Foto spia

Citroën
Primi collaudi per la nuova C5

Citroën
Primi collaudi per la nuova C5
Chiudi

Oggi la sigla C5 è sinonimo di Suv grazie alla Aircross, ma presto la Citroën potrebbe tornare a utilizzare questo nome anche per un'ammiraglia. La nuova quattro porte è attesa per il 2022 e con tutta probabilità sarà basata sulla piattaforma Emp2: se così fosse, anche la meccanica potrebbe essere identica a quella della sport utility, con una particolare attenzione riservata alle versioni plug-in hybrid.

La C5 diventa una crossover. Le prime due generazioni della C5, prodotte tra il 2000 e il 2017, erano proposte in versione berlina e wagon, ma per il futuro la Citroën ha immaginato una formula diversa, che potrebbe strizzare l'occhio al mondo delle crossover. Il prototipo immortalato in queste foto spia è caratterizzato dai tratti tipici che accomunano le vetture a ruote alte: passo lungo, assetto rialzato, parafanghi sagomati e protezioni di plastica grezza sulle minigonne. Al posteriore è presente un grande portellone pensato per garantire la massima praticità, mentre sotto alle pellicole si nota anche qualche dettaglio dei gruppi ottici, con un motivo geometrico posteriore ed elementi Led su due livelli nel frontale che richiamano la recente C4. Le proporzioni fanno pensare a una lunghezza superiore rispetto ai 4,5 metri della C5 Aircross: del resto, sulla piattaforma Emp2 è già stata sviluppata l'ammiraglia DS 9, lunga quasi cinque metri. 

COMMENTI

  • Spero solo che questa nuova grande Citroen non sia "solo" una crossover" ma che sia una versione ammiraglia in stile Citroen, tipo DS (quella vera) e CX, dove confort, stile e innovazione vadano finalmente a braccetto insieme. Quindi una famiglia, con una versione crossover, una berlina 2 volumi e una SW spaziosissima. Sospensioni regolabili in altezza e rigidità, in grado far viaggiare i suoi occupanti in città e su una strada di campagna nel totale confort come in autostrada in velocità, garantendo una tenuta di strada ben sopra la media. Dove le soluzioni pratiche e innovative non si fermino solo a livello meccanico o di linea esterna, ma che continuino anche al suo interno (mi viene da pensare a sedili removibili, configurabili o a sistemi di informazione anche per la seconda fila di sedili ad esempio) Mai come adesso, che siamo spesso obbligati a lunghe ore alla guida a causa di reti autostradali non più adeguate al flusso veicolare, abbiamo bisogno di auto che "coccolino" chi è alla loro giuda e i passeggeri con confort ai massimi livelli, dotate di motorizzazioni efficienti, in grado di consumare ed inquinare meno, dotate di motori a benzina ibride o elettriche e perché no, anche diesel ibride, perché su un'ammiraglia non si può pensare di poter fare solo 300/400 km e poi deversi fermare per almeno una o due ore a ricaricare le batterie, e dato che al momento non esiste un'ibrida a benzina in grado di garantire i risparmi di una vettura a gasolio dovrebbero seguire quanto già fatto da altri costruttori. Un ritorno di una grande Citroen che non scimmiotti le tedesche, che abbia le sue peculiarità, potrebbe avere un successo anche maggiore di quanto sperato dalla stessa casa. Quindi, auguri C5
     Leggi le risposte
  • A livello matrioska orma citroen non è seconda a Mb o audi:-) Bisogna ammirare psa per aver ancora creduta in un'auto del segmento D e nemmeno suv. Speriamo per citroen che questa in cina serva a farla rialzare e non sia come DsFlooops che nel 2020 in cina ha venduto circa 1000 auto.
  • L’ennesima auto fotocopia, uguale a tutte le altre Citroen. Trovare un’automobile con un design originale e distinguibilie dalle altre è praticamente impossibile
     Leggi le risposte
  • La vedo dura fare numeri importanti ma io apprezzo lo sforzo, il non aver alzato bandiera bianca nel segmento come hanno fatto i marchi italiani ormai da oltre dieci anni. Spero mantenga la proverbiale originalità Citroën, marchio che per quasi un secolo ha reso la storia dell'automobile più interessante.
     Leggi le risposte
  • Veramente è dai primi di novembre 2020 che circolano muletti in giro per le strade cinesi lì dove sarà fabbricata e dove, ad aprile 2021, sarà presentata (staticamente) in occasione del Salone di Shangai. Stilisticamente riprende le linee da berlina/crossover viste recentemente con la nuova C4 e adotta la piattaforma EMP2 evoluta di DS4. Essendo una nuova ammiraglia Citroën, si preannuncia con un confort ai massimi livelli (e con linee di sicuro non "classiche"), come da tradizione.
     Leggi le risposte
  • Le proporzioni di questa scatola sono allucinanti: il peggio di quello che può essere una trazione anteriore: sbalzi enormi, asse anteriore vicinissima all'abitacolo.. linea di cintura da world car.. auguri FCA, gran bel matrimonio.