Toyota RAV4 La prova della 2.5 Hybrid 4WD Lounge - VIDEO

Toyota RAV4
La prova della 2.5 Hybrid 4WD Lounge - VIDEO
Chiudi
 

Così d'acchito non si direbbe, ma questa RAV4, quasi identica alla precedente, è l'ennesima rivoluzione in casa Toyota. Sparisce la storica trazione integrale da fuoristrada vera. Anzi, il 4x4 scompare del tutto dalle versioni a gasolio, le più apprezzate degli ultimi modelli. D'ora in poi, la molto più stradale RAV4 avrà soltanto due motorizzazioni: turbodiesel due litri, di origine BMW, esclusivamente a trazione anteriore, o 2.5 ibrida, cioè benzina/elettrico. Un motore elettrico solo se ci si accontenta, come sul diesel, di due ruote motrici; due, se si aggiunge quello dietro, collegato al propulsore nel cofano anteriore by wire e non da “ferro". In sé non è una scelta cosi fuori dal mondo: è il sistema, pressoché identico a quello della NX, che equipaggia le Lexus RX da oltre dieci anni.

Un muso più sottile. Del progressivo addomesticamento della giapponesina nata super compatta (addirittura a tre porte) e poi via via sempre meno off-road s'è detto già tutto con l'arrivo dell'ultima generazione, tre anni fa. Questo, a tutti gli effetti, è un restyling, dietro al quale si nasconde il rinnovamento dei propulsori. Quanto al look, a ben vedere, cambia soltanto il muso: ora si è assottigliato, mentre i fari sono più appuntiti verso il centro e full Led (prima erano bixeno, a richiesta). Inalterate anche le misure fondamentali. Salendo a bordo, si ritrova l'abitacolo spazioso e piacevole dell'ultimo modello. Il design della plancia è lo stesso. Però sulla Hybrid c’è la strumentazione tipica delle Hybrid: il contagiri è sostituito dal Powermeter, o indicatore di energia, dove la lancetta, in modo un pochino ansiogeno, in verità, oscilla a indicare ora la posizione di Charge, ora quella di massimo consumo, Power, appena si schiaccia sull'acceleratore, restando nell'intermedia Eco soltanto nelle rare transizioni tra richieste di potenza e lunghi “veleggiamenti". È cresciuta la misura del touch screen centrale, da 6 a 7, mentre si registrano altri inevitabili cambiamenti per quanto riguarda alcune funzioni. Al tasto Sport, che già sul precedente modello consentiva di selezionare la modalità di guida più reattiva, si aggiungono ora EV ed Eco Mode, per procedere con il solo propulsore elettrico, per brevi tratti nelle zone a traffico limitato, per esempio, o per limitare al massimo il consumo energetico. E poi non c'è più il tasto Lock, visto che, pur essendo a tutti gli effetti una 4x4, la Hybrid non può più contare su una ripartizione meccanica della coppia. Sul nostro tracciato Offroad abbiamo ottenuto risultati modesti: sulla pendenza di 33° (65%) di terra/ ghiaia, l'anteriore pattina e la spinta da dietro è troppo debole per avanzare.

Silenzio, si parte. Messe da parte le velleità fuoristradistiche, ora ci sono da godere le nuove peculiarità del modello. Tanto per cominciare, gli avviamenti silenziosi. Si preme il tasto Start e si può “ingranare" la D, o la R, pronti a muoversi. In realtà, tranne rari casi di manovre soft e batterie stracariche, il quattro cilindri si accende quasi subito, per rimettersi in attesa appena la richiesta di potenza cala. In effetti, per riuscire a muoversi in EV ci vuole un piede molto leggero e andature da zona residenziale. Per veleggiare in automatico, invece, basta il rilascio. L'effetto frenante della ricarica è inavvertibile. In effetti, per aumentare il “freno motore" e l'efficacia della ricarica, occorre mettere il cambio in modalità sequenziale, spostando la leva a sinistra, e tenere un rapporto basso.

Poca grinta, tanta resa. Il meglio di sé, la RAV4 lo dà quando ci si sintonizza su una guida attenta e regolare, senza pretendere scarti e inserimenti da sportiva “nevrotica". Sia chiaro: la spinta non manca ed e anche poderosa, seppur accompagnata dal motore che gira altissimo, ma c'è sempre anche un ritardo di risposta che non aiuta nei trasferimenti di carico, perché anche scalando manualmente si è parecchio lontani dal “calcio nella schiena" che ci si potrebbe aspettare da 200 cavalli. Insomma, le prestazioni risultano buone, sia per l'accelerazione sia in ripresa, ma la guida reale, soprattutto nel traffico, è più per gli automobilisti pazienti che per quelli aggressivi. Andando con un filo di gas, al contrario, si scoprono una scorrevolezza e un confort che sono le vere virtù di quest'auto. Entrambi si accompagnano a un assetto morbido, capace di filtrare al meglio le imperfezioni stradali, e a un'ottima insonorizzazione dell'abitacolo. E poi ci sono i consumi: la RAV4 Hybrid conferma le buone percorrenze fatte registrare dalla Lexus NX. Per un 2.5 a benzina, una media sui 14 km/litro, con punte che nel traffico cittadino si avvicinano ai 20 (quasi 21 nel giro con batterie completamente cariche, poi scesi a una media di 17 con il giro successivo), è un ottimo risultato. Certo, visto il listino, rimane più che un dubbio sulla convenienza: su quel fronte, il diesel resta tuttora imbattibile. Ma la Hybrid è proprio un'altra automobile.

Andrea Sansovini

(Prova su strada ripresa da Quattroruote di febbraio 2016)

Pregi e difetti

TOYOTA RAV4 RAV4 2.5 Hybrid 4WD Lounge

Pregi

Confort. A parte i momenti in cui si schiaccia a fondo, è sempre molto silenziosa. E le sospensioni filtrano le asperità stradali in modo particolarmente efficace.

Consumo. In città "beve" davvero poco, confermando le doti delle sorelline ibride Yaris e Auris. Buone percorrenze anche sulle statali.

Difetti

Frenata. Nonostante sia costante e regolare, come pure gli interventi dell'Abs, gli spazi di arresto risultano un po' troppo lunghi. E c'è un po' di fading.

Prezzo. La versione top con il sistma ibrido sfiora i 40 mila euro senza optional. Non è poco, anche considerando che la 4WD costa 3.050 euro più della 2WD.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
184.610 km/h (IN D)
Accelerazione
0-100 KM/H
8.5 s
400M DA FERMO
16.1 s
1KM DA FERMO
29.5 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
8.1/9.2 (IN D)
1 KM DA 70 KM/H
26.6 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
43.9 m
CONSUMI MEDI
STATALE
14.0 km/l
AUTOSTRADA
11.4 km/l
CITTÀ
17.0 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

COMMENTI

  • Allora... "EV ed Eco Mode, per procedere con il solo propulsore elettrico, per brevi tratti nelle zone a traffico limitato, per esempio, o per limitare al massimo il consumo energetico." Muoversi in EV mode peggiora il consumo energetico perchè, a meno di non trovare una bella discesa subito dopo, il motore termico partirà per ricaricare la batteria al livello standard previsto dal costruttore. "In effetti, per riuscire a muoversi in EV ci vuole un piede molto leggero e andature da zona residenziale." NON SI DEVE andare in EV. I migliori consumi si ottengono quando i due motori lavorano assieme. Comunque sotto i 30 all'ora si è obbligati ad andare in elettrico, a meno che le batterie non siano scariche. In tal caso in realtà si va sempre in elettrico, ma il termico si accenderà per ricaricare. "Per veleggiare in automatico, invece, basta il rilascio. L'effetto frenante della ricarica è inavvertibile. In effetti, per aumentare il “freno motore" e l'efficacia della ricarica, occorre mettere il cambio in modalità sequenziale, spostando la leva a sinistra, e tenere un rapporto basso." Sulla yaris per veleggiare bisogna premere un millimetro l'acceleratore e posizionare la lancetta tra charge ed eco. Dubito fortemente che sul rav sia diverso. Se si rilascia del tutto, parte la frenata rigenerativa. Mettere in B peggiora il recupero dell'energia! "Per un 2.5 a benzina, una media sui 14 km/litro, con punte che nel traffico cittadino si avvicinano ai 20 (quasi 21 nel giro con batterie completamente cariche, poi scesi a una media di 17 con il giro successivo)" (probabilmente prima ha scaricato inutilmente le batterie andando in EV....) "è un ottimo risultato." Assolutamente si, visto che non ha guidato in modo corretto. Le consiglio di iscriversi a questo corso: http://www.gruppoacquistoibrido.it/corso-guida-ibrida/ Costa poco e imparerà molto. L'ibrido Toyota è una tecnologia nuova e diversa dalle altre auto. E se la tecnologia è diversa, bisogna prenderne atto e aver la pazienza di mettersi ad imparare, oppure comprare dell'altro.
  • Buonasera a tutti io ho un Audi A3 E-tron (40000€) faccio 20-25000KM e ricaricando ogni giorno le batterie con 38 litri di benzina faccio 1200 km per ogni pieno. I miei percorsi sono prevalentemente cittadini e devo dire che mi trovo molto bene. Aiutano i 50 km in elettrico (in realtà sono 45) ma anche quando procedo con il motore termico i consumi sono più che ragionevoli (17km/litro) Arrivando da un SUV come Honda CRV che mi faceva i 10 devo dire che il risparmio è davvero notevole senza contare che quando spingono i due motori il divertimento è assicurato :-).
     Leggi risposte
  • Incredibile pero, dopo anni e anni, dopo articoli e articoli, sempre le stesse cose... in autostrada questo, effetto scooter... invece di capire che ci sono modi di guidare diversi da quelli abituali.
  • "Le benzina senza il modulo ibrido non saranno mai più prodotte" Meglio dire "mai più commercializzate in Europa", forse?
     Leggi risposte
  • Per quanto posso dire relativamente alla mia esperienza con una Yaris ibrida presa a noleggio per una settimana, quello che proprio non mi è piaciuto è l'effetto scooter, che vedo un pò in controtendenza su un auto che fa "del consumare meno" una dei suoi cavalli di battaglia...sparare il motore a regimi altissimi non è il massimo anche per l'orecchio. sui consumi non faccio testo avendola usata in autostrada ho fatto i 13, quindi come una normale auto a benzina...diciamo che non sono rimasto impressionato dal sistema.
     Leggi risposte
  • provata! il cambio ecvt è la cosa che mi è piaciuta meno di quest'auto, troppo effetto scooterone e poi un 2.5 da 197cv per un'ibrida di quella categoria mi sembra un controsenso e non è che le prestazioni siano (per i CV che ha) brillanti. Ok non pesa poco ma sembrano 197 cv che dormicchiano.
     Leggi risposte
  • ma solo io trovo davanti a me degli utilizzatori di ibride con condotte di guida letargiche?
     Leggi risposte
  • E' una buona vettura, ma oramai il mercato chiede plug-in, non più l'ibrido classico.
     Leggi risposte
  • Spike, sì, vivo in svizzera e le medie qui sono davvero bassi...se non, rischi sempre una multa. ma la nostra Prius di solito si trova due volte al mese a Genova e con due viaggi in Germania (Berlino e Colonia) ho fatto delle prove di consumo facendo vedere con tanto di Foto nel forum i rispettativi risultati (consumo-velocita media e km percorsi)…. I risultati erano sopra i 19km/l e ben lontano da quello che sosteneva QR.
     Leggi risposte
  • Spike! come gia detto prima, podarsi tu hai consumi a favore del diesel, ma in generale la media dei diesel é peggio che la media dei consumi HSD e mi riferisco al sito Spritmonitor ( che non sono valorie solo tue o mie, ma di tanta gente) e in quel caso la differenza a favore del HSD é evidente. riguardo il costo del carburante, lo sappiamo che il diesel al momento é ancora favorito dai governi....perche non é una questione di costo di produzione.
  • vinco con la mia a metano. semplice
  • 16 K una Yaris....dove andremo a finire coi prezzi!
  • caro Spike...riguardi dei consumi ti contraddici un po ! primo dici il consumo di SM é attendibile, poi dici il diesel fa meglio. il consumo della Nostra Prius solo per poche volte era sotto i 20km/l (100%autostrada) e anche in quel casi per davvero poco sotto. SM da una visione di consumi reali fatti da persone reali che hanno scelto tale modello perché piace e non sono giornalisti che provano la macchina sotto condizioni strane e lontano dalla vita reale. la differenza tra Golf TD e Auris HSD in quel caso realizzati da tante persone con condizioni reali ma sicuramente diverse tra uno e l'altro é un litro x100km a favore della Auris. e pure se le RAV4 hsd non sono ancora tanti, anche in quel caso la tendenza si ripete. poi che ci sia la persona (come te) che si trova meglio col diesel ci sta benissimo. ma come sappiamo la scelta HSD non chiude con i consumi e sappiamo benissimo che i moderni diesel sono afflitte da tanti problemi tecnici. a contrario al Toyota HSD che dei problemi non lo conosce.
     Leggi risposte
  • io però continuo a non capire.. da possessore di 2 ibride (una yaris ed una ct), preccorrendo tragitti misti con una buona dose di autostrada (quasi quotidianamente) le mie medie si attestano sui 23,25 km/l per la yaris e 22,6km/l per la ct. Ora se riusicte a fare di meglio con un diesel ben venga, ma mettete anche in conto il ridottissimo costo di manuntenzione (tagliandi al concessionario ufficiale), la silenziosità di marcia regolare, il confort (si, anche grazie al cambio/non cambio), il minor inquinamento rispetto al diesel ( e non venitemi a dire che a parità di consumo l'inquinamento è il medesimo), il confort acustico. Il prezzo? non è nemmeno vero che costino di più di un diesel.. basta fare un giro per concessionari per rendersi conto del prezzo reale (e non il puro ed inutile listino..)
     Leggi risposte
  • Peccato che a furia di ingrandirla, la Rav4 sia adesso di dimensioni fuori contesto per le città italiane e per le strade suburbane; non ci resta che sperare nella CHR che è di dimensioni più umane. Certo che qui di tecnologia ce n'è tanta da fare indigestione. Piccola nota per i commentatori: Toyota non ha mai affermato che l'ibrido sia più economico del diesel, sostiene invece che è una forte alternativa; quel poco che perde nei consumi lo recupera nella rocciosa affidabilità che riduce al minimo le spese di manutenzione.
  • Probabilmente questi tipi di motorizzazione in futuro saranno la maggioranza, ma al momento, a meno che non fossi un taxista, non la comprerei mai. Primo per il maggiore costo e secondo per la non convenienza dei consumi rispetto ad una pari vettura diesel, infatti paragonando il costo carburante della yaris ibrida di mia figlia e la mia BMW 118d usandole negli stessi percorsi (anche autostrada per il 40%, la yaris mi costa circa il 15% in piu ! E' vero che in città fa i 22/23 al litro ma sugli altri percorsi non arriva di media a fare piu dei 15 contro i 19 della bmw (che in città fa i 17). Quindi una suv media da usare in città per il 90% non ha alcun senso come acquisto per me.
     Leggi risposte
  • Michael, fino all'anno scorso sarei stato d'accordo con te, adesso che alla Auris HSD ho affiancato una Focus 1.5 TDCi (che non è neanche la prima della classe sul tema dei consumi, c'è chi fa meglio) posso confermare che effettivamente il diesel consuma pari se non qualcosina in meno, sulla mia stessa tipologia di percorso (che non comprende autostrade, altrimenti il vantaggio del diesel aumenterebbe). E d'altra parte, il rendimento è lo stesso, è solo questione di ambiti di impiego in cui uno può prevalere sull'altro, ma nella media non si va tanto lontano.
  • inimmaginabile la quantità di questa auto che ho recentemente visto a New York (ero in vacanza) e, soprattutto, in questa versione. Seguita dalla Nissan Rogue (la nostra Xtrail) e dalla Honda Crv.
  • il diesel resta imbattibile riguarda il consumo ? anche qui basta guardare il sito spritmonitor.de dove la RAV4HSD ha una media di 6,57x100km e la Tiguan TD di pari cattegoria ne ha una media di 7,88x100km. e guarda caso il consumo media massima della RAV segnala 7,6 invece quello della Tiguan 10,3 ovvio chi cerca una macchina sportiva, meglio lasciare perdere un HSD ma anche qualsiasi altro SUV veramente sportivo non lo é.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona