Eco News

Campagna elettorale
Letta 'tradito' dal bus elettrico

Campagna elettorale
Letta 'tradito' dal bus elettrico
Chiudi

Vivere sulla propria pelle - più o meno consapevolmente - il "lato oscuro" della mobilità elettrica: è quello che è successo al segretario del Pd, Enrico Letta, tradito da un minibus a batteria (un Mercedes-Benz Sprinter di vecchia generazione, retrofittato da un'azienda terza) durante la prima tappa del suo tour elettorale. La carica del veicolo, più adatto a spostamenti brevi - vista l'autonomia di circa 150 km - che a una spedizione su e giù per lo Stivale, non è infatti bastata a "chiudere" il tragitto da Alessandria a Torino e ritorno: constatato che le batterie erano quasi scariche ed evidentemente poco convinto di avventurarsi alla ricerca di una colonnina nei paraggi, lo staff ha imbarcato Letta su un'altra auto, sempre a emissioni zero, consentendogli di raggiungere senza rischi il capoluogo piemontese.  

Mobilità (in)sostenibile. A riportare l'imprevisto è stata l'edizione torinese del Corriere della Sera, che ha anche raccolto la reazione a caldo, peraltro insindicabile, del principale candidato del centrosinistra: "Vogliamo attirare l’attenzione sui problemi della mobilità sostenibile, denunciando la carenza di piazzole per la ricarica sulle strade del nostro Paese". Non a caso il minibus, alimentato da un pacco batterie da 79,3 kWh, è stato prudentemente affiancato da due auto staffetta.

Infrastrutture insufficienti. La disavventura di Letta, evidentemente messa in conto nel momento stesso in cui il dem ha deciso di affidarsi a un grande mezzo elettrico per promuovere le istanze ecologiste del partito, dimostra una volta di più che il futuro della mobilità sostenibile è strettamente collegato allo sviluppo di una rete pubblica e privata di colonnine per la ricarica. Sviluppo che, al momento, non procede come dovrebbe, rendendo molto difficile il raggiungimento degli obiettivi in agenda nei prossimi anni. Quattroruote lo dice da tempo, ma la chiosa finale, a questo punto, ci sembra giusto lasciarla allo stesso segretario del Pd: "Questo tour con i mezzi elettrici è un'occasione per raccontare ciò che dev'essere il futuro. Purtroppo oggi, nel nostro Paese, usare la mobilità sostenibile è complicatissimo".  

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Campagna elettorale - Letta 'tradito' dal bus elettrico

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it