Prove su strada

Sul numero di dicembre
La prova della Peugeot 208 PureTech 130 GT Line

Sul numero di dicembre
La prova della Peugeot 208 PureTech 130 GT Line
Chiudi

Una cosa è certa: se l’intenzione della nuova Peugeot 208 è quella di distinguersi dalla massa, l’obiettivo può considerarsi centrato. Fuori, con quello sguardo aggressivo e le forme ben proporzionate, non lascia indifferenti. E dentro, appena apri la portiera, ti si para davanti un abitacolo davvero ben confezionato. Sia per qualità dei materiali sia per l’effetto scenico offerto dal futuristico cockpit, i cui protagonisti sono il grande schermo touch da 10" orientato verso il guidatore e la nuova strumentazione digitale in 3D, efficace nel porre le informazioni principali in primo piano rispetto a quelle secondarie.

Teaser - Peugeot 208: le prime immagini della nostra prova

Completa e aggiornata. La Peugeot, tra l’altro, può vantare un bel corredo di Adas: integrando la dotazione di serie con un pacchetto da 500 euro, si accede a una guida assistita di livello 2 molto efficace. Motore e cambio, poi, sono una garanzia: il 1.2 turbo a tre cilindri da 131 cavalli è sempre ben disposto a lavorare con vigore sia in basso sia verso quote più elevate. E in questo è ottimamente supportato dal cambio automatico a otto rapporti con convertitore, che agisce con grande discrezione. Eccellente la frenata, mentre lo sterzo potrebbe essere un po’ più prodigo d’informazioni. La prova completa è su Quattroruote di dicembre.

ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.


Tutto su PEUGEOT 208


COMMENTI

  • Ma quanto è anonima la triste Polo a confronto... Ahahhhh
  • Prova buttata lì perché ricorda la A1 precedente ... ❤️ in attesa del Papp
  • L'ho appena vista in un centro commerciale ed era proprio di questo colore che spero, sia più che altro una trovata pubblicitaria per rimarcare, qualora ce ne fosse bisogno, la linea dell'auto. Ho avuto anche la possibilità di salire sia davanti, al posto di guida, che come passeggiero nel divano posteriore. Non posso esprimermi su come va perché la vettura era visibile solo da ferma, ma mi sono fatto un'idea su tutto il resto. Partiamo dagli esterni. L'auto è molto caratterizzata a livello estetico e si capisce che chi l'ha disegnata voleva dare un netto taglio con il recente passato Peugeot e far ricordare a chi non è più giovane, quella 205 che si meritò a suo tempo l'appellativo di "Sacré Numéro" fondendolo con quanto di più moderno esista per quanto riguarda gruppi ottici. Il risultato che appare è a mio parere forzato all'anteriore (temo che la durata delle "zanne" incastonate nel paraurti senza danni sia proporzionale al numero di uscite del box per andare a parcheggiare nei centri commerciali) mentre al posteriore risulta grintoso e proporzionato. Peccato che in nessun punto della carrozzeria siano previste zone non verniciate, cosa abbastanza frequente del resto nelle moderne auto, ma che in questo caso è ancora più grave in quanto la mascherina stessa dell'auto prende tutto il frontale, rendendolo oltremodo fragile quando si parcheggia in colonna. Gli interni sembrano molto ben costruiti e, nel caso esaminato, quello della ricca GTline, perfino lussuisi. La plancia è innovativa e particolare. Il problema è che tutto l'abitacolo è piccolo. Troppo piccolo. Tanto da essere angusto e claustrofobico. E' vero che io sono alto 1,85 e peso 90kg ma confrontandola con un'auto come la Punto uscita sul mercato nel 2005, lo spazio è decisamente inferiore tanto da sentirmi di consigliare questa nuova 208 solo a persone non più alte di 1,60-1,70 filiformi. Il volante, piccolo (ma credo che si ci possa fare anche la mano) è posto molto in basso e non si può alzare quanti si vorrebbe, pena perdere parte se non tutta, la visione del quadro strumenti. Che sembra, sempre in questa versione top, quello di un videogioco. Salire posteriormente è un vero supplizio, sempre per chi ha la mia taglia, tanto da preferire come accessibilità, altre auto pari seg. in versione 3 porte. Una volta accomodati sui sedili, che anche in questo caso risultano essere comodi, lo spazio a disposizione è pressoché 0. Un quinto passeggero faticherebbe a sistemarsi anche solo per un brevissimo tragitto. Quindi che dire. Si apprezzano le finiture interne, meno certe scelte stilistiche, per nulla lo spazio dell'abitacolo. Saluti.
     Leggi risposte
  • Anche se leggo il digitale lo vedo un po’ umido l’articolo. 😘 bubu settete app
  • L'ho vista solo in modo fugace, l'estetica esterna è niente male e all'interno, al posto di guida, mi è parso che il famoso "i_cockpit" sia stato leggermente "normalizzato", cioè che il quadro strumenti sia stato posizionato un pò più in basso rispetto alla versione 2.0 della 3008 e la visuale risulta migliore. Appena posso voglio approfondire meglio questo aspetto che per me è sempre stato "controverso".....
     Leggi risposte
  • Vettura molto bella, a mio parere meno il colore, attendiamo prova della 100 cv pure tech manuale per un testa a testa con Clio 100 tce.
  • Vista in un centro commerciale proprio in questo colore... che dire, linea assolutamente riuscita, certo molto appariscente, ma quello che mi ha colpito sono stati gli interni. Dentro Si respira davvero un’aria premium. Ho notato che destava molto interesse tra le persone presenti.
  • Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca