Nuovi Modelli

Tesla Model 3
Aumenta l'autonomia, calano le prestazioni

Tesla Model 3
Aumenta l'autonomia, calano le prestazioni
Chiudi

Non chiamatela più Standard Range Plus: ora l'elettrica d'accesso alla gamma Tesla si chiama, semplicemente, Model 3. La Casa di Palo Alto ha aggiornato i listini della berlina, introducendo una nuova entry level che va a sostituire la precedente SR+. Singolo motore e trazione posteriore, proprio come prima, ma le differenze rispetto al modello uscente sono tante, anche se non si vedono. Prima di tutto, la nuova entry level viene prodotta nella gigafactory di Shanghai, in Cina, e non più a Fremont. Ciò significa, soprattutto, nuova chimica per le batterie: l'autonomia cresce, ma le prestazioni ne risentono.

Nuove batterie. La nuova Model 3 "base" dovrebbe infatti utilizzare i nuovi accumulatori litio-ferro-fosfato (Lfp) della Catl (in attesa delle nuove 4680), che a parità di dimensioni garantiscono una maggiore densità d'energia. L'autonomia Wltp dichiarata dal costruttore è infatti passata dai precedenti 448 agli attuali 491 km, circa 120 in meno rispetto alla Long Range. Il rovescio della medaglia, però, è una riduzione delle prestazioni: se la Standard Range Plus uscente riusciva a coprire lo 0-100 km/h in 5,6 secondi, la nuova versione a trazione posteriore impiega 6,1 secondi. La velocità massima è di 225 km/h ma, come di consueto, il costruttore non ha specificato la potenza in cavalli dell'elettrica.  

Crescono prezzi e tempi d'attesa. Ordinando oggi una Model 3 a trazione posteriore, la Casa stima di poter consegnare l'esemplare a febbraio 2022: i tempi d'attesa sono così passati da poche settimane a circa quattro mesi. Anche i prezzi hanno subito dei ritocchi: la nuova versione d'ingresso gamma è proposta con un prezzo di partenza (chiavi in mano) di 50.970 euro, mille euro in più rispetto alla precedente.

Torna la Long Range a trazione posteriore? A prima vista, la modifica dei listini potrebbe sembrare una notizia trascurabile, ma in realtà l'arrivo della seconda Model 3 "cinese" in Europa (dopo la Long Range AWD) potrebbe nascondere altro. La Tesla, infatti, ha aggiornato diversi dati nel configuratore americano e non è escluso che nuove versioni possano essere in dirittura d'arrivo: molti clienti negli ultimi mesi hanno chiesto la reintroduzione della Long Range RWD e non è detto che la Tesla non voglia accontentarli.

COMMENTI

  • meglio perdere mezzo secondo nello 0-100 (che è già buono) e guadagnare in autonomia, per me potrebbero anche portarlo a 8sec ed "aggiungere" 200km
  • Su un altro sito avevo letto che con le batterie al litio ferro fosfato diminuiva l'autonomia ma aumentava la longevità della batteria stessa e che sopportava meglio le ricariche al 100%.