Industria e Finanza

Stellantis
Dal 2027 Alfa Romeo lancerà solo elettriche (su alcuni mercati)

Stellantis
Dal 2027 Alfa Romeo lancerà solo elettriche (su alcuni mercati)
Chiudi

All’inizio di luglio l’apparizione di un presunto nuovo marchio per l’Alfa Romeo aveva sconcertato molti appassionati. Quell’Alfa e-Romeo apparso durante l’Ev Day del gruppo Stellantis aveva infatti lasciato pensare a un cambiamento di nome per il marchio del Biscione, ma in realtà era solo un modo per far capire l’avvio di un rapido processo di elettrificazione per la Casa di Arese. Nel 2024 ci sarà il lancio della prima vettura a batteria e negli anni successivi ci saranno ulteriori sviluppi all’insegna dell’elettrificazione. Infatti, nel corso della conference call sui risultati semestrali, Carlos Tavares ha illustrato una serie di slide in cui viene esplicitato un chiaro obiettivo per il brand italiano: dal 2027 e in alcuni dei principali mercati dell’Europa, del Nord America e della Cina, l’Alfa Romeo lancerà esclusivamente auto elettriche.

2021-Alfa-Romeo-Lancia-elettriche

Lancia e DS. L’elettrificazione - come si può vedere dalla slide qui sopra - riguarderà anche gli altri marchi premium del costruttore euro-americano, Lancia e DS. Il marchio Torinese sarà "elettrificato al 100% nel 2024", mentre dal 2026 i lanci riguarderanno esclusivamente auto 100% elettriche. Il brand francese, invece, sarà convertito in un marchio di vetture a batteria già nel 2024.

2021-Stellantis-elettriche-date-uscita

Un biennio di lanci. Tavares, che ha confermato i colloqui in corso con il governo italiano per la trasformazione della fabbrica di Termoli (in Molise) in una gigafactory per la produzione di batterie, ha anche ribadito il programma di breve termine per il lancio di nuovi modelli elettrificati. Il gruppo sta andando a "tutta velocità" per lanciare nei prossimi 24 mesi 11 vetture a batteria e 10 ibride. In particolare, nel secondo semestre di quest'anno, arriveranno sul mercato un modello elettrico per Citroën, Opel e Peugeot e un’ibrida plug-in per DS, Jeep e Peugeot. Nel 2022 sarà lanciata un’ibrida per Alfa Romeo (la Tonale), Citroën, Dodge, Opel e Peugeot, un’elettrica per Citroën e Maserati (la GranTurismo) e due veicoli a batteria per Fiat Professional. Infine, nel primo semestre del 2023, ci sarà un’elettrica per Citroën, per Jeep, per Maserati e per Peugeot, che lancerà anche un’ibrida plug-in.

Fiat torna nel B. Ulteriori dettagli saranno di sicuro forniti in occasione della presentazione del piano industriale, che avrà luogo verso la fine dell’anno o, al massimo, all’inizio del 2022. In attesa del piano prodotti, la conference call ha confermato il ritorno della Fiat nel segmento B, dopo la fine della produzione della Punto nel 2018: il marchio torinese tornerà nella sua arena di riferimento a partire dal 2023. Confermate anche la presentazione della Maserati Grecale nel quarto trimestre e della nuova Jeep Grand Cherokee al prossimo Salone dell’Auto di New York. 

COMMENTI

  • Per me l'ultima vera alfa è stata la giulia e i suoi derivati. Poi con l'avvento fiat sono diventate delle fiat rimarcate. Poi elettriche è il colmo, quindi definitivamente una croce sopra
  • Già pregusto l'idea di permutare la mia Giulietta QV con un arnese elettrico col marchio del Biscione, tecnicamente identico alle gemelle dotate di uno qualsiasi dei marchi infiniti del Gruppo e magari, addirittura, con i freni a tamburo dietro. Non sto nella pelle.
     Leggi le risposte
  • tristezza Purtroppo temo che la strada sia già stata forzosamente tracciata ed i motori termici siano destinati all’oblio seguiti a ruota dalla mia passione per il mondo dei motori. Forse dovrei impegnarmi di più ,provando ad emozionarmi leggendo le diverse accattivanti sigle e-tech- e-sport- E-Tron etc etc ma, nonostante gli sforzi, non ci riesco proprio.
     Leggi le risposte
  • Non mi spiego come mai nessuno abbia notato l'incredibile ritardo Alfa, anche nelle ottimistiche proiezioni. In pratica l'articolo dice che ci sara' la Tonale PHEV nel 2022 e nessun altro modello elettrificato, neanche plug in, fino al 2024. Si conferma il totale fallimento commerciale, ma anche tecnico, della piattaforma 'Giorgio', che e' evidentemente impossible o anti-economico modificare anche per un banalissimo plug-in. Se nessuno compra Alfa adesso, figuriamoci da qui al 2024. O forse si spera che con un solo modello, la Tonale, si sosterranno le vendite Alfa per i prossimi 4 anni? Robe da matti.
     Leggi le risposte
  • lo Stato incamera 35 miliardi all'anno grazie alle accise sui carburanti. Voglio proprio vedere quanto costerà il kW per autotrazione...
  • Già è presente SOLO su alcuni mercati. Se poi ci aggiungiamo che le proporranno esclusivamente EV, allora il marchio è clinicamente morto. A meno che Mesonero non si inventi una gamma dallo stile nettamente superiore a tutto quello che esiste in commercio. Detto questo, non so come possano (tutti) a promettere auto a batteria, quando è sotto gli occhi di tutti che la domanda latita. Anche il più invasato sostenitore delle EV non può non constatare che a fronte di un'offerta sempre più articolata, le vendite non decollano. Boh, evidentemente il peggior lato di Marchionne (quello cacciapalle...) ha comunque fatto indelebilmente scuola...
     Leggi le risposte
  • Going from the glorious sound of the Busso V6 and Alfa 8C to the sound of... nothing?
  • -continuerò con il termico mi dispiace ma niente elettrico