Maserati Ghibli La prova della Diesel da 275 CV

Maserati Ghibli
La prova della Diesel da 275 CV
Chiudi
 

La Maserati cambia direzione e la Ghibli rappresenta, almeno in parte, il simbolo di questo new deal. Questa berlina di cinque metri, infatti, esce dall’empireo dove le auto col Tridente sono sempre state e si mette a fare i conti col mercato, lanciando un guanto di sfida alle "solite" tedesche premium. La sfida nella sfida sta nel passare alla modalità industriale vera e propria senza perdere il gusto per l'artigianalità. Una soluzione trovata spostando le linee di produzione della Ghibli a Grugliasco, visto che gli impianti di Modena non sarebbero sufficienti per raggiungere l’obiettivo delle 20.000 vetture all’anno.

Sportiveggiante, ma comoda. I tedeschi che cosa penseranno di quest’operazione? Decidiamo di chiederglielo direttamente e, al volante di una scintillante Ghibli nera, equipaggiata con un  3.0 turbodiesel da 275 CV, partiamo alla volta di Monaco di Baviera, dove arriviamo perfettamente riposati. Ci aspettavamo che la sua indole dinamica e sportiveggiante si facesse sentire, e invece no, per nulla anche nel prosieguo del viaggio. Dopo aver chiacchierato con i dipendenti BMW, ci siamo spostati al quartier generale dell’Audi, a Ingolstadt, e infine a Sindelfingen, amena località alle porte di Stoccarda che sta alla Mercedes come Torino alla Fiat. Il risultato di questo breve "sondaggio" è che i tedeschi confidano quasi ciecamente in sé stessi e nei loro prodotti, ma questo non toglie nulla, ma proprio nulla, alla "nostra" Ghibli, che nei 2.000 chilometri del viaggio ha dimostrato di poter essere un’alternativa esotica e stimolante ai loro incrociatori perfetti, rispettabilissimi, ma talvolta un po’ freddini.

Com'è fatta. A bordo della Maserati Ghibli il lusso è evidente, ma è diverso da quello delle rivali germaniche. Là, a risaltare è la ricerca quasi maniacale della perfezione fin nel minimo dettaglio; qui, invece, è l’atmosfera che conta, il calore generale più che l’irreprensibile realizzazione del singolo elemento. Ciò non toglie che qualcosa, sulla Ghibli, si possa migliorare: alcuni dettagli di finitura, per esempio, sembrano presi di peso da modelli di rango inferiore, il devioluci non è il massimo della comodità e la leva del cambio non sempre segue in maniera irreprensibile i desideri del guidatore. A dirla tutta, pure il sistema multimediale fatica a reggere il confronto con certe meraviglie del made in Germany: ha una grafica elementare e una quantità di funzioni non certo fantasmagorica. Ma in fondo va bene così: questa è un’auto perfetta per emozionarsi con la guida, più che per fare una ricerca su Google mentre si viaggia. E il piacere riguarda anche i passeggeri, avvolti da un abitacolo sontuoso e ricoperto da molti metri quadrati di pelle. I comandi sono disposti con cura, la strumentazione è bella ed elegante e i due enormi paddle del cambio (optional) sono un invito alla guida. Anzi, alla bella guida.

Come va. In Germania, nei tratti in cui non c’erano limiti di velocità, la Ghibli non s’è fatta pregare e ha dimostrato subito la sua insofferenza alle "velocità legali". Con un approccio meno gelido di una Mercedes CLS o di una Audi A7, ha occupato la corsia di sorpasso con grande carisma. Con 275 CV, però, non si può pretendere un dominio incontrastato e, nel complesso, si è portati a considerare le prestazioni adeguate, ma non certo fuori catalogo. Il tre litri spinge bene, oltre a consumare poco: non ha un allungo straordinario, ma è pieno di coppia, e poi si sposa alla grande con l'onnipresente ZF a otto marce, che in certe situazioni assomiglia a un doppia frizione, tanto è preciso e puntuale nelle cambiate. Passando dalle autobhan a una strada con un po’ di curve, basta una breve pressione sul tasto Sport per trasformare il suono del V6 a gasolio in quello di un V8 a benzina americano. Un altro clic per mettere il cambio in manuale, e la Maserati dimostra subito di fare con piacere ciò che le rivali, spesso, fanno per dovere. Le due tonnellate e passa rimangono, certo, ma fanno di tutto per tenersi ai margini della vostra esperienza di guida e la sensazione è di stringere il volante di un’auto più corta di mezzo metro rispetto alla realtà. Peccato solo lo sterzo non rispecchi fino in fondo l’anima di una Maserati: è preciso, ma non così affilato come ci si aspetterebbe, oltre a manifestare una leggerezza che, in più di un’occasione, lo rende poco loquace.

In sintesi. Neppure gli appassionati più ottimisti, probabilmente, avrebbero immaginato che la Maserati potesse lanciarsi in quest’avventura: passare da poche migliaia di unità a 50.000 automobili l’anno nel 2015 non è uno scherzo, ma tutto sembra funzionare. Qualche dettaglio qua e là si può migliorare, ma la personalità è strepitosa, e la berlina italiana ha tutte le carte in regola per lanciare la sua sfida alle rivali tedesche.

Pregi e difetti

MASERATI Ghibli Ghibli 3.0 Diesel 275 CV

Pregi

Qualità stradali. Come la Quattroporte, è un magico punto d'incontro tra una berlina e una sportiva. Due tonnellate e non sentirle.

Confort. La Ghibli non fa sconti in materia di comodità: morbida e silenziosa, regala viaggi in prima classe.

Difetti

Dotazioni di sicurezza. Ci riferiamo in particolare ai dispositivi elettronici di assistenza alla guida: ormai sono imprescindibili, ma sulla Ghibli non abbondano.

Finitura. Qualche dettaglio non è all'altezza: gli innesti della leva del cambo, per esempio, sono poco definiti.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
237,177 km/h (IN VII)
Accelerazione
0-100 KM/H
6,3 s
400M DA FERMO
14,5 s
1KM DA FERMO
26,5 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
6,3 / 6,7 (IN D)
1 KM DA 70 KM/H
24,3 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
39,6 m
CONSUMI MEDI
STATALE
13,9 km/l
AUTOSTRADA
13,7 km/l
CITTÀ
9,6 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

COMMENTI

  • Onestamente, e potessi scegliere prenderei ad occhi chiusi la Maserati piuttosto che una tedesca. Personalità, linea ed immagine sono inarrivabili per le tedesche. Certo, queste ultime hanno una qualità ancora da primi della classe, ed una dotazione elettronica superiore. Tuttavia, per quanto mi riguarda, il concetto di "bella macchina", o di "auto desiderabile" prescinde da certe considerazioni, dal momento che la prima cosa che valuto in un'auto è l'esperienza di guida. In questo la Maserati non sembra affatto essere seconda alle tedesche. Inoltre, come primo passo la Ghibli è decisamente vincente: il debutto in un segmento così combattuto ha evidenziato le potenzialità del nome Maserati. Per il futuro, vista la risposta in termini di vendite, un po' meno contaminazione di vetture più "commerciali" sarebbe di gran lunga preferibile. Ma siamo solo all'inizio, e le risorse non sono ancora quelle delle tedesche. Se il buongiorno si vede dal mattino...
  • Molto bella, peccato per le troppe economie che ne penalizzano il risultato globale! Comunque vende, è fatta in Italia e questo è l'importante! Magari senza queste economie però, potrebbe vendere di più ...
  • bellissima e tipicamente maserati: piacere di guida
  • non avere detto chiaramente che pulsanti, levate, infotainement vengono dalla Jeep toglie un po' di credibilita' all'articolo
     Leggi risposte
  • Gran bella macchina, finalmente una vera auto d'immagine italiana "abbordabile" dopo quel mostro di Thema. Mi auguro che a breve migliori i pochi nei dell'abitacolo e facciano finalmente la versione diesel a quattro ruote motrici così da rubare altri clienti alle solite e anonime Audi e, perché no, anche alle signore Bmw ... Già da quando è stata presentata, la quota di mercato di Serie 6 e A5 è scesa all'inverosimile, speriamo che, con la "diesel 4x4" ne rubi anche a Serie 5, Classe E e A6. La soddisfazione più grande in materia e la più grande speranza è vedere, qui sul Lago di Garda, turisti tedeschi a bordo delle Maserati!
     Leggi risposte
  • MAH!!! Direi che a parte la linea, molto bella, il resto è qualche gradino dietro la concorrenza. E il cliente di questo tipo di auto si è abituato a certe "coccole e amenità" quando guida. Poi un'altra riflessione. Se la potenza di 250CV è "necessaria" per evitare il fisco italiano e quelle oltre ci vanno dentro...... perché 275CV? Le concorrenti offrono 3.0 turbodiesel da 346CV....... tanto finire nell'obiettivo del fisco per 25 CV in più .... tanto vale farlo con 100 CV in più. Sempre in attesa che a Roma si sveglino e comprendano che non è questo il modo di risolvere i problemi di evasione fiscale, ma questa è un'altra storia.
     Leggi risposte
  • La mancanza del radar che mantiene la giusta distanza da chi ti precede e,all'occorrenza frena,è una pecca imperdonabile per una auto di questa categoria.Oramai questo accessorio,è presente anche in auto giapponesi attorno ai 35.000,00 € di prezzo assieme al dispositivo che ti segnala,se hai superato la linea continua.
     Leggi risposte
  • Complimenti al sig. Chiesurin x la macchina! Ho avuto la fortuna di poterne osservare una qualche giorno fa in un paese della costiera amalfitana (si accordava alla grande con il paesaggio) e devo dire che è semplicemente magnifica, persino nel suono del....diesel! Avrà certamente i suoi difettucci, ma appeal e immagine sono decisamente notevoli.Sull'uso che, soprattutto i giovani, fanno in modo spesso errato dei vari sistemi di infotainement in auto, ho messo un post in Z.F. sui risultati (prevedibili...) che stanno emergendo da vari studi...Saluti
  • Io la trovo meravigliosa, sia dentro che fuori. Aggressiva ed elegante come solo noi italiani siamo capaci di fare. A Ginevra mi sedetti al posto guida e x me gli interni sono quanto di meglo si possa avere, sia a livello di design che di finiture e al diavolo se magari non ha la perfezione Audi, una Maserati si compra x il piacere di guida, non x i gingilli del navigatore o x le plastichine migliori (come goffratura comunque superiori ad A6). Non condivido la scelta del diesel, una macchina simile comprarla diesel significa snaturarla (come la sorella 4Porte), ma se il mercato vuole quello FCA fa bene a darglielo. Comunque mi sembra eccellente, e ad avere quei soldi (e lo spazio nel box...) un pensiero ce lo farei pure. Magari in versione 1.6 mjet (scherzo, prima di venire coperto di insulti...)
  • Io l'auto ce l'ho già da quasi un anno nella versione 250cv, prima ero possessore di una Classe E 250D AMG . Tra i pregi a mio avviso manca una citazione ai sedili che sono ottimi . Il comfort è ottimo e la tenuta impressionante specie sul bagnato. Il cambio in effetti le prime volte è troppo sensibile e preciso, dopo un paio di giorni ci si abitua e non si sbaglia più. Il sistema multimediale è ok, semplice ma funziona bene e soprattutto si interfaccia senza problemi con dispositivi apple blackberry e android cosa che per esempio non avviene cosi facilmente con altre case. I consumi sono inferiori al modello precedente, ma il merito va sicuramente al cambio ZF che con 8 marce fa viaggiare l'auto sempre a giri non troppo elevati. A mio avviso l'auto ha i fondamentali (tenuta, motore, freni, cambio, finiture e confort) uguali o superiori alla concorrenza più rinomata, può migliorare nelle dotazioni aggiuntive. Dopo 40mila km posso dire che sono soddisfatto dell'auto.
     Leggi risposte
  • L'auto è stupenda. Unico dettaglio non all'altezza della sua estetica sono i led diurni anteriori, che sono bruttini oltre che un po' anonimi. Si poteva optare per un disegno più personale della solita "righetta".
     Leggi risposte
  • Mi sto chiedendo se hanno un senso questi diesel su auto di questo prezzo (anche BMW, Mercedes ecc.), io il diesel lo associo al risparmio ed alla rumorosità (piu o meno celata ma sempre rumore diesel è). Capisco la coppia straordinaria, capisco che consumino un pò di meno di un benzina e capisco anche che sia un fatto di prestigio motoristico ma personalmente acquisterei un benzina visto che il problema della spesa del carburante non sarebbe un problema considerando il prezzo di queste auto.
     Leggi risposte
  • Io la aspetto sempre alla prova affidabilità e durata......
     Leggi risposte
  • E' un'auto bellissima, senza dubbio alcuno, e grazie al cielo che ci sono persone che la comprano anche solo per questo motivo. Persone essenti da quegli strani feticismi che li portano a stravedere per una bocchetta dell'aria condizionata oppure a disquisire sulle sensazioni tattili di un pulsante. Detto questo però bisogna rivedere la teoria per cui le auto tedesche sono carissime e del prezzo di questa invece nessuno ne parla (visto anche i suoi contenuti tecnologici e la qualità costruttiva leggermente inferiori alla concorrenza). La cosa piuttosto che mi convince meno è che da una Maserati mi attenderei sensazioni di guida e prestazioni superiori a quelle di una "normalissima" BMW 535D e questo invece, come molta stampa straniera riportata, non avviene. Quindi OK una componentistica di livello superiore ma qualche sforzo va anche fatto pure in altri settori...... Comunque la bellezza paga.
     Leggi risposte
  • gerhard o' san: PERSONE COME LEI CHE DELL'ARTICOLO NE FANNO UNA BIBBIA. LA GHIBLI E' UN SUCCESSO IN TUTTO IL MONDO. e' INDECOROSO PER UN ITALIANO PARLARNE IN MODO COSì IRRIDENTE. TRA L'ALTRO PRIMA DI PARLAR MALE DI COSE CHE DANNO LAVORO E LUSTRO ALL' ITALIA... BISOGNEREBBE DISTINGUERE LA è "VERBO" DALLA e CONGIUNZIONE QUESTE Sì CHE SONO IMPORTANTI PER DCRIVERE IN ITALIANO...
     Leggi risposte
  • "alcuni dettagli di finitura, per esempio, sembrano presi di peso da modelli di rango inferiore, il devioluci non è il massimo della comodità e la leva del cambio non sempre segue in maniera irreprensibile i desideri del guidatore. A dirla tutta, pure il sistema multimediale fatica a reggere il confronto con certe meraviglie del made in Germany"... una bella delusione!
     Leggi risposte
  • Sarebbe bello leggere o guardare una prova seria, documentata, con fatti e dati, oltre ovviamente ad opinioni qualificate. Tutto l'opposto di quello che 4R fa, specialmente nel video, veramente leggero, pieno di banalita', frasi fatte e, cosa veramente irritante, stupidi cliche' e stereotipi machilisti. Deprimente.
     Leggi risposte
  • Ma qui non è questione di poveretti o di palloni gonfiati di menta come te, è questione di leggere l'articolo che dice esattamente così. Allungo non straordinario dettagli di finitura da migliorare leva del cambio che non sempre segue in maniera irreprensibile grafica elementare e funzioni non certo fantasmagorico. Ma incredibile per una regina dell'handicap lo sterzo non affilato che non rispecchia fino in fondo l'anima di una Maserati. Per non dire che per elogiare lo z lo si paragona al cambio della porchetta tanto odiata. Poi il suono finto da va americano....dietro, allo scarico, perché dal cofano il ticchettio da furgone rimane
     Leggi risposte
  • Stupenda ma... Il fischio dei freni a 3:39 su un'auto di questa categoria?...
     Leggi risposte
  • Un successo straordinario, su tutte le strade del mondo... Chi può la sta comprando e a più non posso. Il resto sono chiacchiere di poveretti che non hanno nulla di meglio da fare che inondare il web con il livore per la loro triste condizione (intendo condizione da non possessori di una meraviglia del genere...)
  • non mi piaceva per nulla, poi l'ho vista, ci sono entrato ... è da paura!
  • Io poi sono contrario a tutta sta connettività su un auto. Ma avere una schifezza a quel prezzo penso sia tipico del micragnoso stile made in marchionne
  • Dati oggettivi: carri ove da modelli inferiori, finiture migliorabili, cambio impreciso, sterzo leggero, motore dalla allungo non straordinario. Dati impalpabili: calore personalità bella guida...ah poi con un click hai un bel sound va americano. Su una Maserati non su una Dodge. Mah.... insomma abbiamo capito benissimo: l'auto esteticamente è strepitosa, forse era questo che si intende. Per il testo è in tutto e per tutto inferiore e non poteva essere altrimenti visto il budget con cui è stata fatta. Se ti accontenti su tutto pur di rimirare in garage la sua splendida linea...
     Leggi risposte
  • L'affermazione "Sindelfingen, amena località alle porte di Stoccarda che sta alla Mercedes come Torino alla Fiat" mi sembra un pochino avventata......
     Leggi risposte
  • Non parlo dell´auto, che considero un ottimo prodotto, diverso dalla produzione tedesca, che offre emozioni. Nell´ articolo mi ha colpito la parte finale della seguente frase: "...Ma in fondo va bene così: questa è un’auto perfetta per emozionarsi con la guida, più che per fare una ricerca su Google mentre si viaggia"!!!!! Se si viaggia non dovrebbe essere consentito navigare in Internet per motivi di sicurezza, altrimenti è inutile fare tanti discorsi e test che dimostrano come telefonare, leggere e inviare e-mail e sms sia pericoloso. Dimenticavo che oggi, peró, ci sono cicalini che avvertono se da dietro sopraggiunge un´ auto o se stiamo invadendo la corsia opposta o se ci stiamo avvicinando troppo all´ auto che ci precede...allora si può navigare in Internet e leggere sms!!!
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona