Eventi

Volkswagen
Oggi finisce l'era del Maggiolino

Volkswagen
Oggi finisce l'era del Maggiolino
Chiudi

Nel mondo delle quattro ruote ci sono auto che rimangono, per un motivo o per un altro, nell'immaginario collettivo. Diventano leggende per le loro prestazioni o la bellezza delle linee come nel caso della Ferrari 250 GTO e della Bugatti Type-57 SC Atlantic. Spesso, però, sono vetture per pochi privilegiati. In alcuni casi anche auto non certo di lusso o sportive diventano icone senza tempo. In Italia, per esempio, nessuno può mettere in dubbio la popolarità delle Fiat 500 e Panda. Lo stesso vale per altri modelli europei, a partire dal mitico Maggiolino della Volkswagen, che oggi chiude ufficialmente la sua storia di quasi 80 anni di vita, 20 dei quali sotto forma di New Beetle.

2019-Volkswagen-Beetle-01

Le radici storiche del Maggiolino. La nascita della prima "auto del popolo" tedesca affonda le sue radici in uno dei periodi più drammatici del Ventesimo Secolo. L'idea di quello che sarà il Maggiolino è infatti di Adolf Hitler, che nel 1934, l'anno dopo aver preso il potere in Germania dando il via a una dittatura efferata e sanguinosa, annuncia il suo progetto di un'auto destinata appositamente alla motorizzazione di massa dei tedeschi sulla falsariga di quanto avvenuto negli Usa con la Ford Model T e in Italia pochi anni prima con un'altra vettura rimasta impressa nell'immaginario collettivo, la Fiat Balilla. Hitler mette in gara Ferdinand Porsche e Jakob Werlin della Mercedes-Benz. A spuntarla è la Porsche che nel 1936 presenta i primi prototipi e nel 1939 avvia la produzione in un nuovo stabilimento a Wolfsburg la cui storia meriterebbe un pezzo a parte. Pochi mesi dopo, però, scoppia la Seconda Guerra Mondiale e la storia cambia in modo improvviso e drammatico.

L'epopea del dopoguerra. La produzione riparte, tra mille difficoltà, nel 1945 e da allora il Maggiolino inizia ad assumere un ruolo sempre più importante per l'economia tedesca: diventa il simbolo della rinascita industriale della Germania e contribuisce alla motorizzazione di massa. Il perchè non è certo dovuto a Hitler, quanto alle geniali soluzioni volute dalla Porsche: il motore posteriore boxer raffreddato ad aria, la trazione posteriore, la scocca portante e il telaio a ruote indipendenti consentono di aumentare lo spazio e il confort dei passeggeri. Il prezzo, poi, e le azzeccate campagne di marketing fanno il resto. Basti pensare che già nel 1946 le catene di montaggio di Wolfsburg arrivano ad assemblarne ben 10 mila esemplari, una cifra per il periodo quasi iperbolica, e nel 1955 sfornano il milionesimo esemplare. È, però, nei decenni successivi che la fama dell'auto assume contorni particolari e paradossali. Partorita dalla mente di una persona sinonimo di dittatura si trasforma in un simbolo di libertà: diventa, insieme al Bulli, l'auto per eccellenza della Beat Generation e degli Hippie americani. Il successo commerciale, in tutto il mondo, è tale da spingere la Disney a creare perfino una saga cinematografica dedicata al Maggiolino: nel 1968 arriva nelle sale americane "The Love Bug” (in Italia il titolo è "Herbie, il Maggiolino tutto matto”).

I numeri del successo. Del resto i numeri sono lì a dimostrare quanto l'auto sia apprezzata dagli automobilisti di tutto il mondo per le sue caratteristiche e il suo stile non convenzionale. Già nel 1955 la produzione arriva a 1 milione. Nei soli Stati Uniti il picco di vendita è proprio del 1968: sono oltre 560.000 gli esemplari del Maggiolino venduti nel mercato nordamericano in quell'anno anche grazie all'inaugurazione nel 1967 dello stabilimento di Puebla, il primo impianto all'estero della Volkswagen. Tra Wolfsburg e la fabbrica messicana si arriva nel complesso a produrne oltre 22 milioni. Solo la Toyota Corolla e la Volkswagen Golf saranno capaci, a partire dagli anni '80 del secolo scorso, a battere il record del Maggiolino.

Una storia messicana. Ed è proprio la Golf a rappresentare uno spartiacque per il modello ideato da Ferdinand Porsche. Nel 1974 la sua produzione viene fermata a Wolfsburg per l’imminente arrivo sulle linee di assemblaggio della vettura partorita da un altro genio come Giorgetto Giugiaro, ma prosegue a Puebla fino al 2003. Intanto, però, a Wolfsburg decidono di dare una rinfrescata alla vettura. È Ferdinand Piëch, nipote di Porsche, a volere un restyling  nei primi anni 90 (il prototipo viene presentato a Detroit nel 1994) seguendo le mode "vintage" del periodo e nel 1998 esce la “New Beetle". Il Maggiolino perde, però, la sua aurea con le nuove forme moderne. Smarrisce, soprattutto, quelle sue caratteristiche di anticonvenzionalità e popolarità che l'hanno reso famoso. Sul mercato, come dimostrato dal prezzo, viene posizionato troppo in alto rispetto al passato e così inizia a perdere progressivamente slancio commerciale. Non è più il successo di un tempo: è diventata un'auto di nicchia che deve fare il conto con un passato da prezzi popolari e un presente che vede le preferenze dei consumatori spostarsi sempre di più verso modelli a ruote alte, negli Stati Uniti come in Europa. Le poche migliaia di unità vendute dopo il 2010 non garantiscono più il necessario ritorno sugli investimenti e lo scorso settembre la Volkswagen ne annuncia la fine della produzione con l'avvio della vendita di una "final edition”. Ora l'ultimo esemplare assemblato da Puebla, il numero 5.961, andrà in un museo, ma il Maggiolino rimarrà nella storia.

COMMENTI

  • Il primo maggiolino rappresenta una pietra miliare della motorizzazione di massa in Europa, ha cominciato ad essere obsoleto a metà degli anni '60 circa, quando la concorrenza ha cominciato ad avere prodotti più validi e performanti. I successivi remake, a parte l'estetica, non ne riprendevano l'anima: costosi come una Golf e meno convincenti rispetto a questa per molti aspetti. Forse avrebbe avuto più successo se si fosse riproposta come auto più popolare. magari con meccanica e pianale della Polo e quindi su un livello inferiore di prezzo. Forse ha trovato concorrenza anche in casa con le Audi A1 ed A3. Comunque il mercato è difficile, sempre più difficile: a giudicare dalle vendite in Italia, anche la Mini perde un po' smalto. Probabilmente la 500 si salva perchè appartiene ad un segmento inferiore ed è ancora relativamente accessibile come prezzo, ma le vendite della due porte mi sembrano ormai in calo anche in Italia
  • A me non è mai piaciuta. Poteva andare negli anni sessanta e primi settanta. Ma dopo era diventata davvero anacronistica. Non stava in strada, rumorosa, scomoda, nemmeno piccola eppure con una abitabilità e un bagagliao sconcertanti. Confesso di non aver mai capito come la si potesse comprare
  • Il maggiolino è l'auto prodotta dalla Volkswagen che identifica il marchio come nessun'altra. Simbolo dell'auto del popolo nella Germania di HItler, simbolo di ribellione negli stati uniti degli hippi, oggi il termine della sua produzione rappresenta il definitivo adeguamento alla produzione di auto-elettrodomestici.
  • Una pietra miliare della storia dell'auto e l'unica auto, insieme (forse) alla golf, che identifica il marchio Volkswagen, che invece realizza oggi auto che hanno il valore emozionale di un elettrodomestico.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.