Fra le ultime nate in Casa Infiniti spicca la EX37 GT, una Suv-coupé-crossover davvero accattivante, non solo nel design. In parte è questione di come ti "sta addosso" appena ti metti al posto di guida: strettino, al punto giusto come su una vettura sportiva. In parte di carattere, grintoso in ogni situazione, merito del suo V6 a benzina da 3.696 cm³. In parte, infine, della trazione, integrale come su tutte le Suv, ma in effetti sempre in prevalenza posteriore (alle ruote anteriori la coppia arriva solo se quelle dietro slittano).

L?Infiniti non sconvolgerà certo i mercati, ma è un?auto da non sottovalutare. Di più: se avete un budget di 50 mila euro e non siete viaggiatori professionisti da 30-40.000 km l?anno (per i consumi, non per altro), questa potrebbe essere una scelta azzeccata. Che la EX37 GT sia una vettura ben fatta te ne accorgi in un istante. Salendo a bordo, colpisce subito la selleria di pelle, di qualità artigianale: gran piacere alla vista e al tatto, ma anche un bel confort. Il sedile guidatore ha addirittura dieci regolazioni elettriche (quello passeggero "soltanto" otto...), mentre il volante, anch?esso elettrico, ha una bella escursione. Esagerato il gran numero di tasti sulla console, che rischia di confondere distraendo dalla guida. Altre funzioni, invece, sono comode e rapidissime come quella della luminosità giorno/notte, a portata di mano vicino al display. Lo spazio a bordo non è il punto forte dell?Infiniti, ma ce n?è abbastanza per quattro viaggiatori comodi, coi rispettivi bagagli. Pochi, però... Basta spalancare il portellone per accorgersene: il piano di carico è altissimo e le misure sembrano più quelle di un?utilitaria piuttosto che quelle di un macchinone di 4,64 metri. Ci si consola col tastino per ribaltare e risollevare gli schienali: tutto elettrico, comodo e veloce.

Una EX37 GT, però, non la scegli certo per il bagagliaio. E allora vediamo come se la cava su strada e soprattutto in pista con i suoi 320 CV (decisamente sopra la media delle concorrenti). I bollettini dalla nostra pista di Vairano sono abbastanza impressionanti. Prestazioni da vera sportiva: 0-100 km/h in 6,1 secondi e ripresa 70-120 in appena 5,7. Il V6 dà l?impressione di non essere rabbioso e rapidissimo nel salire di giri, ma offre una spinta entusiasmante. Il cambio automatico, con sette marce ravvicinate, lo asseconda bene, specialmente quando si seleziona la modalità "DS" (Drive sport). La settima è un overdrive per non consumare troppo in autostrada, ma la sete di benzina - con una bestia di quasi due tonnellate - è difficile da placare: la media è di 12 litri ogni 100 chilometri.

La EX37 GT ha un assetto sportivo non esasperato, con cerchi da 18" che la rendono apprezzabile anche nella vita di tutti i giorni.(test confort superato in souplesse). La Suv della Infiniti è pure intelligente: trazione a ripartizione elettronica, tutta dietro in condizioni normali e fino al 50% alle ruote anteriori appena quelle posteriori slittano, frenata assistita (Iba) e Intelligent cruise control, che blocca i freni per evitare l?impatto con l?auto che precede. Ma, alla fine, quello che impressiona di più della EX37 GT, è la sua "facilità". Come una bicicletta. Rispetto alla FX è maneggevole e non intimorisce. Merito anche dell?Esp, sempre tempestivo, ma soprattutto dello sterzo, diretto e preciso, dell?assetto, delle dimensioni non esagerate.