Industria e Finanza

Ford
L’Ovale punta Tesla: la produzione di elettriche sarà raddoppiata in 24 mesi

Ford
L’Ovale punta Tesla: la produzione di elettriche sarà raddoppiata in 24 mesi
Chiudi

La Ford ha in programma di raddoppiare, nel giro di due anni, la capacità produttiva annuale dedicata ai veicoli elettrici e di diventare, così, il secondo produttore statunitense di mezzi a batteria, dietro alla sola Tesla: l'obiettivo è stato annunciato dall’amministratore delegato Jim Farley sul suo account su Twitter. “Prevediamo di produrre 600.000 veicoli elettrici l'anno a livello globale entro la fine del 2023. Il doppio del nostro piano originale”, ha scritto il dirigente, sottolineando che il nuovo traguardo sarà raggiunto ancora prima dell’attivazione del Blue Oval City, il nuovo complesso produttivo da realizzare in Tennesse, e di altre fabbriche dedicate alla mobilità alla spina.

La sfida a Tesla. “Puntiamo a diventare il secondo maggior produttore di veicoli elettrici entro i prossimi due anni”, ha proseguito Farley sottolineando un ulteriore target, che sarà raggiunto grazie agli “enormi investimenti” nella produzione di veicoli elettrici e batterie e all’espansione della gamma di mezzi a emissioni zero: “La nostra ambizione è diventare il più grande produttore di veicoli elettrici al mondo” ha detto Farley. La Ford, infatti, vede spazi di ulteriore crescita dopo il 2024 per effetto, soprattutto, dell’arrivo di nuovi modelli, come le versione elettriche delle crossover Explorer e Aviator.

Domanda elevata. A sostegno delle ambizioni della Casa c’è soprattutto la crescente popolarità di Mustang Mach-E, F-150 Lightning ed E-Transit. "La domanda è molto più alta di quanto ci aspettassimo”, ha spiegato Farley. In particolare, l’amministratore delegato ha ricordato come le prenotazioni per il pick-up a batteria siano già oltre 160 mila e, parlando ad Automotive News, ha aggiunto come si stiano le richieste “avvicinando alla soglia delle 200 mila unità”, cioè dieci volte i volumi previsti. Per il nuovo modello, in arrivo nelle concessionarie statunitensi l’anno prossimo, era stata programmata una produzione di non più di 20 mila esemplari l’anno, ma la Ford si è trovata ad affrontare una sorprendente mole di richieste. Lo stesso è avvenuto per la Mustang Mach-E. 

COMMENTI

  • Punta.. da lontano: non arrivano a 100k di auto elettriche prodotte nell'anno in cui Tesla passa da 500k a poco meno di 1M (e non riescono a stare dietro alla domanda) con 2 gigafactory che stanno per partire, una strategia per incrementare la produzione delle batterie.
  • Ford finora era a zero con le full electric tanto da creare una partnership con Vag e ora vuole superare non solo Tesla ma pure la stessa Vag? Ma... ma hanno visto l'enorme calo di vendite che stanno avendo in Europa? Vabbè ormai loro campano grazie al solo F-150 ora anche a batteria. Ma le batterie chi gliele fornisce, Stellantis?
  • Chi ha guidato ed è stato in USA, capisce subito che le auto a pile sono inadeguate con le distanze e gli spazi che ci sono. Provare per credere. Per non parlare che gli USA sono ricchissimi di petrolio e gas con il quale producono l'energia, quindi non è una buona equazione elettricità=ecologia...
  • Quindi quando dovrò sostituire la Ford mondeo sw, l'auto che uso per viaggiare, niente più Ford.
     Leggi le risposte