Q Storie

Speciale M - Tutte Le icone  ai raggi X
Z3-Z4: per piloti veri

La Z3 curata dal reparto M venne lanciata con il claim "generatore di piacere". Difatti, con il 6 cilindri 3.2 della M3, c'era da godere un bel po'. La scelta era fra la originalissima Coupé, con linea shooting brake, e la più tradizionale Roadster (nella foto, prova di Quattroruote del dicembre 1999). In ogni caso, serviva il manico alla guida: passo corto, zero elettronica, retrotreno vecchiotto. Le serie successive, sempre con motore sei cilindri aspirato di derivazione M3 e carrozzeria coupé o roadster, erano decisamente più malleabili nella guida al limite.

Timeline Z3-Z4

1998
Z3 M Roadster E36-7

Z3 M Roadster E36/7 La Roadster adottava la medesima meccanica ed entrambe, nel 2001, furono aggiornate con motore più potente (325 CV) e traction control.

1998
Z3 M Coupé E36-8

Z3 M Coupé E36/8 La Z3 M Coupé, con quella linea da shooting brake, era molto originale. Il motore da 321 cavalli aspirato le regalava prestazioni notevolissime.

2006
Z4 M Roadster E85

Z4 M Roadster E85 La Z4 dell'era Chris Bangle, in versione M, continua con il 6 cilindri aspirato della M3 (343 CV) e le varianti Coupé e Roadster.

COMMENTI