Giulia...mi spiacerebbe davvero vederla lasciata al suo destino. Ci vogliono facelift con fari full-led ridisegnati, aggiornamenti tecno, lwb e GTV. E alla svelta.
     Leggi risposte
  • Sembrerà un paradosso, ma la Giulia senza lo scudo si svecchia. Il recente stile AR, con lo scudo ridotto a semplice V, si rifà chiaramente al concept Duettottanta di Pininfarina. Rimaneva in certe colorazioni (grigi e appunto questo blu), abbinati ai cerchi sbagliati (soprattutto quelli a raggiera) un retrogusto di auto da matusa. Al contrario, senza cromature e coi fari più scuri, cambia aspetto. Aspettando (inutilmente) altre tinte pastello che valorizzerebbero le linee sinuose partorite da Andrea Loi. Mazda bocciata. Tremendamente Jap. sembra vecchia di 10 anni.
     Leggi risposte
  • La 6 non è una berlina totalmente incentrata sulla guida, e non perchè sia a trazione anteriore. Speriamo non toppino le sospensioni anche nella prossima generazione della stessa.
  • Con tutto il rispetto per la Mazda eh, ma noi popolo vogliamo una sfida all'ultimo sangue tra Giulia e le sue vere rivali, cioè le tre della triade tedesca.
     Leggi risposte
  • Ho la Giulia e quando la restituirò fra un anno conto di noleggiarne un'altra, perchè questa macchina mi ha viziato (poi che, come tutte le berline abbia ora scarso seguito, non mi frega una cippa....) Guido da 44 anni e ho avuto un pò di tutto in passato, ma una macchina così coinvolgente non me la ricordo.. Per cui non vedo l'ora di leggere questo confronto, essendo pure la Mazda 6 da sempre una bella auto..
     Leggi risposte
  • Ho la Giulia e quando la restituirò fra un anno conto di noleggiarne un'altra, perchè questa macchina mi ha viziato (poi che, come tutte le berline abbia ora scarso seguito, non mi frega una cippa....) Guido da 44 anni e ho avuto un pò di tutto in passato, ma una macchina così coinvolgente non me la ricordo.. Per cui non vedo l'ora di leggere questo confronto, essendo pure la Mazda 6 da sempre una bella auto..
     Leggi risposte
  • Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca