ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Sifà
Una wallbox portatile a bordo delle elettriche a noleggio

Sifà
Una wallbox portatile a bordo delle elettriche a noleggio
Chiudi

Una sorta di wallbox portatile, per rendere più facile l’utilizzo di un’auto elettrica senza la famosa "range anxiety", l’ansia di rimanere "a secco". Ne avevamo parlato alcuni mesi fa, e ora il tema torna attuale con la proposta di Sifà, che ha deciso di mettere a bordo delle auto a batteria a noleggio un "Juice Booster". In poche parole si tratta di una stazione di ricarica mobile da 22 kW, prodotta dalla svizzera Juice Technology: una soluzione universale per consentire di ricaricare la vettura da qualunque presa della corrente, domestica o industriale, grazie a una serie di adattatori intercambiabili. Idea, tra l’altro, adottata dal gruppo BMW in Germania per le sue fabbriche e i servizi di assistenza. In sostanza, l’elemento essenziale del dispositivo (che può essere impiegato anche come semplice cavo di Tipo 2), è un caricabatterie in grado di regolarsi sempre in automatico sulla potenza di carica ottimale, per scongiurare sovraccarichi della presa di corrente.  Chi noleggia un’auto, o i driver, avranno dunque il vantaggio di ricaricare sempre alla massima velocità, nella massima sicurezza, indipendentemente dal tipo di collegamento di potenza in quanto l’impostazione corretta viene selezionata automaticamente, sia nel proprio Paese sia all’estero.

Le caratteristiche del Booster. Il Juice Booster pesa meno di un chilo ed è compatibile con tutti i veicoli elettrici dotati di connettore di Tipo 2, ma disponibile anche con connettore di Tipo 1. In condizioni di distanza dalla presa disponibile, o se il box è occupato da un'altra vettura, offre un cavo di 5 metri che può essere prolungato fino a 25 metri. In ogni caso, può essere utilizzato anche come stazione di ricarica a parete, ma, se ci si trova all’aperto, è comunque impermeabile. Inoltre, è progettato per resistere anche ai rischi di schiacciamento. Sifà, si legge nel comunicato, è la prima azienda di Nlt in Italia a proporre questo sistema di ricarica portatile, al costo di 1.000 euro (più Iva) Inoltre, a richiesta, la società propone anche l’adattatore per tutte le prese industriali e domestiche di Europa, la Wallbox per la casa (in combinazione con il supporto da parete opzionale Juice Booster) e il cavo di ricarica (Mode 3), per i punti di ricarica pubblici in Europa, in combinazione con l’adattatore di Tipo 2.

COMMENTI

  • E' in quanto tempo si ricarica un auto non lo avete scritto?
     Leggi le risposte