Prove su strada

Q Hybrid
La prova della Mazda3 2.0L Skyactiv-G M-Hybrid Exclusive

Q Hybrid
La prova della Mazda3 2.0L Skyactiv-G M-Hybrid Exclusive
Chiudi

Il muso allungato, il passo generoso, lo sbalzo anteriore ridotto e il profilo laterale slanciato sottolineano e ribadiscono l'impostazione dinamica della Mazda3, che è cambiata profondamente, senza però modificare la sua impronta e, soprattutto, la sua anima. Sono rimaste sostanzialmente immutate, del resto, anche le dimensioni, sebbene la nuova generazione sembri più grande o, meglio, più importante, complici le forme sinuose e le curve pulite della carrozzeria. Una piccola rivoluzione ha invece interessato l'abitacolo, che propone una plancia più raffinata, anche per il materiale impiegato (un tipo di plastica morbida, che somiglia alla pelle), e di sicuro più appagante.

Teaser - Mazda3: le prime immagini del confronto diesel vs ibrido

Sulle prime non si avverte. Molte le novità anche dentro il cofano, dove ora trova posto anche una propulsione ibrida mild (la prova su strada della versione diesel è nel numero di aprile), di cui però sulle prime si fa fatica ad avvertire la presenza, perché la componente elettrica non si manifesta nelle consuete forme, nemmeno attraverso qualche indicazione specifica nel quadro strumenti. L'avviamento, per esempio, è tradizionale: il due litri a benzina parte puntuale e silenzioso, solo qualche istante dopo aver premuto il tasto Start dietro il volante, giusto per dare il tempo all'elettronica di fare un check. La frizione è molto leggera, il cambio morbido, lo spunto fluido. Insomma, ci sono tutte le qualità tipiche della Mazda, che in genere privilegia la scorrevolezza e l'agilità. La prova completa è sul dossier Q Hybrid allegato a Quattroruote di aprile.

ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.


Tutto su MAZDA Mazda3


COMMENTI

  • Nel weekend ero ad una fiera di auto, e in piazza erano esposte sia la nuova Mazda 3 che la nuova Range Rover Evoque. Quello che mi ha colpito sono stati i bagagliai. Mazda dichiara 358 litri e Range 591 litri. A me sembravano grandi uguali, e forse un po' più grande quello della Mazda!! Dove la Evoque trovi i 591 litri è un mistero. Comunque, il tanto criticato bagagliaio della Mazda 3 mi è sembrato a livello delle concorrenti come cubatura, pertanto nella norma e adeguato.
  • A questo punto la versione "perfetta" dovrebbe essere la SkyactiveX, visti i consumi in meno e la potenza in più. Da valutare col prezzo di listino. Certo partendo da 2200 euro in meno rispetto al diesel spero non facciano pagare quel sistema a peso d'oro. Non capisco però perché la diesel abbia una rapportatura del cambio così corta...
  • Appena letta la prova su strada. Il 2.0 122cv, fa lo 0-100 in 9,1 sec...mica male. Ma soprattutto i 26 km/l a 90 km/h costanti...con una media reale vicina a quella del diesel, cioè oltre i 16 km/l. da 5 stelle per i parametri di 4R. Scarsa la ripresa...ma con il cambio che si ritrova (eccellente), basta scalare.
     Leggi risposte
  • Leggendo i commenti positivi, euforici in rete, questa Mazda 3 a livello di vendite dovrebbe fare il botto. Vedremo (Personalmente me lo auguro).
     Leggi risposte
  • Esteticamente non mi convince "la parte sopra i passaruota posteriore", troppo piatta. Però ha un design di rottura..."che spacca" il panorama ultra-convenzionale attuale, veramente palloso, a meno che non piacciano i Suv e allora lì ce n'è.
  • @Alessandro: non so se conosci il buon "vecchio" Edo...ha gusti un po' come i miei, ma ha l'elasticità di una lastra di marmo. La potenza è quella giusta, la cilindrata un po' meno...rapportata alla potenza. Non è che siamo pieni di tre cilindri turbo pompati a manetta perché le case si divertono a farli...(solo per l'EU ovviamente), anzi gli costano parecchio in r&d; è perché pensano di venderne di più. Ed è anche più facile omologarli, per adesso, poi vedremo WLTP. Mazda risponde con un 2.0, ok omologato con poca co2 ma i clienti lo devono capire....lo capiscono?
  • Dovrei vederla dal vivo. La fiancata liscia e lo stile lineare mi piace più del modello uscente, ma sono tra quelli che trova la CX30 più equilibrata, mascherina a parte che cromata proprio non la posso vedere: è una berlina, quindi piatta e bassa secondo me è più controproducente che altro.. in più pare una ciavatta. Non capisco come i benefici dinamici possano compensare, e parlo solo esclusivamente del tipo di utilizzo di questa tipologia, tutto il resto, scomodità in primis ma anche aspetto estetico. E' bello però che ci sia una differenza così marcata tra modelli e che venga offerto anche questo. E quella targa che finisce in mezzo alla griglia la trovo sempre una porcheria tecnica (mannaggia all'Audi..), in questo caso interrompe proprio un (bel) disegno
  • Vista dal vivo sabato. E' proprio bella, linea muscolosa e sensuale. Interni da tedesca premium. Da prendere in considerazione al posto delle tedesche
     Leggi risposte
  • Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca