La nostra prova su strada Lancia Voyager

La nostra prova su strada
Lancia Voyager
Chiudi
 

Non ci sono, in Europa, concorrenti vere e proprie per la Lancia Voyager, perché tutte le altre monovolume extralarge si fermano abbondantemente al di sotto dei cinque metri di lunghezza e per averle occorre una cifra inferiore rispetto ai quasi 40.000 euro necessari per portarsi a casa una Voyager nell?allestimento Gold, l?unico al momento disponibile.

Posto di guida. Il sedile della Voyager è una vera e propria poltrona, rivestita di morbida pelle e con tanto di bracciolo centrale, che consente una posizione dominante e un?eccellente visibilità tutt?attorno. Grazie alle ampie regolazioni elettriche di sedile e pedaliera, e allo sterzo che si muove sia assialmente sia in altezza, quasi tutti riescono a trovare con facilità la posizione ideale. La strumentazione, illuminata in azzurro, ripropone vagamente lo stile Lancia di un tempo, con i grandi indicatori circolari accompagnati da un display che consente di visualizzare una gran numero d?informazioni. Al centro della plancia spicca il touchscreen del sistema multimediale, che comprende la navigazione Gps e un mega impianto d?intrattenimento con lettore Dvd e hard disk da 30 GB. Originale, ma pratica, la collocazione della leva del cambio automatico in alto, di fianco alla strumentazione. Bisogna invece far l?abitudine alla leva sinistra che, oltre a svolgere la funzione di devioluci, aziona anche i tergicristallo.

Interni Con più di 5,20 metri di lunghezza, lo spazio a bordo certo non manca. Le due grandi porte laterali, scorrevoli ad azionamento elettrico, danno accesso alla parte centrale dell?abitacolo, dove si trovano due belle poltroncine singole separate da un piccolo corridoio. Chi siede nei due posti centrali ha a disposizione comandi propri per la climatizzazione, due bocchette di ventilazione sistemate sul soffitto e uno schermo da nove pollici con relative cuffie per vedere film e quant?altro. Ribaltando in avanti i due sedili, si accede al divano posteriore, che ospita tre passeggeri, serviti da proprie bocchette di ventilazione e da un secondo schermo video. Con l?abitacolo configurato in questo modo il bagagliaio ha una capienza di ben 535 litri che, grazie al sistema Stow?n go (tratta di un brevetto Chrysler) diventano in un attimo 920 ribaltando i sedili. E per chi lo desidera si possono far rientrare nel pavimento anche i due posti centrali, trasformando la Voyager in un vero e proprio furgone di lusso.

Prestazioni. Il quattro cilindri di 2.8 litri non è un campione di potenza, ma è regolare e ha una buona coppia. Insomma, fa del suo meglio per muovere i quasi 2.400 chili della vettura. La velocità massima è di circa 190 km/h, pertanto si riesce a viaggiare in autostrada a 130 senza affanno. Sullo 0-100 km/h la Voyager ha fatto fermare il cronometro su un rispettabile tempo di 11,8 secondi, mentre in Drive il passaggio 70-120 km/h viene compiuto in 11,1. Il cambio, un classico automatico a sei marce con convertitore di coppia, si adatta bene alle caratteristiche del motore. Ha i primi quattro rapporti molto corti, per favorire lo spunto e la ripresa, mentre quinta e sesta sono decisamente più lunghe, così da limitare consumi e rumorosità. I cambi marcia sono morbidi e il kick down sufficientemente rapido. Per quanto riguarda i consumi, nel complesso i risultati non sono poi così male. In città fa quasi i sette con un litro, che diventano, rispettivamente, otto e dieci in autostrada e sulle strade extraurbane e grazie al serbatoio da 76 litri, l?autonomia è comunque buona, attorno ai 600-700 km.

Su strada. La Voyager è fatta per viaggiare e, grazie alle modifiche apportate alle sospensioni dai tecnici italiani, ora l?assetto è meno morbido e dondolante. Il problema, semmai, è il sottosterzo, che si manifesta soprattutto sui fondi a bassa aderenza già a velocità moderate. C?è l?Esp che rimette a posto le cose, certo, però un po? di attenzione in più ci vuole. Lo sterzo, piuttosto demoltiplicato e poco preciso ai piccoli angoli, ma, è in compenso abbastanza progressivo e in manovra si mostra piuttosto leggero. Quanto ai freni, dobbiamo dire che hanno un bell?attacco, quasi sportivo, e sono modulabili con facilità. Gli spazi d?arresto, però, sono risultati mediamente lunghi e il test di affaticamento è stato superato con non poco affanno. Il confort è senz?altro uno dei punti di forza della Voyager, a cominciare dall'insonorizzazione, con la rumorosità che si mantiene su livelli contenuti fino a 130 km/h. Le sospensioni anteriori filtrano bene le sconnessioni della strada, mentre dietro il retrotreno regala qualche scossone di troppo. Complessivamente ottima la vita a bordo dei passeggeri, che hanno a disposizione un volume d?aria inusuale e una buona visibilità, senza dimenticare lo straordinario impianto multimediale.

Pregi e difetti

LANCIA Voyager Voyager 2.8 Turbodiesel Gold 163 CV

Pregi

Spazi familiari organizzati su quattro poltroncine singole e un divano. Grande versatilità, grazie all'ingegnoso sistema che consente di ripiegare all'interno del pavimento i sedili della seconda e terza fila, lasciando un piano di carico perfettamente livellato.
Climatizzazione curata, con bocchette sul padiglione per i posti posteriori.
Confort di marcia di buon livello anche viaggiando in sette. Grande vivibilità.

Difetti

Dimensioni importanti un po' fuori stazza per le strade italiane. Bisogna prendere bene le misure, poi diventa tutto più facile.
Impianto frenante migliorabile. Gli spazi d'arresto sono lunghi e il test di affaticamento è stato superato con difficoltà.
Luci diurne non previste.



Dati & prestazioni

Velocità
Massima
189.457 km/h
Accelerazione
0-100 KM/H
11.8 s
400M DA FERMO
0.0 s
1KM DA FERMO
0.0 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
11.1 / 12.5
1 KM DA 70 KM/H
0.0
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
0.0 m
CONSUMI MEDI
STATALE
10.0 km/l
AUTOSTRADA
7.5 km/l
CITTÀ
6.8 km/l
-
Abitabilità
5.0
Accelerazione
3.5
Accessori
5.0
Bagagliaio
5.0
Cambio
3.0
Climatizzazione
5.0
Confort
4.0
Consumo
2.5
Dotazioni sicurezza
4.0
Finitura
4.0
Freni
2.0
Garanzia
2.0
Motore
3.0
Plancia e comandi
4.0
Posto guida
4.0
Prezzo
3.0
Ripresa
3.5
Sterzo
3.0
Strumentazione
4.0
Su strada
3.0
Visibilità
3.5
Tutto su
LANCIA Voyager

ezio pratesi

Ho acquistato da poco una Lancia Voyager nuova, e devo dire che è una bella macchina, consuma poco, comodissima, ben rifinita, in autostrada alla velocita 130 140 sembra di essere fermi, nelle stade di montagna sopratutto in salita si sente la macchina pesante, in curva è attaccata alla strada, bigna imparare a guidarla. Faccio presente che avevo una audi q7, altri costi e consumi. Saluti Ezio

COMMENTI

  • Ho acquistato da poco una Lancia Voyager nuova, e devo dire che è una bella macchina, consuma poco, comodissima, ben rifinita, in autostrada alla velocita 130 140 sembra di essere fermi, nelle stade di montagna sopratutto in salita si sente la macchina pesante, in curva è attaccata alla strada, bigna imparare a guidarla. Faccio presente che avevo una audi q7, altri costi e consumi. Saluti Ezio
  • Almeno in questo caso hanno lasciato il nome che merita, e non l'hanno chiamata Phaedra. Al contrario della Thema.
  • Andrea Floris: commento raramente su Quattroruote in quanto il limite dei 400 caratteri sul blog è demenziale (roda da twitter o SMS, non certo da blog o forum!), così come il fatto che i commenti non vengano visualizzati subito, e che ne fai un refresh devi ri-cercare il thread che ti interessa. Personalmente ritengo che la versione on-line di Quattroruote sia veramente indecente (o peggio).
     Leggi risposte
  • ma lo sanno che non abbiamo la Route 66 ma le autostrade a 2 corsie come la to pc. Forse sarà per farsi vedere dai TIR??? Noi yankee delle Mandria come facciamo a comprarci sta roba. Meglio un bel Ford Galaxy
     Leggi risposte
  • una curiosità: ma secondo voi l'hard disk da 30 Gb se lo fanno costruire apposta, visto che ormai è considerata una capacità ridicola e non ne vendono più da 10 anni?
  • Successivamente Chrysler dismise i marchi francesi, cedendo Talbot a PSA e Matra a Renault, che si trovò già bello che pronto l'Espace, che originariamente doveva sostituire il Talbot Ranch. Quindi non solo l'Espace non è stato nemmeno il primo monovolume, ma è stato un prodotto interamente pensato, progettato e costruito da Chrysler (Matra), e che è stato commercializzato per caso da Renault.
  • Quindi, prima di esprimere giudizi "a caso" su marchi e prodotti che evidentemente non conosce, almeno provi a studiare un po' la storia dell'auto, così capirebbe la differenza tra un Ducato e la Monovolume più diffusa e venduta al mondo, costruita da chi la monovolume l'ha inventata. Eviterebbe brutte figure. http://en.wikipedia.org/wiki/Renault_Espace
     Leggi risposte
  • Non è vero che non ci sono concorrenti dirette. C'è sempre il Ducato Maxi...
     Leggi risposte
  • La Voyager è a trazione posteriore, ed avendo l'albero di trasmissione centrale, non potrebbe disporre dei sedili centrali a scomparsa se vi fosse anche il terzo posto. Ma del resto, per chi deve muoversi con tre figli, forse non ha senso valutare il Voyager, essendoci tanti monovolumi più economici e compatti, sia a cinque posti sia a sette (di cui gli ultimi due di emergenza).
  • La disposizione dei posti è a dir poco illogica! quando sono andata a vederla non l'ho comprata per l'identico motivo per il quale non avevo comprato la vecchia Voiager Chrysler... ha due posti centrali e tre sull'ultima fila, per chi ha tre figli è sconveniente. Quando stavo commentando questa cosa c'era un'altra famiglia che ha rinunciato all'acquisto per lo stesso motivo... medita cara Lancia.
     Leggi risposte
  • Ho avuto modo di guidare la lancia Thema 3.0 diesel da 239 cavalli, buon feelig ma le 2 tonnellate si sentivano tutte sui consumi (con piede leggero 6.8 km/l).Figuriamoci questo bestione che pesa ulteriori 400kg. Qui in Italia non abbiamo le strade dritte e infinite made in USA dove portare l'intera a famiglia. Auto sbagliata al momento sbagliato. Sul mercato sono presenti alternative più degne
     Leggi risposte
  • mio cognato possiede un chrysler grand voyager del '99 completo di tutto, cose che sulla mia clk del 2004 all'epoca neanche esistevano. ciò detto, accusare Quattroruote di parteggiare per Marchionne è come accusare Il Corriere della sera di fare opposizione. abbiamo capito che senza un audi vi sentite inferiori, non cercate di attaccarci i vostri disturbi della personalità. cordiali saluti
     Leggi risposte
  • Il primo, il più venduto ed il miglior monovolume al mondo. Semplicemente. Volete la prova di quanto sopra? Eccola: la stessa VW (che da quanto leggo qui sembra il riferimento per qualità ed affidabilità...) lo vende come sua monovolume ammiraglia rimarchiandolo Volkswagen Routan. http://www.vw.com/en/models/routan/gallery.html Forse che anche VW ritenga che non esista nulla di meglio?
     Leggi risposte
  • Io l'ho comprato e me la sto godendo assieme alla mia famiglia. Faccio notare che ho valutato all'acquisto anche la Sharan ma, a preventivo in mano compresi gli sconti, la Sharan, con solo parte degli optional gia di serie nel Voyager, mi sarebbe costata 100000 euro in più. Probabilmente i motori della Sharan sarebbe stati più economici nei consumi, ma ho pure sentito pesanti critiche su di essi.
     Leggi risposte
  • Vecchia,pesante,idrovora.2400 Kg.sprecati.Auto superata in tutto dalla linea al peso alla potenza.Va beh! questo e' e questo ce lo teniamo.Pensare che una volta il Voyager era la Monovolume piu' venduta al mondo,una volta.Una volta c'era anche l'Impero Romano ecc.ecc.
     Leggi risposte
  • tanto è sbagliata come macchina che per es la ford ne ha appena presentato uan con lunghezza di 5,4 m, sta in home page adesso....
  • ...ma ovviamente, per i commentatori della domenica, se Fiat (proprietaria di Chrysler) rimarchia Lancia il SUO Chrysler Voyager per commercializzarlo in europa (ove è sempre stato apprezzatissimo) commette una eresia imperdonabile, ma se VW compra dal suo concorrente Fiat quello stesso identico veicolo e lo rimarchia VW...bhè, lì allora è alta qualità tedesca e tecnologia inarrivabile... mah...
  • ok tutto,peso, dimensioni ed aerodinamica, ma 8km/litro in autostrada, per un veicolo fatto per viaggiare, mi sembrano decisamente troppi!
     Leggi risposte
  • Bello! Come alternativa al Ducato!
  • Ho letto l'articolo e visto il video sulla Lancia Voyager. Più di 5 metri di lunghezza? consumi stratorferici in italia problemi di park a 1000, benzina e diesel a 2 euro e quattroruote fa un articolo e un video con solo i pregi di difetti neanche uno? non è con questi modelli che si risale la china e nel video , quattroruote, abbi il coraggio di dire il consumo in percorso extraurbano e misto
  • Secondo me è troppo grande come auto da famiglia, è praticamente inparcheggiabile, però devo dire che a Ginevra con mia sorpresa, ho visto un sacco di gente interessata a provarla e a farsela spiegare dalle hostess (al contrario della Thema), quindi Boh non so, magari qualcuna la vendono. Per me resta la concorrente del Mercedes Viano che ha un discreto mercato come NCC, navette per Hotel ecc.
     Leggi risposte
  • A prescindere dal giudizio sul mezzo e valutazioni strategiche e di mercato, per me da ragazzo Lancia era sinonimo di classe e di vittorie nei rally. Chrysler Voyager di mezzo di trasporto per famiglie numerose e lavoratori. L'accostamento dei due nomi ma fa venire i brividi.
  • macchina da anni 90.......cmq meglio avere qualche modello in piu' da vendere che il nulla + totale.........
  • TUTTA LA VITA RENAULT ESPACE !!! Non ho alcun dubbio....gli altri inseguono da anni e NESSUNO è mai riuscito a fare meglio....
     Leggi risposte
  • La qualita tedesca è soltanto parole. Hanno molti problemi con loro macchine.
  • Non potevano chiamarlo Fiat!! mi sembra un marchio molto più adeguato.
  • ...fantastica, un'altra perla della produzione Italiana come la Thema ! Viva il made in Italy e gli Amministratori Delegati che lo sostengono! Sentivamo proprio la necessità di importare questi carrozzoni adatti forse alle highway statunitensi. Il saper fare,il saper innovare e l'eccellenza italiana come vengono stimolate dai nuovi ducetti? Già che c'è il buon Sergio per risollevare (continua)
     Leggi risposte
  • Cara Fiat non ci siamo proprio...e quattropruote le va dietro.. l'articolo ed il video mi sembrano scandalosi, non una critica....possibile che non ci sia un difetto in questa macchina? anche il consumo, 6 litri per 100 km in città... dice, beh, ma è un modello per grandi percorrenze.... andiamo a vedere il consumo di una Sharan... e ne vendono migliaia, decine di migliaia.. ahi ahi ahi
     Leggi risposte
  • (segue) le vendite del gruppo Fiat,potrebbe fare un bel copia-incolla della Golf o della Polo,mettere sulla calandra uno stemmino con il biscione,oppure Lancia o Fiat, et voilà la politica industriale Italiana è servita! Alla Volkswagen redistribuiscono gli utili con le maestranze, il gruppo Fiat e più in generale l'industria familistica nazionale riesce solo a scaricare la crisi sulle maestranze
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE