La tedesca McChip-Dkr ha sviluppato una serie di kit di elaborazione dedicati all'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. La berlina italiana è una delle auto preferite dai tuner e in questa occasione sono tre i livelli di preparazione disponibili.

Fino a 680 CV e 850 Nm
. Se negli Stage 1 e 2 l'unico intervento è quello della mappatura e della rimozione del limitatore di velocità, con potenze che raggiungono 580 o 610 CV rispetto ai 510 CV di serie, è lo Stage 3 a fare notizia. Modificando le turbine, l'elettronica e altri componenti (che l'azienda non specifica), il V6 2.9 riesce a raggiungere quota 680 CV e 850 Nm. Dati che superano persino quelli del V8 biturbo della Ferrari da cui deriva il progetto del propulsore della Giulia. Le prestazioni, ovviamente, hanno un costo: circa 15.500 euro, a cui sicuramente andranno aggiunti i necessari adeguamenti di assetto e impianto frenante.