Tecnologia

Guida assistita
In Giappone debuttano le Toyota Mirai e Lexus LS con Advanced Drive

Guida assistita
In Giappone debuttano le Toyota Mirai e Lexus LS con Advanced Drive
Chiudi

Con il lancio delle nuove Mirai e Lexus LS in Giappone, il gruppo Toyota compie un passo in avanti nella guida assistita introducendo il pacchetto di funzioni "Advanced Drive". In alcune versioni, i due modelli possono infatti contare su un livello di assistenza superiore, sostanzialmente grazie a un’intelligenza artificiale evoluta (basata sul deep learning), a una telecamera che monitora costantemente il conducente, a sistemi predittivi e – per la prima volta in Toyota e Lexus – all’aggiornamento del software dell’auto over-the-air, che permette di abilitare nuove funzioni anche dopo l’acquisto della vettura. Recentemente, la rivale Honda ha annunciato, sempre in Giappone, l'offerta in leasing di alcune Legend EX con sistemi di livello 3.

2021-toyota-advanced-drive-02

Assistenza estesa. Sulle strade a scorrimento veloce, l'Advanced Drive consente di mantenere il veicolo all’interno della propria corsia, di gestire la distanza da quello che lo precede, di effettuare un cambio di corsia, un sorpasso e anche di imboccare un’uscita in automatico: operazioni che vengono eseguite solo al verificarsi delle condizioni di traffico adeguate (attraverso le indicazioni del navigatore) e sempre sotto la sorveglianza del conducente. L’approccio alla sicurezza attiva del gruppo Toyota, infatti, è più orientato a creare un rapporto di "collaborazione" tra auto e guidatore, che non alla sostituzione di quest’ultimo attraverso gli automatismi, secondo il quale la tecnologia deve servire principalmente a ridurre la fatica di chi sta al volante e a garantirgli protezione.

Sorpassi e cambi di corsia. L’Advanced Drive, perciò, potenzia la capacità di gestire situazioni critiche da parte dei dispositivi di bordo. Quando si sorpassa o ci si affianca a un altro veicolo, per esempio, il sistema mantiene l’auto nella sua corsia, aiutandolo a tenere distanze adeguate sia a destra, sia a sinistra: un aiuto che si rivela prezioso soprattutto quando si superano mezzi piuttosto larghi. Nelle circostanze in cui due corsie confluiscono in una, invece, il sistema legge la situazione, rallentando per far passare il veicolo che sopraggiunge, mentre i cambi di corsia vengono "approvati" dal conducente indicando la corsia di destinazione o azionando la freccia.

2021-lexus-ls-advanced-drive-11

Controllo costante. In queste e altre operazioni lo sguardo vigile sull’attenzione e sulla partecipazione di chi sta al volante è rappresentato da una telecamera dedicata, capace di monitorare la stanchezza, di rilevare se gli occhi sono aperti o chiusi, ma anche la direzione dello sguardo del guidatore. In caso di anomalie, scattano immediatamente gli opportuni avvisi, sotto forma di cicalini, di vibrazioni alla cintura di sicurezza e di messaggi sulla strumentazione. Ma gli occhi dell’Advanced Drive sono tanti, inclusi quelli alla base del funzionamento della frenata automatica. Anche qui c’è un’evoluzione: oltre a un radar a onde millimetriche e a una telecamera stereoscopica, il sistema sfrutta l’azione combinata di una telecamera telescopica, di Lidar e le informazioni fornite da mappe ad alta precisione per rilevare la presenza di veicoli e calcolare la distanza da tenere. Nella gestione dell’emergenza, poi, il sistema assiste il conducente nella manovra evasiva. E quando questo non fornisce risposte, o la telecamera rileva una postura anomala, magari dovuta a un malore improvviso, l’Advanced Drive provvede alla messa in sicurezza dell’auto, decelerando fino a fermarsi, accendendo le luci d’emergenza e chiamando automaticamente i soccorsi.

La sicurezza aumenta nel tempo. L’intero sistema è basato su un hardware e un software di ultima generazione: il primo dispone di capacità di elaborazione dei dati e di apprendimento senza precedenti in casa Toyota, a beneficio di una maggiore affidabilità e capacità di leggere le situazioni d’intervento da parte dei dispositivi di assistenza alla guida. Il secondo, invece, apre al mondo degli aggiornamenti lungo l’intero ciclo di vita del modello: le nuove funzionalità potranno essere installate tramite gli ota o in officina, aumentando nel tempo il livello di sicurezza.

COMMENTI

  • Capisco i sistemi di sicurezza ma non ho mai capito il desiderio di qualcuno di farsi accompagnare in giro da un auto senza guidare. Se proprio voglio essere portato a passeggio con i soldi che spendo per una Tesla con questi sistemi o altre auto pago qualcuno che non solo mi guida un auto da 10K euro ma mi apre anche la portiera quando scendo e mi tiene l' ombrello se piove. Scommetto che a questo Tesla, Toyota e company non ci arriveranno mai.
  • Alla faccia che Toyota è indietro, come sostengono alcuni bontemponi che durante il lockdown non hanno di meglio da fare per passare il tempo che sparare trollate.
     Leggi le risposte