Jaguar XE Rinascimento inglese

×
 

La protagonista della nostra prova su strada è la Jaguar XE 2.0 D 180 CV in allestimento Prestige, una berlina di lusso che non ha nessuna intenzione di ritagliarsi un ruolo da comprimaria ed è pronta a sfidare, senza timori reverenziali, BMW Serie 3, Mercedes Classe C e Audi A4.

Caratteristiche. A Coventry hanno fatto ricorso al repertorio stilistico inaugurato con l'XF e portato poi avanti con l'ammiraglia XJ. Quindi, linee feline inconfondibilmente Jaguar nella parte anteriore, una cabina visivamente acquattata sulle ruote posteriori e una coda che forse, pur nel rispetto dell'attuale stile della Casa, è fin troppo pulita. Le analogie con la sorella a due porte si ritrovano anche quando si sale a bordo: la strumentazione, in primis, ma anche il volante, entrambi ben inseriti in un abitacolo elegante e rifinito con cura. Magari non si raggiungono quei livelli di sontuosità tipici di altre Jaguar, ma a bordo tutto trasmette una pregevole sensazione di accuratezza, orientata alla modernità più che al tradizione old style tipico del marchio. Qualche desiderio di ricercatezza c'è, come la modanatura che corre lungo la plancia e prosegue sulle porte, e contribuisce a rendere la XE un po' diversa da quelle rivali che ha nel mirino. Rispetto alle quali, invece, non dice molto di diverso in materia di spazio: davanti due posti comodi, dietro un divano capace di accogliere un paio di passeggeri, che in entrata devono fare i conti con la linea del tetto e in uscita con il poco spazio per sfilare comodamente i piedi.

Come va. Quando si comincia a guidare, si ha subito l'impressione che l'obiettivo fosse di unire in un'unica auto il dinamismo di una Serie 3 con le doti di confort di una Classe C. Dalla profilatura del sedile alla posizione di guida, ogni elemento è ben studiato e, quando ci si mette in movimento, si scopre che tutto questo si accompagna a un assetto abbastanza morbido per regalare viaggi tranquilli, anche se le sconnessioni cittadine non sempre vengono digerite al meglio. Un piccolo appunto anche per il navigatore, la cui voce fatica a pronunciare in maniera corretta i nomi delle vie: farfuglia delle singole lettere, a volte delle sillabe, ma il tutto rimane sostanzialmente incomprensibile. Nell'utilizzo quotidiano, alla piacevolezza generale contribuisce anche il due litri a gasolio della famiglia Ingenium. Un'unità moderna, capace di erogare 180 gradevolissimi cavalli tenendosi in perfetto equilibrio tra esuberanza e signorilità. Peccato per il cambio, l'onnipresente ZF a otto marce, che sulla XE si lascia scappare qualche incertezza nelle cambiate a bassa velocità, soprattutto quando si procede con un filo di gas o poco più, rendendo la marcia meno fluida di quanto sarebbe lecito attendersi.

Piacere di guida. Viene poi il momento in cui la strada si libera e si avrebbe voglia di chiedere di più al telaio: la prontezza dello sterzo, unita alla generale reattività della vettura, parrebbero ottimi presupposti, assieme alla capacità di non far pesare troppo i suoi 1.760 chili in ordine di marcia. Appena si comincia a osare diventa evidente che questa Jaguar fatica a onorare quel dinamismo che è quasi un tributo alla memoria di Sir William Lyons. Va tutto bene finché con brio si seguono le sinuosità di un bel percorso di collina, perché la tenuta di strada non manca; in altre situazioni il retrotreno si dimostra un po' troppo morbido per garantire quella saldezza nell'assetto che è fondamentale per infondere fiducia nel pilota. E questo capita soprattutto quand'è chiamata in causa la stabilità, come nel caso di un brusco cambio di corsia. Per fortuna l'elettronica riesce a rimettere le cose a posto con interventi tanto solerti quanto prolungati: la sicurezza ringrazia, il piacere di guida un po' meno.

In sintesi. Messo da parte lo sfortunato tentativo di quasi un quindicennio fa, con una X-type che altro non era se non una Mondeo travestita, la Jaguar torna sul luogo del delitto e mette in campo la XE. Una reale alternativa alle solite tedesche, con la quale il marchio inglese vuole ritagliarsi un suo spazio in un comparto di mercato molto importante, peraltro dominato dalle flotte. Per fare tutto ciò, ha realizzato un prodotto di sicuro livello, nel quale modernità e tradizione sono perfettamente mixati. I tecnici inglesi hanno cercato di unire in un'unica vettura confort e qualità stradali: un obiettivo encomiabile, che però è stato centrato soltanto in parte. E il prezzo? Quello gioca a favore della XE: i listini, guarda il caso, sono perfettamente allineati a quelli delle rivali, rispetto alle quali aggiunge quel tocco british che, piaccia o non piaccia, mantiene sempre il suo fascino.

Alessio Viola
(Prova su strada ripresa da Quattroruote di giugno 2015)

Pregi e difetti

JAGUAR XE XE 2.0 D Turbo 180 CV aut. Prestige

Pregi

Motore. Un'unità tutta nuova, frutto di un progetto inedito, capace di unire buone prestazioni e consumi interessanti.

Freni. La XE ha la capacità di decelerare con vigore da qualsiasi velocità. In più, l'impianto ha un ottimo equilibrio anche nelle situazioni difficili.

Difetti

Stabilità. Nelle manovre repentine, il retrotreno ha dimostrato una cedevolezza poco esaltante, che lo porta ad allargare le traiettorie.

Abitabilità posteriore. Lo spazio a disposizione, soprattutto per le gambe, non è granchè. E la linea sfugente del tetto riduce l'accessibilità.



Dati & prestazioni

Velocità
Massima
226,681 km/h (IN VII)
Accelerazione
0-100 KM/H
8,5 s
400M DA FERMO
16,1 s
1KM DA FERMO
29,4 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
8,2/9,0 (IN D)
1 KM DA 70 KM/H
26,3 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
39,3 m
CONSUMI MEDI
STATALE
17,2 km/l
AUTOSTRADA
16,1 km/l
CITTÀ
12,6 km/l
-
Abitabilità
3.0
Accelerazione
4.0
Accessori
4.0
Audio e navigazione
3.5
Bagagliaio
3.0
Cambio
3.0
Climatizzazione
4.5
Confort
4.0
Consumo
4.0
Dotazioni sicurezza
4.0
Finitura
4.0
Freni
5.0
Garanzia
3.0
Motore
4.5
Plancia e comandi
4.5
Posto guida
5.0
Prezzo
3.5
Ripresa
4.0
Sterzo
3.5
Strumentazione
4.5
Su strada
3.0
Visibilità
3.5

Piero CONTALDO

Auto molte bella ed elegante. Per gli "Audisti" vi rendete conto che la A3, A4, A5 e A6 negli ultimi 20 anni ha cambiato solo fari e calandra e tutto il resto (interni compresi) è rimasto invariato?

COMMENTI

  • Auto molte bella ed elegante. Per gli "Audisti" vi rendete conto che la A3, A4, A5 e A6 negli ultimi 20 anni ha cambiato solo fari e calandra e tutto il resto (interni compresi) è rimasto invariato?
  • andate a vederla e provarla prima di giudicare.posso solo dire qualità interni ottima,linea personale ma grande difetto abitabilità posteriore a livelli di bmw serie 1
  • La trovo riuscita, credo che sia un primo mattoncino di un nuovo corso. Il cambio di proprietà, con la voglia di rilanciare e rinnovare un marchio glorioso mi fà pensare che la triade(BMW,AUDI E MERCEDES) rischia di perdere una fetta della clientela quella più raffinata,amante dei particolari , e meno attenta alla sportività e alle prestazioni. Vista la nuova Giulia non credo che possa essere considerata una vera antagonista, piuttosto la nuova concorrente sarà la volvo, aspetto con curiosità la nuova S60. A mio avviso la vera delusione e' la LEXUS I.S., auto dai grossi contenuti tecnologici, ma dalle dimensioni, dal cambio, non consoni con una berlina da 40/50 mila euro. Si tratta di un segmento chiave che esprime il valore del marchio, dove chi primeggia ha molta visibilità e riesce a creare un indotto anche per tutti i modelli, vedi mercedes che con la classe C per la prima volta nel 2015 ha superato come numero di auto venduto la BMW serie 3. Con rammarco le auto italiane non sono presenti e non credo che la Giulia non possa competere con le auto sopracitate. ATTENZIONE ALLE VOLVO.
  • gli interni non mi piacciono, le tedesche sono avanti luce, ho specificato le tedesche perchè nell'articolo le dirette concorrenti di queste jag sono quelle, specifico perchè qui nel forum c'è gente a cui viene l'orticaria appena legge il nome "tedesche" o Audi. Altra considerazione per chi non ritiene soddisfacenti gli articoli dei test dirve, beh potete sembre diventare editori e fondare la vosta rivista, se si mette in dubbio la credibilità dei tester a questo punto meglio cambiare testata.
  • C'è da dire che di inglese ha ben poco visto che è proprietà dell'indiana Tata Motors cosi come Land Rover, e che gli ingegneri della Tata sono molto presenti negli sviluppi. Situazione simile a Chrysler che è molto Italiana.
  • Sul non essere "perfettina" come un audi ma nello stesso tempo non entusiasmare in nulla di questa jag l'ho letto anche su testate non palesemente filo-wag, speriamo che in strada 952 avrà quel "guizzo" che pare non abbia questa jag. A livello estetico preferisco questa jag rispetto a 952 per il profilo più coupè con parabrezza un pò più inclinato e profilo finestrini e montante B più "incisivo come design, per quanto riguardo i fari posteriori invece sono "meno peggio" quelli di a4 2007 di 952 rispetto a questi ancora più "amorfi". Come assemblaggi vedremo...ma come design interno secondo me 962 è nettamente più caratterizzata e piacevole di questa jag che ha un design "geometrico" freddo come le tedesche di 10-15 anni fa.....niente a vedere di come dovrebbe essere un jag...aldilà della radica o no:-)
  • Ricordo che appena erano state pubblicate le foto, rimasi abbastanza scettico per quanto riguardava il design. Giudizio completamente ribaltato una volta vista dal vero. Elegante, sportiva. Una Jaguar. Inoltre offre carrozzeria in alluminio rivettata e incollata, nuovi motori, cambio ZF e lo stile Jaguar. Oggi, la ritengo a livello estitico la migliore del segmento assieme alla Alfa Giulia. Complimenti a Jaguar per questa nuova XE e anche per le altre Auto (F-type, F-pace, XF, XJ).
  • "la perfezione assoluta delle meccaniche made in Germany"... come no.
     Leggi risposte
  • Di profilo sembra una bmw serie 3, il dinamismo è tutto tranne che eccellente (fiattari che difendono Jaguar-Tata? non mi è nuova questa... join venture fra disperati, ci si riconosce)... mister Mantelli che non riesce a farsi una ragione che le Audi - che a me non piacciono - vanno bene.. Lo vedreno presto a sabotare i freni di una nuova A4 prima di un test drive... ovviamente scherzo. Ma la famosa "sontuosità" di cui giustamente parla Quattroruote dov'é? in quale modello? non è che proprio non c'è più... una volta le Jag avevano degli interni meglio di Mercedes, una volta...
     Leggi risposte
  • E poi dicono che la Giulia sembra una macchina vecchia...questa sembra di 10 anni fa
  • Il problema di 4ruote e' che ormai ogni critica ad auto potenziali concorrenti della triade, critica magari vera, viene letta come possibilmente faziosa o peggio interessata. Questo significa minare la credibilità. E se non hai più credibilità perché comprare il cartaceo? Ai dirigenti Domus l'ardua risposta se la hanno o vogliono darla.
  • Tra i difetti la stabilità!una sciocchezzuola direi ovvero in un'auto sportiveggiante un ottimo sistema per mettere la pulce nell'orecchio a eventuali interessati che avessero l'ardire di non comprare dalla triade. Mah eppoi mah. La cosa puzza direi. Ma come mai nei commenti non ci sono i soliti sparaletame nei riguardi di fca? Impegnati stasera o si son presi un giorno di ferie? Per inciso a me sta Jaguar piace molto una classe che i frigoriferi Audi manco si sognano.
     Leggi risposte
  • ormai direi che "come al solito" non essendo tedesca gli scetticismi sono di prim'ordine......mai si sarebbe letto una recensione di un'audi sia chiaro!..poi magari le audi sono davvero l'eccellenza in tutti..ma mi riservo enormi dubbi. io l'ho provata proprio la 180cv; per pochi km e senza fare grandi cose dunque non posso dare un giudizio definitivo; mi è sembrata un'auto assolutamente all'altezza della situazione comoda silenziosa brillante e ben fatta; non ho notato difetti allo zf sempre preciso in particolare in manuale; prestazionalmente poi niente di eccelso il classico onesto diesel. mi ha stupito un dato il peso; 1760 kg?..il peso di una segmE quasi? ma non è tutta in alluminio? a che serve?....se non sbaglio la Giulia 2.2d è data per 1375 kg....che diventino ben anche 1500 in ordine di marcia....ora capisco se con la giulia hanno dovuto allungare i tempi per definirla tecnicamente...ma avrà davvero numeri record..rispetto a questa!
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!
    In collaborazione con Facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati