Tecnologia

Dossier QEdu
Sistemi Adas, cosa sono e come funzionano

Dossier QEdu
Sistemi Adas, cosa sono e come funzionano
Chiudi

Ormai si parla con grande frequenza degli Adas, gli ausili elettronici al guidatore sempre più diffusi sulle auto moderne, motivo per cui vale forse la pena ricordare come operano e quali sono le principali tipologie attualmente disponibili. Innanzitutto, va detto che il presupposto essenziale per il loro funzionamento è la presenza sulla vettura di un certo numero di sensori in grado di rilevare quanto accade intorno al veicolo: tutte le informazioni raccolte vengono inviate a una centralina, che decide se e quando sia il caso di mandare un avviso di pericolo al conducente o se, invece, non sia opportuno intervenire autonomamente su alcuni comandi. Per tutti i dettagli, vi invitiamo a leggere il nostro dossier QEdu, in regalo con Quattroruote di marzo.

Volkswagen CC

Gli “occhi” dell’auto. I dispositivi utilizzati per il funzionamento degli Adas sono sostanzialmente di due tipi: le telecamere e i radar. Le telecamere, mono o stereo, acquisiscono le immagini dalla realtà esterna e trasferiscono le informazioni alla centralina; in genere, sono montate frontalmente per monitorare quanto accade al veicolo. I radar si suddividono a loro volta in tre categorie: quelli a breve raggio, che permettono d’individuare più facilmente la presenza di pedoni e ciclisti nelle immediate vicinanze dell’auto; quelli a lungo raggio, che sono alla base del funzionamento del cruise control adattivo; il radar posteriore, infine, che utilizza onde radio, inviate e ricevute, per determinare la distanza da un oggetto e la sua velocità. Il sistema può prevedere anche la presenza di telecamere a infrarossi, utilizzate per migliorare la visione notturna, e di Lidar, ovvero sensori che utilizzano impulsi laser per misurare le distanze. L’abbinamento di tutti questi dispositivi (soprattutto di telecamere e radar, che funzionano in ogni condizione di visibilità) consente di ottenere risultati ottimali.

The new Volkswagen Golf

Nella foto, una ricostruzione del funzionamento del cruise control adattivo sulla nuova Volkswagen Golf

I sistemi più diffusi. Le case automobilistiche spesso utilizzano denominazioni diverse per indicare dispositivi che svolgono sostanzialmente la stessa funzione. I più diffusi sono il lane assist/keeping e il cruise control adattivo. Il primo aiuta il guidatore a restare nella propria corsia di marcia: una telecamera legge le strisce sulla strada e può limitarsi ad allertare il conducente della fuoriuscita con vibrazioni del volante e segnali acustici (lane assist) o agire in maniera autonoma sul volante, correggendo la traiettoria (lane keeping). Il cruise control adattivo, invece, non solo mantiene la velocità impostata dal guidatore senza che quest’ultimo debba premere l’acceleratore, ma la adegua anche a quella dei veicoli che precedono la vettura nella stessa direzione di marcia, intervenendo su freni e acceleratore e mantenendo la distanza di sicurezza, arrivando in alcuni casi fino all’arresto autonomo dell’auto.

Gli altri dispositivi. Tra gli Adas, godono di una certa importanza i sistemi di frenata automatica: una telecamera posta dietro il parabrezza, a volte integrata da un radar, permette di lanciare un allarme se il guidatore non si accorge in tempo utile della presenza sul suo percorso di altri soggetti, come pedoni e veicoli che si fermano. In caso di mancato intervento umano, il dispositivo attiva automaticamente la frenata, evitando la collisione o, quanto meno, mitigandone gli effetti. Altri sistemi Adas interessanti sono quelli di parcheggio automatico, di avviso della presenza di ostacoli in manovra, in particolare nell’uscita in retromarcia dagli stalli a pettine, di avviso di sosta, per contrastare il rischio di stanchezza al volante, e di ripetizione della segnaletica nella strumentazione. Completano il quadro delle opportunità tecnologiche attuali l’azionamento automatico della frenata durante la svolta (soprattutto a sinistra), l’avviso della presenza di veicoli nell’angolo buio di visuale non coperto dagli specchi retrovisori e i dispositivi per la visione notturna.

qedu-adas-31

Nella foto, sulla destra, il manichino di una vettura montato sulla piattaforma Ufo

I nostri test. Per valutare l’efficacia degli Adas, Quattroruote si è dotata di una strumentazione apposita che consente di simulare in condizioni di sicurezza, sulla pista di Vairano (PV), le situazioni che si verificano durante la circolazione stradale: i risultati sono riportati nelle prove su strada della rivista. I test prevedono l’utilizzo dell’Ufo, una piattaforma telecomandata che permette di muovere a distanza il manichino di un’auto, di un pedone o di un ciclista, realizzati con materiale soffice che non causa danni in caso di urto. Gli standard delle prove sono più severi di quelli previsti dall’EuroNCAP perché riproducono meglio la realtà delle strade: per esempio, sono presenti altri veicoli in sosta lungo la corsia nella quale avviene la prova, proprio come accade viaggiando nelle vie cittadine, ma anche il manichino di un adulto che spinge un passeggino o di un bambino che porta sulle spalle uno zainetto, il quale ne modifica la sagoma agli “occhi” delle telecamere.

La guida autonoma. Gli Adas costituiscono il primo passo verso la guida senza conducente, un tema del quale si parla sempre più frequentemente. A questo proposito, la Sae (Society of automotive engineers) ha descritto cinque livelli diversi di funzioni che i veicoli possono svolgere senza l’intervento dell’uomo. Il livello 1 prevede che il guidatore abbia il controllo totale del mezzo, ma possa delegare compiti limitati a funzioni automatizzate: è il caso, per esempio, del cruise control tradizionale e del lane assist. Il livello 2, invece, configura una sorta di automazione parziale dell’auto, per esempio combinando il cruise control attivo e l’assistenza alla corsia. Al livello 3 il veicolo elabora i dati raccolti dai sistemi periferici e si muove da solo, ma esclusivamente in certe condizioni di percorso e andatura, motivo per cui il guidatore deve restare vigile e riprendere il controllo non appena necessario (tramite un avviso). Il livello 4, invece, prevede che l’auto agisca autonomamente in certe condizioni ambientali, per esempio in autostrada o all’interno di un quartiere dotato di apposite infrastrutture. Infine, con il livello 5 l’auto può fare a meno del volante e viaggiare in totale autonomia in qualsiasi condizione. Va detto che, a oggi, le auto di serie non vanno oltre il livello 2 e che il livello 3, teoricamente disponibile per alcuni modelli, non è ancora consentito dalle normative. Del resto, se pochi anni fa si pensava che nel giro di poco tempo si sarebbe arrivati a vetture totalmente autonome, oggi persistono invece ancora molti dubbi, sia sulla loro fattibilità e convenienza economica, sia sull’accoglienza che riceverebbero da parte della clientela.

COMMENTI

FOTO


VIDEO

https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg Il giro di pista della Chevrolet Corvette C8 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-giro-di-pista-della-corvette-c8 News

Servizi Quattroruote

quotazione

Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

Non ricordi la tua targa? Clicca qui

logo

assicura

Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

In collaborazione con logo

finanziamento

Cerca il finanziamento auto su misura per te!

Risparmia fino a 2.000 €!

In collaborazione con logo

usato

Cerca annunci usato

Da a

listino

Trova la tua nuova auto

Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

provePdf

Scarica la prova completa in versione pdf

A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

Cerca