Dopo la Logan, la compatta Sandero e l?economicissima ? paragonata alle altre Suv ? Duster, alla Dacia mancava giusto la monovolume. Eccola la Lodgy, in tutta la sua "intelligenza": sette posti veri, guida per niente sportiva, accessori ridotti al minimo indispensabile e a una corta lista di extra a pagamento. Insomma, la rumena di Tangeri (è la prima Dacia costruita nello stabilimento marocchino della Renault-Nissan), ne ha di cose da dire. Sembra un macchinone pesante, poco attraente, di dubbia qualità, e poi invece si scopre che le dimensioni sono molto simili a quelle della Logan MCV, che le prestazioni del 1.5 dCi sono sbalorditive (lo scatto è migliore rispetto alla Mercedes Classe A con lo stesso motore!) e che a bordo non si sta per niente male.

Caratteristiche. Sulle linee esterne non c?è molto da dire. Esistono monovolume che si lasciano ammirare anche da fuori, come la Renault Espace o le Citroën Picasso, mentre qui l?approccio è meno poetico e più da "elettrodomestico": sali a bordo e vedi se c?è quello che ti serve; se c?è, comprala. Innanzitutto, rispetto alla Logan di qualche tempo fa, sono passati anni luce. La plancia è disegnata con gusto, i materiali sono di buon livello e l?insieme colpisce molto favorevolmente. Il display da 7 pollici, i profili metallici e le plastiche di diverse tonalità sulla plancia danno un?ottima accoglienza. Peccato che il piantone dello sterzo non sia più fisso, ma non si regoli ancora in profondità, il meccanismo di abbassamento dei finestrini davanti non è automatico nemmeno in discesa e dietro ci sono le manovelle; inoltre, il clacson si trova sulla leva e non al centro del volante e lo specchio di cortesia dietro l?aletta parasole del passeggero non è richiudibile. Tante piccole cose, niente di grave comunque.

Interni. In compenso, si sta comodi: anche i più alti trovano le regolazioni giuste. Il navigatore satellitare Dacia Media Nav è touch screen e comprende tutte le funzioni più importanti, compreso il Bluetooth per il telefonino. Stupisce l?assenza del lettore Cd, ma ci sono le prese Usb e Aux. Chi sceglie una Lodgy, non lo fa per i due posti davanti e dietro, in seconda fila, si scopre un divano essenziale, un po? troppo a ridosso dei sedili anteriori, non offre un gran confort ai due o tre passeggeri. In compenso è facilmente ribaltabile, per aprire il varco verso la terza fila. Sorpresa: qui si sta bene, e rispetto ad altre sette posti più lussuose sulla Lodgy possono accomodarsi anche due adulti. Il bagagliaio si adegua al numero di occupanti, ma non è mai troppo risicato e in caso di carichi "estremi", che siano armadi dell?Ikea, scale da imbianchino o tavole da surf, si può ripiegare in avanti lo schienale del passeggero anteriore e contare su una lunghezza massima di 2,8 metri.

Come va. Qualche problema tra i birilli, risolto da un Esp un po? ruvido, ottime frenate persino sul "ghiaccio", discreta silenziosità di marcia e prestazioni superiori alle aspettative. Sul puro piacere di guida, invece, non c?era granché da aspettarsi. Bisogna fare i conti con un?auto onesta, ma non perfetta nell?assorbimento delle asperità, nell?agilità nel traffico e nello sterzo. In generale, la Lodgy è facile da guidare e si dimostra perfettamente all?altezza per affrontare l?uso stressante, quotidiano, di una famiglia numerosa e soprattutto i lunghi spostamenti in viaggio. Tutto spendendo poco anche in gasolio.

In sintesi. Se siete in sette e cercate una monovolume comoda e non troppo cara, non ce n?è: questa è la scelta migliore. Anzi, l?unica. La più lussuosa delle Lodgy, per di più full optional, costa comunque molto meno di qualsiasi alternativa. Ma non si può valutare un?auto solo in termini di prezzo, e quindi sappiate che questa low cost rumena "rischia" di darvi qualche soddisfazione anche a prescindere dall?assegno da staccare. Sa accogliere degnamente anche i passeggeri della terza fila e, in più, assicura prestazioni in alcuni casi sbalorditive, anche se piacere di guida, sensibilità dello sterzo e altri dettagli sono da dimenticare. In compenso c?è l?Esp, che garantisce una gran sicurezza.