La nostra prova della Cooper D

Mini
La nostra prova della Cooper D
Chiudi

Buona la prima, migliorata la seconda, molto arricchita nei contenuti la terza. Il successo della Mini (l'esemplare in prova è una Cooper D), rinata in Casa BMW nell’ormai lontano 2001, sembra non finire. Resta l’auto più trendy per i neopatentati come per i pensionati stanchi di macchinone ingombranti e, man mano che passa il tempo, cerca di correggere un po' i suoi evidentissimi limiti: dall'aggiunta di centimetri per migliorare l'abitabilità e l'accesso difficile ai posti dietro alla capacità del babagliaio (ora ci stanno “persino” un paio di trolley). In fondo, però, è sempre la Mini, e alle sue caratteristiche fondamentali non rinuncia. Vediamo allora dove cambia. E perché.

Com'è fatta. Cresce in lunghezza, un po' nel passo, di più nel muso. Accanto ai benefici che abbiamo elencato c'è anche un motivo ingegneristico: il pianale tutto nuovo sarà in comune con le future BMW a trazione anteriore. Le carreggiate guadagnano quattro centimetri davanti e tre dietro (che poi si ritrovano nel divanetto) e se i fari allungati e la proliferazione di Led non stupiscono, la prima novità che salta all'occhio è la maniglia. Una volta a bordo ssembra di stare sulla solita Mini. E, invece, è cambiata quasi in ogni dettaglio. Il nuovo modello vuole continuare a stupire, non solo con la qualità delle finiture e dei materiali, ma anche con effetti speciali e giochi di luci: dal grande display centrale, ora circondato da una cornice di Led cangianti, a seconda delle funzioni di volta in volta in evidenza, all’head-up display (le informazioni sono proiettate su un lentino trasparente estraibile). Molto belle le nuove levette di sapore aeronautico, sulla console, al cui centro spicca quella per l’avviamento del motore, rossa, che s’illumina quando si sale in auto. Da notare, a proposito dei comandi, che gli alzavetri sono finalmente approdati sulle portiere, in posizione più comoda e intuitiva. Le altre novità importanti sono: la manopola stile iDrive, per gestire il sistema multifunzione, al selettore Mini driving modes, che offre la possibilità di passare da una modalità all'altra di guida. Il famoso kart-feeling rimane, ma le reazioni, anche in Sport, non fanno mai paura. Merito di uno sterzo molto ben calibrato e di controlli elettronici che sanno come e quando entrare in scena. E che, volendo, si possono disinserire completamente (noi l’abbiamo provato in pista, non fatelo su strada).

Come va. La versione più piccola del motore bavarese non delude comunque le aspettative e segna un bel passo avanti rispetto ai precedenti propulsori a gasolio. Non solo nei confronti dell’improbabile 1.4 D-4D Toyota della prima One D, ma anche rispetto all’1.6 HDi Peugeot. Ne derivano prestazioni decisamente buone, in linea con quelle assicurate dal quattro cilindri 1.6 BMW degli ultimi anni, ma con consumi ulteriormente ridotti (e, ovviamente, in linea con le normative Euro 6). La Mini Cooper D, in sostanza, è piacevole da guidare in tutte le situazioni. Agile e scattante nel traffico, sa anche sfruttare al meglio la lunga sesta per i viaggi autostradali. Buona l’erogazione, soprattutto ai medi regimi. Soltanto al minimo, inevitabilmente, s’impigrisce un po’: a velocità moderata, sui 50-60 all’ora, si fatica a mantenere la quarta e, per avere un minimo di brio, si è costretti a tenere la terza per lunghi tratti, ma senza alcun fastidio. Se poi la ripresa in sesta sembra poco entusiasmante, è sufficiente un confronto col passato per ricredersi: nel 70-120, col rapporto più lungo, il tre cilindri guadagna mezzo secondo.

Confort. A bordo si sta comodi, tenendo però sempre presente che una Mini è una Mini. Buche e asperità dell’asfalto sono difficili da digerire, anche per via dei cerchi di lega da 17 pollici con pneumatici ribassati runflat. Filtra una certa rumorosità da rotolamento, a partire dai 90-100 km/h, mentre anche alle andature più sostenute non si è disturbati né dal motore, né dai fruscii intorno agli specchietti. Infine, una nota di merito per la sicurezza. A richiesta, per esempio, c’è l’avviso di rischio tamponamento, fondamentale in epoca di pericolose distrazioni da smartphone.

In sintesi. Un’auto iconica, di grande successo, come la Mini, non si rivoluziona mai. Ma per mantenersi al top dopo tanti anni, però, andava rivista a fondo. E così è stato. La terza generazione è tutta diversa, a partire dal pianale e dai motori, fino ai nuovi dispositivi al servizio del guidatore, per la sicurezza e il piacere di guida. Dentro, si ritrova lo stesso spirito e un design che mantiene i punti fermi. Il primo motore ad affrontare il nostro Centro prove, l’1.5 tre cilindri a gasolio, ha carattere, spinge bene e consuma pochissimo. Insomma, l’inglesina resta unica. Con i suoi pregi e i suoi difetti.

Pregi e difetti

MINI Mini (F56)

Mini Cooper D

Pregi

Comportamento. Non si sceglie solo per l'estetica. Da sempre, le sue qualità dinamiche sono la dote migliore. Ora è un po' meno nervosa, ma resta sempre la piccola più simile a un kart.

Consumo. Il turbodiesel 1.5 garantisce percorrenze notevoli, su ogni percorso.

Difetti

Bagagliaio. Qualche centimetro in più nel vano non cambia la sostanza. In quattro, ci si può portare solo il minimo indispensabile. Non stiamo poi a parlare di passeggini o acquisti all'Ikea...

Sedile sportivo. Un po' troppo stretto. E la leva dello schienale si raggiunge solo a porta aperta.

Velocità

Massima

Accelerazione

0-100 km/h
0-200 km/h
1km DA FERMO

Ripresa a Min/Max Carico

70-120 km/h
1 km DA 70 km/h

Frenata

100 km/h A MINIMO CARICO

Percorrenza media e Autonomia

STATALE
AUTOSTRADA
CITTÀ
MINI Mini Cooper D
194,939 km/h
MINI Mini Cooper D
9,2 s
16,7 s
31,0 s
MINI Mini Cooper D
17,0 / 20,1 s
31,5 s
MINI Mini Cooper D
40,7 mt
MINI Mini Cooper D
21,7 km/l
18,2 km/l
18,1 km/l
LEGENDA
  • N.P. - Rilevazione non possibile
 
Posto guida
Plancia dei comandi
Strumentazione
Climatizzazione
Visibilità
Finitura
Accessori
Dotazioni sicurezza/ADAS
Abitabilità
Bagagliaio
Confort
Motore
Accelerazione
Ripresa
Cambio
Sterzo
Freni
Consumo
MINI Mini Cooper D
4.0
3.5
3.5
3.5
4.5
4.5
4.5
4.0
3.0
2.0
3.0
3.5
4.0
3.0
4.5
4.5
4.0
4.5

Listino & costi


Per le prove su strada Quattroruote utilizza ENI logo

COMMENTI

  • Comprata un mese fa ottima. Prezzo con 10K di accessori meno sconto 29K. Per chi se lo puo' permettere la consiglio. Ho altre auto piu' potenti e grandi ma questa tra finiture,qualita',consumi irrisori e prestazioni non ha nulla da invidiare
  • Peobabilmente questo sistema e' disponibile solo per il mercato Italia, visto che gli italiani che non possono fare a meno dell'handy
  • che cazzate,da listino sta a 22 mila euro ma quella che hanno provato costa 36 mila,ma chi ce li spende siamo seri.
  • La cooper d con i suoi 116 cavalli viene data a 205 kmh di velocita massima,mi sembra un po troppo ottimistico come dato ma cmq una buona potenza.
  • La cooper d con i suoi 116 cavalli viene data a 205 kmh di velocita massima,mi sembra un po troppo ottimistico come dato ma cmq una buona potenza.
  • Io la trovo decisamente bella e sono interessato all'acquisto,piu grande della precedente che faceva troppo gokart mi sembra piu matura e appetibile,nell'articolo si fa riferimento ai cerchi da 17 che non sono mica obbligatori,se vuoi metti quelli da 16 che sono altrettanto belli e che trasmettono meno le asperita del terreno.
  • è da alcuni decenni che leggo e seguo 4R.... ma negli ultimi 10 anni circa non capisco come si distribuiscono le stelle sulla pagella... non che questo abbia per me un significato però a chi non se ne intende può arrivare un 'informazione a volte poco chiara... ad esempio sono attribuite 4 stelle all'accelerazione su un 1.5 diesel che impiega 9,2s e 31,0s rispettivamente da 0-100 e 1km..... per avere 5 stelle che doveva fare???!
  • Chiedo scusa, scheda tecnica in basso, si trattava solo di guardare.
  • Non trovo i dati di potenza e coppia, saranno sicuramente quanto basta, solo il piacere di sapere.
  • Incrociata una l'altro giorno: fa angoscia da quanto è brutta. Certo, non sono mai stato pazzo della Mini ma questa è davvero riuscita male. Per prima cosa, ha la proboscide, poi è decisamente enorme... avrebbero dovuto chiamarla "Maxi". Forse le proporzioni sembreranno un po' meglio sulla 5 porte.
  • Se la smettessimo di usare edpressioni come perfida albione che sono retaggio di una retorica fascista da due soldi, faremmo un bel regalo alla lingua italiana. si potrebbe usare bianche scohliere di dover patria di shakespeare terra dei beatles non so qualunque espessione teanne quella usata da mussolini.....
     Leggi risposte
  • Vista dal vivo esteticamente devo dire che preferivo la R56 piu MINI di questa, capisco che la normativa pedoni etc etc obblighino le case a compromessi estetico funzionali ... ma sarei curioso di vedere che differenza c'è tra un impatto con il pedone tra questa mini e la R56 ... a mio avviso se fa male lo stesso. Cmq gli interni e la strumentazione e le finiture nella versione accessoriata sono davvero di un altro livello ... come lo è il prezzo se presa in versione accessoriata verso le dirette concorrenti
  • Tutto ok, ma non chiamatela "inglesina", per piacere. 1) Non è inglese 2) non è "-ina"...
     Leggi risposte
  • "Avviso di tamponamento FONDAMENTALE nell'epoca smartphone" ? Forse volevate dire "FONDAMENTALE PER GLI IDIOTI"... Pazzesco.
     Leggi risposte
  • Ultime prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca