Mezzo secolo fa Colin Bruce Chapman dava vita alla Lotus, ancora oggi la più famosa fra le fabbriche di auto sportive inglesi. Una notorietà conquistata sui circuiti di tutto il mondo, grazie soprattutto a sette titoli mondiali costruttori in "formula 1" e 79 Gran Premi vinti. Di seguito, il resoconto della prova dell'ultima supercar della Casa di Norwich, la "Esprit V8", una vettura non certo facile da giudicare. Diretta concorrente, per prestazioni e immagine, della Ferrari "F355" e della Porsche "911", è, per certi versi, più esasperata di entrambe. Corpo vettura e abitacolo risentono di una progettazione alquanto antiquata. Per quanto riguarda motore, accelerazione, ripresa, freni e, soprattutto sterzo, invece, nulla da eccepire: la "Esprit V8" è una delle poche auto ancora in grado di regalare emozioni vere.