Sicurezza

Dispositivi antiabbandono
Allo studio una moratoria fino all’1 marzo 2020

Dispositivi antiabbandono
Allo studio una moratoria fino all’1 marzo 2020
Chiudi

Moratoria fino all’1 marzo 2020. Lo ha annunciato oggi, attraverso il proprio sito internet, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’indomani della bufera politica che da un paio di giorni si è scatenata attorno ai seggiolini antiabbandono. Quello che a tutti gli effetti sarà un rinvio dell’obbligo di trasporto di bambini fino a quattro anni di età utilizzando un sistema di allarme che eviti di dimenticarli in auto avverrà, verosimilmente, con un emendamento a uno dei provvedimenti attualmente all’esame del Parlamento, probabilmente il cosiddetto decreto fiscale, lo stesso provvedimento con il quale si prevede un bonus di 30 euro per le prime 500.000 famiglie che ne acquisteranno uno.

Nessuna fretta. Alcune questioni, però, in queste confuse ore in cui si è visto e sentito di tutto, vanno precisate. Su tutte la questione della “fretta” di cui hanno parlato politici, associazioni di consumatori, giornali e persino istituzioni. Non c’è stata alcuna fretta: la legge che ha introdotto l’obbligo dei dispositivi antiabbandono è stata approvata dal parlamento il 26 settembre 2018, lo schema di decreto ministeriale che ne stabilisce le caratteristiche è pubblico dal 22 gennaio 2019 (e non è stato cambiato nella sua architettura e nei suoi principi fondamentali dalla pubblica consultazione europea avvenuta tra il 22 gennaio e il 22 luglio), l’obbligo di utilizzo è entrato in vigore l’1 luglio, come previsto dalla legge, ma è stato semplicemente sospeso in attesa della pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Insomma, i produttori di seggiolini sanno da gennaio 2019 come devono essere fatti, gli automobilisti, i giornali e l’opposizione parlamentare sanno da settembre 2018 che a luglio 2019 l’obbligo sarebbe scattato e sanno da luglio 2019 che la sospensione si sarebbe interrotta non appena il decreto sarebbe stato pubblicato. Di quale fretta stiamo parlando?

Niente alibi fiscale. Alcuni politici, associazioni di consumatori e persino istituzioni hanno poi giustificato la richiesta di moratoria con l’assenza del decreto ministeriale che disciplinerà, tra qualche giorno, l’erogazione del bonus fiscale di 30 euro, previsto dal cosiddetto decreto fiscale approvato dal governo il 15 ottobre. Tra le due norme, tuttavia, non vi è alcuna sequenzialità, visto che il bonus è previsto anche per i seggiolini acquistati nel 2019 (per beneficiarne servirà, ovviamente lo scontrino fiscale che ne comprovi l’acquisto).

Moratoria no. Per tutti questi motivi è censurabile la moratoria annunciata dal ministero dei Trasporti su pressione di un’opinione pubblica distratta, di un’industria impreparata e di una stampa approssimativa che per mesi (e ancora alla vigilia dell’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo), ha insistito a spostare tale data a un improbabile 6 marzo 2020. E se nel frattempo accade un’altra tragedia?

La latitanza delle istituzioni. Va detto, per amore della verità, che negli ultimi mesi sia il ministero dei Trasporti sia quello dell’Interno hanno brillato per latitanza. Il primo per non aver ricordato ai cittadini e all’industria, a ogni passaggio tecnico (il parere della Commissione Ue il 22 luglio, la trasmissione dello schema di decreto al Consiglio di stato il 2 agosto, il parere del Cds il 27 settembre, la firma del decreto da parte del ministro Paola De Micheli il 3 ottobre, la pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale il 23 ottobre) che la norma sarebbe entrata in vigore i canonici 15 giorni dopo la pubblicazione del decreto. Ciò è particolarmente grave in considerazione del fatto che alcuni importanti quotidiani, già in estate, avevano iniziato a parlare di obbligo nel 2020. Il Viminale, invece, per non avere emanato già il 23 ottobre, giorno di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, la circolare con cui si ricordava alle forze di polizia, e quindi agli italiani tramite la stampa, l’obbligo di utilizzo dei dispositivi a partire dalla mezzanotte del 6 novembre. È scandaloso che tale circolare sia arrivata solo alcune ore prima dell'entrata in vigore.

Moratoria sì. Se però c’è un problema, come pare, di indisponibilità di dispositivi (oltre che dell’intollerabile, ancorché inevitabile in momenti di accaparramento, impennata dei prezzi), è giusto che il governo intervenga: non possono, gli automobilisti, essere “costretti” a non rispettare la legge perché nei negozi, fisici e online, non si trovano prodotti da acquistare. Ma non con una moratoria di quattro mesi, bensì del tempo minimo necessario ai produttori per mettere sul mercato i due milioni di dispositivi che teoricamente servono (un mese? Due?). 

Quanta ipocrisia. Infine, una considerazione. È semplicemente grottesca una tale levata di scudi contro l’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo dei dispositivi antiabbandono se è vero, come scrive l’Istat nel suo ultimo rapporto sugli incidenti stradali in Italia nel 2018, che “la percentuale di utilizzo del seggiolino si attesta in Italia attorno al 48%. I valori maggiori si osservano al Nord (60%), mentre al Sud e nelle isole la percentuale è molto minore, circa il 16%”. Ecco, se si considera che l’uso dei sistemi di ritenuta è obbligatorio fino a un’altezza di 150 cm, se si considera che in media tale altezza si raggiunge attorno ai 12 anni di età e se si considera che, quindi, l’obbligo di utilizzo di un sistema di ritenuta riguarda oltre 6 milioni di bambini, il 48% di utilizzo significa che ogni giorno sulle strade del Bel Paese milioni di bambini sono trasportati in maniera irregolare. E ci stracciamo le vesti per i dispositivi antiabbandono?

COMMENTI

  • Onde del wi-fi, bluetooth ecc. sono dannose e poco salutari soprattutto per i bimbi.. ma giustamente di questo se né parlerà fra 20 quando i nostri figli ne avranno avuto le conseguenze... Questa legge mi obbliga a far stare a contatto stretto con queste onde il mio bimbo... Non credo che sia giusto!!!
     Leggi risposte
  • "................il 48% di utilizzo significa che ogni giorno sulle strade del Bel Paese milioni di bambini sono trasportati in maniera irregolare. E ci stracciamo le vesti per i dispositivi antiabbandono?" Esatto!!! Perchè non c'è un dispositivo che allarma il conducente, che il bambino non è a sedere nel seggiolino con le cinture allacciate? Inoltre mi chiedo: se un genitore riesce a dimenticarsi il proprio figlio in automobile, cosa potrebbe fare in casa? Infine, secondo le statistiche ci sono stati 9 bimbi morti in 20 anni, di cui 4 non si è pienamente sicuri che le cause siano dovute all'abbandono.....ma c'era veramente bisogno di questo decreto???
  • Quindi andremo avanti con il sito in queste condizioni? ❤️ in attesa dell’app
  • Leggendo questo articolo mi sembra di capire che, anche qualche schieramento politico da poco all'opposizione, che tanto sputa veleno, non sia poi tanto priva di colpe.
  • governo non solo di buffoni ma anche di incapaci (e viene il dubbio siano in malafede) . Certo che prima di dire pubblicamente qualcosa sarebbe sempre suggeribile usare il cervello ... ma evidentemente, quando questo manca ...
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca